cantiere

cantiereAncora un crollo a via Dulceri, subito task force e indagini su uffici tecnici dei municipi
e abusi edilizi
“Ora basta, dopo l’ennesimo crollo avvenuto nel cantiere di via Augusto Dulceri, in VI  Municipio, è il momento di fermare i furbetti del mattone organizzando una vera e propria task force che verifichi le condizioni edilizie in tutta la città, e soprattutto un’indagine sulla correttezza delle procedure di controllo degli uffici tecnici dei Municipi e del Dipartimento, mettendo al riparo il territorio e i cittadini dagli scempi che, oltre ad essere contro la legge, mettono a repentaglio la vita stessa dei residenti. Il presidente del Municipio VI la pianti di nascondersi sotto le scrivanie accampando presunte incompetenze al controllo dei permessi di costruzione, o addirittura ignorando gli abusi totali che fioriscono nel quartiere. E’ l’ufficio tecnico del Municipio che deve controllare l’edilizia sul territorio”. Lo dichiarano in una nota congiunta il consigliere di Roma Capitale Fabrizio Santori e il capogruppo Pdl al VI Municipio Francesco Corsi, che lanciano l’allarme “per i continui e gravi pericoli cui la mancanza di controlli sull’edilizia espone l’intero Municipio ed in particolare la  zona di Tor Pignattara”.

“Il  caso di via Dulceri, la cui vicenda con il suo carico di pericolosità si trascina ormai da oltre un mese, senza che l’imprenditore responsabile abbia avuto almeno la coscienza di ottemperare alla diffida emanata dall’Ufficio stabili pericolanti per mettere il cantiere in sicurezza, racconta una storia perlomeno ambigua cui si contrappongono le segnalazioni di cittadini controllati e giudicati irregolari, e dunque denunciati, pur avendo l’autorizzazione ai lavori. E le ispezioni sono partite dagli zelanti  e puntuali, e in questo caso competenti, tecnici del Municipio VI. Basta a cittadini di seria A e cittadini di serie B, la legge è uguale per tutti”, concludono Santori e Corsi.