GABRIELLACARAMANICA

“Eccoli qua, li attendevamo al varco e puntuali sono arrivati: in piena campagna elettorale Giorgia Meloni e Matteo Salvini si ricordano improvvisamente che nel nostro Paese esistono gli animali. Al fine di racimolare qualche voto, ad esempio, la leader di Fratelli d’Italia si dice pronta a “battersi per garantire loro (agli animali) una vita dignitosa e piena d’affetto”. Un grandissimo slogan elettorale, una conversione sulla via di Damasco davvero originale e contraddittoria. Mentre del capo della Lega, Matteo Salvini, c’è davvero poco da aggiungere a quanto già ampiamente denunciato in passato, con i leghisti – soprattutto a livello regionale – spesso e volentieri dalla parte della caccia e delle lobby venatorie. Cari Meloni e Salvini, non basta dunque qualche “copia e incolla” per convincere la fetta di animalisti a votarvi alle prossime elezioni politiche del 25 settembre. Il vostro impegno a favore degli animali non può essere quello dell’ultimo minuto, giusto per accaparrarvi qualche voto in più, e poi svanire a risultato ottenuto: servono idee serie e proposte concrete, e non programmi elettorali ricchi di vuoti slogan e promesse vane”.
Così, in una nota, il segretario nazionale del partito “Rivoluzione Ecologista Animalista”, Gabriella Caramanica.