cani

“In qualità di coordinatore nazionale di Rivoluzione Animalista esprimo soddisfazione per il fatto che sono state accolte le istanze dei proprietari di cani, da parte dell’amministrazione comunale di Teramo, in merito alla chiusura al pubblico dell’area dedicata allo sgambamento all’interno del Parco Fluviale. La soluzione di individuare un’area d’accesso alternativa all’attuale, passante sotto il ponte San Gabriele in fase di manutenzione, auspicata anche da noi di Rivoluzione Animalista, nell’intento ci infatti sembra una soluzione ideale.
Siamo soddisfatti della scelta, inoltre, perché il Parco Fluviale é notoriamente frequentato da un numero elevatissimo di cani, infatti dislocare rispetto alla zona del parco l’area di sgambamento avrebbe potuto comportare problemi di individuazione e di poco utilizzo del nuovo ipotetico spazio dedicato. Ci teniamo a sottolineare la nostra distanza ideologica da chi pone in essere atti di vandalismo o mere prese di posizione strumentali. L’aspetto fondamentale , in questo caso , é garantire la massima vivibilitá urbana ai nostri amici animali e la tutela della pubblica incolumità dei cittadini tramite l’adozione delle norme di civile convivenza. La tutela dei diritti animali, a nostro avviso, non deve essere una guerra ideologica né un pretesto per fare propaganda della più bassa lega politica oppure per mettere in atto, spesso, veri e propri atti di vandalismo mascherati dietro il nome di animalismo estremo. Anzi, la nobiltà della causa va accompagnata ad altrettanta nobiltà di intenti, che si esprime soprattutto nella sobrietà dei metodi e del dialogo con le amministrazioni competenti, cercando di essere un punto di contatto fondamentale tra associazioni animaliste e istituzioni pubbliche. Ho sentito personalmente l’assessore Maranella relativamente alla questione e spero che l’area venga riaperta in tempi celeri al pubblico, confermando come soluzione quella sopra descritta e anticipando che verrà prevista una suddivisione della stessa area per garantire la condivisione dello stesso ad animali di taglie simili onde evitare rischi per la loro incolumità . Ricordo anche ai proprietari di cani che in luogo pubblico é obbligatorio l’utilizzo del guinzaglio e il possesso della museruola. L’interdizione dell’area sgambamento, infatti, ha fatto sì che la moltitudine di persone che si recano al parco fluviale coi propri cani , pur di concedergli qualche minuto di libertà, li slegassero dal guinzaglio nell’area comune dove sono presenti oltre ad altri cani, una moltitudine di bambini e di persone su biciclette. Una simile situazione potrebbe causare motivo di pericolo per la pubblica incolumità.
Nel complesso, ci dichiariamo soddisfatti dell’attenzione prestata alla causa animale, ma chiediamo maggior celerità per il futuro nel realizzare interventi per la fruibilità dei servizi da parte dei possessori di animali”.
Così, in una nota, il coordinatore nazionale del partito Rivoluzione Animalista, Rino Febonio.