logocambiamo

“E’ giallo a Terracina per la rimozione del macchinario per la TAC dall’ospedale Alfredo Fiorini. A porre la questione al centro del dibattito politico il movimento politico Cambiamo! con Toti. Secondo il coordinatore cittadino Loreto Maragoni, il consigliere comunale Marcello Masci e l’assessore alle Attività Produttive, Gianni Annarelli, la mancata audizione presso la VI Commissione delle Politiche Sociali, del Direttore Sanitario del Presidio Centro Ospedaliero, dottor Giuseppe Ciarlo, rappresenterebbe un’occasione persa per fare chiarezza su una materia tanto importante per la cittadinanza. “ Comprendiamo – affermano i totiani di Terracina – come l’emergenza legata alla pandemia Covid 19 abbia trattenuto il dott. Ciarlo. Così come siamo consapevoli che il macchinario sia stato rimosso per essere sostituito con unopiù moderno. Quello che non “digeriamo” – continuano- è come mai la vecchia TAC sia stata portata via prima dell’installazione della nuova, prevista a fine Aprile. E’razionale lasciare una bacino di circa 100.000 abitanti senza questo fondamentale servizio, costringendo la popolazione a recarsi presso altre strutture sanitarie in piena emergenza Covid? I cittadini ci chiedono come sia possibile non considerare il rischio fatto correre ai degenti ricoverati o a quanti arrivano presso l’ospedale con gravi fratture, costretti a muoversi in ambulanza nei vari ospedali della provincia con il rischio di imbattersi nella pandemia.” Una situazione cui i dirigenti locali di Cambiano! con Toti sono decisi a trovare un’immediata soluzione. “In primo luogo – concludono – è nostro auspicio che si possa tenere una nuova riunione alla presenza del dott. Ciarlo, per poter sentire dalla sua viva voce quali siano le prospettive dell’offerta sanitaria per i cittadini di Terracina e dei paesi limitrofi. Secondariamente saremo parte attiva all’interno dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Tintari, affinché la nuova Tac venga installata in tempi record, consentendo alla popolazione di non essere scoperti in questa drammatica situazione sanitaria. Sarebbe paradossale che proprio nel momento in cui si evidenzia in tutta la sua forza la necessità di avere presidi ospedalieri di qualità, la città di Terracina venga provata di un servizio tanto importante quanto fondamentale per le esigenze della popolazione.” Per quanto sopra abbiamo deciso di chiedere all’On. Adriano Palozzi Consigliere Regionale di Cambiamo! Con Toti di presentare una interrogazione in merito presso il Consiglio Regionale Lazio, chissà cosa risponderà il Governatore Nicola Zingaretti, forse ancora scosso dalle vicende legate alle dimissioni da segretario nazionale del PD, per prestare le giuste attenzioni al nostro territorio.