tarlaziogenerica

“A volte rimaniamo sorpresi, purtroppo in negativo, delle capacità amministrative di autorevoli enti istituzionali come il Comune di Roma e la Regione Lazio. In queste ore, infatti, è giunta dal tribunale amministrativo regionale del Lazio una doppia e sonora bocciatura per la sindaca Raggi e il presidente Zingaretti. Nel primo caso, il Tar avrebbe giudicato illegittima la delibera con la quale la Giunta capitolina nell’agosto 2019 ha definito e approvato la rete dei servizi ‘Gran turismo’; e tutto ciò, in quanto sarebbe stata adottata in violazione della norma regionale che attribuisce le funzioni in materia di questo tipo di servizi di trasporto. Mentre, nel secondo caso, il tribunale amministrativo ha nominato un commissario per individuare una rete integrata e adeguata di impianti di smaltimento rifiuti in ambito regionale, confermando in sostanza che la Regione Lazio non avrebbe competenza nella individuazione dei siti né tantomeno nella realizzazione negli impianti, avocando al Ministero la responsabilità di indicare l’area dove verrà costruita la discarica di servizio dell’Ato di Latina. Alla luce di questi due pronunciamenti, dunque, sollecitiamo Raggi e Zingaretti a stare maggiormente attenti alle delibere e ai provvedimenti che Comune di Roma e Regione Lazio quotidianamente approvano e pubblicano”.
Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.