Ricorderete sicuramente la pozione dell’elisir miracoloso dei venditori ambulanti nei film in bianco e nero, che, col classico carro, arringavano la folla: lo dico ai boomer che ci stanno leggendo e a tutti gli altri che vorranno fare un piccolo sforzo di fantasia con una googolata veloce con il tag di ricerca “pozione far west venditori ambulanti elisir miracoloso”. 

Si era tra la metà e la fine dell’800, quindi, diciamocelo, un bel po’ di tempo fa, eppure sono solo cambiati i mezzi: dal carro trainato dai cavalli al wireless digitale, dalla bevanda miracolosa ai post di sedicenti venditori di imperdibili guadagni a buon mercato, quasi fosse più facile che bere un sorso di pozione dell’eterna ricchezza, non cambia la figura del venditore di sogni, del ciarlatano digitale.

Eppure, passati più di cento anni abbondanti, tutto intorno la folla dei follower e dei viaggiatori digitali è la stessa. Anzi, con la potenza del web, della rete appunto, è ancora più ampia, si accalca, affascinata dalla possibilità di avere tanto, senza fare nulla o quasi.

Sono in molti purtroppo a caderci dentro. Vediamo, allora, come evitare o almeno mediare l’informazione di vendita che ci viene proposta.

L’immagine comunicata da questi teorici venditori di ricchezza, nella maggior parte dei messaggi, è quella che rende possibile,  oggi, a ciascuno di noi l’ambizione di diventare fautore della propria ricchezza e gestore del proprio tempo liberamente. Passa il messaggio, cioe, che lavorare presso un’impresa, un’azienda, lo Stato o essere anche un tradizionale libero professionista sia come dire obsoleto, fuori moda, assolutamente poco proficuo.

“Con il corso che ti vendo, con le informazioni uniche e irripetibili che solo io ti posso dare, con le skill che unicamente io posso trasmetterti, con tutto quello che io nel mio funnel di vendita ti propinerò, solo e soltanto con queste modalità che io ti sto somministrando, tu potrai raggiungere la tua indipendenza economica, realizzare guadagni assolutamente vantaggiosi e imparagonabili con quelli del tuo precedente lavoro, potrai riappropriarti del tuo tempo e vivere una vita appagante che ti realizzerà completamente.

Non rivedete in questo il venditore della magica pozione? A fronte di cifre da corrispondere al nostro magico incantatore, che vanno dalle poche centinaia di euro in prima battuta a diverse migliaia, cosa riceviamo in cambio? Come potremo cambiare la nostra realtà?

Vi invito a guardarvi intorno e a fare poche semplici considerazioni. Quante persone conoscete che possano essere paragonate a un “Briatore” di turno e che soprattutto per raggiungere quell’obiettivo non abbiano e non stiano tutt’ora lavorando ogni giorno duramente?

Se bastassero poche nozioni e qualche “corso imperdibile”, quanti sarebbero i “Briatori” che popolerebbero le nostre città?

E, soprattutto, se io conoscessi veramente tutti i trucchi e i segreti per realizzare una tale ricchezza senza troppa fatica, perché dovrei passare tutti i santi giorni a far video, post, webinar, sponsorizzate ed altro sui social per venderli a voi? Potrei godere con profitto delle mie conoscenze facendo la bella e rilassante vita che dico di potervi mostrare, no?

Pensateci su e datevi la vostra risposta, mentre noi andremo avanti nel raccontare cosa c’è dietro tanta offerta da baraccone.

A proposito, Buon Natale.

Scritto da Riccardo Diffidenti