ricotti

ricottiE’ da poco passata la mezzanotte all’incrocio di Via Pieve Bovigliana, nel quartiere romano di San Basilio. Il silenzio della notte viene però interrotto da un botto assordante che, ancor prima che i testimoni possano rendersi conto di quello che sia realmente accaduto, purtroppo già lasciava presagire al peggio. E’ questo lo scenario della tragedia in cui, la scorsa notte, si è fermata la vita del ventisettenne di Marino Alessandro Ricotti ( nella foto) deceduto in seguito ad violento incidente stradale in cui è rimasta coinvolta anche la fidanzata, la quale secondo alcune voci non confermate sarebbe incinta, che avrebbe riportato diverse fratture e ferite profonde.

RICOSTRUZIONE – A scatenare il tutto sarebbe stato tale Luca Petrocchi che, alla guida del suo Ducato, non avrebbe rispettato uno Stop travolgendo così la Fiat Punto alla cui guida c’erano appunto i due fidanzati. L’autista del furgone avrebbe cominciato la sua folle corsa poco prima di fronte ad un bar di San Basilio dove pare aver urtato una macchina in sosta. Dopo una breve discussione con il proprietario della vettura danneggiata, Petrocchi si allontana per poi essere rintracciato in via Fiuminata.

LA TRAGEDIA E LA TENTATA FUGA – Tirocchi non accenna a fermarsi e arrivato all’incrocio tra via Pieve Bovigliana, via Fiuminata e via Morrovalle non rispetta lo stop travolgendo di fatto il malcapitato Ricotti con la sua fidanzata. L’uomo alla guida del Ducato, nonostante l’evidente gravità dei fatti, non si ferma proseguendo in una fuga che, poco dopo, verrà interrotta dalla Polstrada. Le forze dell’ordine fanno sapere che Tirocchi risulterà positivo ai test di droga e alcol, nel suo sangue sono state infatti rinvenute tracce di alcol oltre che di marijuana e cocaina. Attualmente per l’uomo è stata formalizzata l’accusa di omicidio colposo, assieme all’omissione di soccorso e alle lesioni colpose.