“La crescita di un territorio come Marino non può prescindere dalla crescita formativa e culturale dei suoi giovani cittadini. La scuola pertanto è la nostra priorità perché le nuove generazioni sono il seme della comunità che cresce”. A sottolinearlo, in una nota, sono il candidato sindaco Fabrizio De Santis e la candidata prosindaco Gabriella De Felice, sostenuti in occasione delle elezioni amministrative di Marino del 3 e 4 ottobre dalla coalizione composta da Fratelli d’Italia, Cambiamo-Rinascimento, Città di Marino – Una Pagina da scrivere, Movimento 2.0 De Santis sindaco, Uniti si fa, e Marino Giovane.

Per De Santis e De Felice la scuola e l’istruzione rappresentano uno degli asset fondamentali del programma elettorale, due aspetti della vita amministrativa che saranno primari nell’agenda istituzionale, una volta eletti a Palazzo Colonna: “Ogni anno sono moltissimi i giovani di Marino che, a soli 14 anni, superato l’esame di terza media, sono costretti ad allontanarsi dal nostro territorio. Marino deve dotarsi innanzitutto di un nuovo istituto superiore, necessità che non può più essere rinviata – spiegano De Santis e De Felice -. Solleciteremo dunque gli enti sovracomunali, dalla Città Metropolitana alla Regione Lazio fino al Ministero competente, per la realizzazione di una scuola superiore e per il reperimento dei relativi fondi. Un istituto da intitolare alla memoria dell’insegnante Annamaria Ascolese”.

Chiaramente sarà altissima l’attenzione anche per i plessi di proprietà comunale: “Implementeremo ad esempio la manutenzione e la ristrutturazione delle strutture esistenti. E stiamo pensando alla realizzazione di un Campus, che potrebbe soddisfare più agevolmente le esigenze degli studenti e incrementare l’efficienza in termini di logistica e trasporto pubblico”, aggiungono ancora il candidato sindaco e la candidata prosindaco. Senza dimenticare l’implementazione di un “sistema di attività extrascolastiche a condizioni agevolate e favorevoli alle famiglie”; “l’Attività sportiva negli istituti scolastici in collaborazione con le società e le associazioni sportive del territorio”, e la convocazione di un “tavolo di confronto con gli Atenei per la creazione di sedi distaccate di Facoltà Universitarie. E ancora il potenziamento del sistema di trasporto scolastico per agevolare il raggiungimento dei plessi prescelti dai nostri ragazzi”, chiosano De Santis e De Felice.