È durata esattamente una settimana la latitanza di Boukhalil Salah, il detenuto evaso dal carcere “San Donato” di Pescara domenica 11 luglio. E’ stato rintracciato ed arrestato in Puglia. 

Il 21enne aveva approfittato dell’uscita all’aria aperta per fuggire e far perdere le proprie tracce, dopo aver scavalcato ben due muri di cinta. Era in carcere per una rapina compiuta a Roma per la quale era stato arrestato dalla Polizia.

Dopo l’evasione sono iniziate tempestivamente le ricerche da parte degli uomini del Nucleo Investigativo Centrale e dellaSquadra Mobile di Pescara, che attraverso un’articolata attività investigativa e un fitto scambio informativo, sono riusciti in brevissimo tempo ad individuare una abitazione a Cerignola (FG) nel centro cittadino, dove l’evaso poteva essersi rifugiato. Nella serata di ieri, con la collaborazione della Squadra Mobile di Foggia e personale del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, Nuclei regionali di Roma e Bari, è scattata quindi una perquisizione che ha consentito di rintracciare e trarre in arresto l’evaso per il quale nella giornata di domani è prevista la direttissima.

Nella circostanza sono stati denunciati all’A.G. di Foggia in stato di libertà per favoreggiamento due suoi connazionali 21enni.