carabinieri2

MARINO (RM) – Chiede ai genitori soldi per capi di abbigliamento griffati, profumi costosi, alcolici e sigarette e, in caso di rifiuto, li minaccia, li percuote e li obbliga a consegnargli fino a 1.000 euro al giorno. In manette è finito un 30enne albanese, senza occupazione, arrestato dai Carabinieri Compagnia di Castel Gandolfo con le accuse di maltrattamenti in famiglia e estorsione aggravata.

Ieri sera, i Carabinieri, transitando nel centro cittadino di Marino, hanno sentito alcune urla provenire da un’abitazione e sono immediatamente intervenuti. In casa hanno trovato il 30enne, che abita con i genitori, mentre minacciava il padre, intimandogli di raccogliere con la bocca alcuni generi alimentari scagliati a terra, per essersi rifiutato di dargli un centinaio di euro per uscire a divertirsi con gli amici.

Gli immediati accertamenti eseguiti dai Carabinieri della locale Stazione hanno portato alla luce analoghi episodi di violenze e continue richieste di denaro, consumatisi nel corso degli ultimi tre anni, che il figlio compiva nei confronti dei genitori. Denaro, che a volte raggiungeva la somma di circa 1.000 euro, che serviva al figlio violento per l’acquisto di beni superflui.

I Carabinieri hanno quindi arrestato il 30enne e lo hanno portato nel carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.