Si è spento a Roma nella notte tra il 27 ed il 28 febbraio il Dott. Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale della Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue dal 2003. “Nonostante la malattia di cui aveva personalmente scritto nell’ultimo editoriale del Noi in FIDAS, ha sempre mantenuto il sorriso e l’ottimismo che lo contraddistinguevano. Ciao, Presidente Vogliamo ricordarlo come nella foto, sorridente in uno dei tanti eventi FIDAS, eventi ed impegni istituzionali ai quali fino all’ultimo ha voluto prender parte personalmente e che non ha mai rimandato”. È quanto si legge in una nota della federazione, in ricordo di un uomo che ha sempre posto al centro dell’attenzione la vita dei pazienti. Un medico amato e profondamente stimato di cui si sentirà la mancanza. Un presidente che nell’ultimo anno ha voluto fortemente, così come tutto il sistema sangue italiano, incentivare la donazione del plasma, con l’obiettivo ultimo di poter raggiungere l’autosufficienza in tutta Italia. A tal proposito era solito ripetere spesso negli ultimi incontri: “Se solo ogni donatore di sangue, in Italia, donasse anche solo una volta all’anno il plasma, raggiungeremmo e anzi supereremmo l’autosufficienza nazionale”. Sempre dal sito nazionale della Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue si apprendono la data, l’orario, il luogo delle esequie e ancora: “Chiunque intenda dimostrare il proprio affetto e la vicinanza, può effettuare una donazione ad un’associazione di volontariato a propria scelta, a nome di Aldo Ozino Caligaris”.

Francesco Vullo