La Giunta regionale del Lazio dà attuazione al progetto ambizioso denominato “Bollino rosa”, iniziativa che rientra tra le Misure e interventi per contrastare la violenza contro le donne, come previste dalla legge regionale numero 4 del 2014. Il progetto si propone di incentivare l’adozione di sistemi di gestione conformi alla prassi UNI/PdR 125:2022 sulla parità di genere da parte delle micro e piccole imprese del Lazio, con l’obiettivo di promuovere sul luogo di lavoro le Pari opportunità.

L’assessore alla Cultura, alle Pari Opportunità, alle Politiche giovanili e della Famiglia, e al Servizio civile della Regione Lazio, Simona Baldassarre, ha espresso il suo forte sostegno al progetto, sottolineando che le Pari opportunità si realizzano soprattutto con l’autonomia economica. Quest’ultima si rivela fondamentale anche nei casi di violenza di genere, in quanto sostiene i processi di autodeterminazione delle donne, consentendo loro di liberarsi dagli aguzzini attraverso il lavoro.

Baldassarre ha enfatizzato l’importanza del “Bollino rosa” come un progetto progettato sia per le donne che con le donne. Si tratta di un’iniziativa che mira a coinvolgere le imprese affinché premiano le donne, poiché si è convinti che le aziende che promuovono la parità di genere tendono a ottenere migliori risultati sul mercato. Le aziende che implementano politiche di welfare aziendale vengono infatti apprezzate sia dai consumatori che dai lavoratori. In questo contesto, l’assessore ha sottolineato l’importanza di tenere unite donne e impresa per favorire un ambiente lavorativo equo e sostenibile.

Il “Bollino rosa” sarà un marchio di eccellenza per la Regione Lazio, offrendo alle aziende certificate un accesso esclusivo o preferenziale a progetti formativi finalizzati all’inserimento lavorativo delle donne. Ciò include tirocini dedicati alle donne vittime di violenza, sostenendo così processi di riabilitazione e reinserimento nel mondo del lavoro. Inoltre, le imprese certificate potranno partecipare a campagne promozionali realizzate dalla Regione Lazio, contribuendo a diffondere i valori delle Pari opportunità e quelli d’impresa. Questo non solo orienterà i consumatori verso le migliori esperienze del territorio, ma contribuirà anche a costruire una società più inclusiva e consapevole.