lupo

“Proseguono in maniera insensata e criminale le morti animali per mano dell’uomo. Pochi giorni fa è toccato a un povero lupo, ucciso lungo il confine con la riserva naturale di Torrile e Trecasali, nel parmense, da un colpo di un fucile da caccia. Una vera e propria tragedia che riaccende i fari mediatici su un tema delicato e complesso. Sono mesi che chiediamo a tutti i livelli istituzionali, soprattutto quelli nazionali e governativi, di incrementare controlli e inasprire le pene per i responsabili di queste azioni omicide, eppure ancora poco sembra muoversi sotto l’aspetto normativo. Nel caso specifico del lupo freddato nel parmense, auspichiamo che sia fatta piena luce sull’accaduto e sia consegnato quanto prima alla giustizia il responsabile. Come Rivoluzione Animalista, continueremo a monitorare la situazione e non abbasseremo la guardia di fronti a morti cosi tragiche e disumane, agendo soprattutto a livello legislativo”.
Così, in una nota, il segretario nazionale del partito politico Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.