Il 25 novembre, giorno designato per la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne, la città di Roma si veste di arancione, un colore scelto come simbolo della campagna mondiale del 2023. Questa iniziativa, promossa dall’assessorato alle Politiche della Sicurezza, Attività Produttive e Pari Opportunità di Roma Capitale, mira a creare un legame tra gli eventi diffusi in tutto il territorio cittadino, dando voce alle molteplici esperienze e iniziative volte a contrastare la violenza contro le donne.

Il calendario di eventi coinvolge attivamente Biblioteche di Roma, i Centri Anti Violenza di Roma Capitale, la Presidenza dell’Assemblea Capitolina e tutti i Municipi, offrendo un programma ricco e variegato. Tra laboratori, mostre, concerti, convegni, tavole rotonde, spettacoli e iniziative sportive, l’obiettivo è chiaro: dire “basta alla violenza contro le donne” e riflettere insieme sulle azioni necessarie per fermare questo drammatico fenomeno.

Dalle iniziative culturali, come il “Premio 2023 sguardo di donna per la non violenza”, alle attività sportive, come la partita di calcio tra squadre femminili juniores del Montespaccato Club, che indosseranno la maglia rosa del 1522, fino ai workshop per apprendere tecniche di autodifesa, l’evento abbraccia molteplici sfaccettature. Un punto saliente è l’evento di sport, danza e moda “Ora basta con la violenza sulle donne”, organizzato con il patrocinio della Presidenza dell’Assemblea Capitolina.

Gesti simbolici, come le “panchine rosse” distribuite nelle scuole del Municipio IX e a Isola Farnese, insieme all’illuminazione di Palazzo Senatorio in Piazza del Campidoglio dalle 18, con il prezioso supporto di ACEA, contribuiranno a sensibilizzare la città sull’importanza di contrastare la violenza di genere.

L’iniziativa culminerà con un flashmob, un’opportunità per interrompere il silenzio, fare rumore e gridare insieme “Giù le mani dalle donne”. Questo gesto di solidarietà e consapevolezza vuole superare le parole di circostanza, spingendo verso azioni concrete.

Monica Lucarelli, Assessora alle Politiche della Sicurezza, Attività Produttive e Pari Opportunità di Roma Capitale, sottolinea l’importanza di agire concretamente contro la violenza sulle donne, affermando: “La violenza sulle donne è una crisi globale che riguarda tutti, ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Abbiamo bisogno di maggiori fondi a disposizione degli enti territoriali, una programmazione di azioni di prevenzione che partano dalla formazione obbligatoria nelle scuole, per insegnanti e studenti”. Un appello forte e chiaro per promuovere il cambiamento radicale necessario per eliminare questa piaga sociale.

Il programma