regionelazio56

“In merito alle dichiarazioni di esponenti regionali sulla situazione dei tamponi a Villa Albani, e più in generale nell’AslRm6, ci preme innanzitutto sottolineare che siamo profondamente riconoscenti al personale medico e infermieristico del presidio sanitario, che da settimane opera con impegno, passione e professionalità per garantire il diritto alla salute dei cittadini. Le nostre rimostranze, chiaramente, sono mosse nei confronti dell’amministrazione regionale, del presidente Zingaretti e dell’assessore D’Amato, purtroppo poco reattivi ed efficienti di fronte all’impennata di contagi Covid di questi ultimi giorni: una azione davvero poco efficace, quella della Regione Lazio, che sta arrecando disagi e problematiche ai tanti cittadini che raggiungono i drive-in e le strutture sanitarie, adibite alla effettuazione dei tamponi. Pur nella consapevolezza che l’emergenza pandemica rappresenti un contesto complesso e delicato, auspichiamo che la Regione metta immediatamente in campo una programmazione sanitaria seria, concreta e in grado di tutelare a pieno pazienti e utenti, e al contempo, sostenga lo già straordinario lavoro di medici e infermieri, – di Villa Albani come degli altri presidi sul territorio regionale -, verso i quali rivolgiamo la nostra più profonda gratitudine”.
Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e responsabile nazionale Organizzazione di Cambiamo con Toti, Adriano Palozzi.