Domenica, 21 Luglio 2019

Ultimo aggiornamento05:45:22 PM

  • Twitter
  • Info

PLAY TIME

E' uscito il nuovo singolo di Ivana Spagna

spagnaÈ appena uscito il nuovo singolo di Ivana Spagna: Cartagena. Il brano è cantato con Jay Santos

e accompagnato dal videoclip per la regia di Michele Vitiello e realizzato da gruppo E-motiva,

lo stesso che segue anche l’interprete e autrice Carol Maritato. “Ivana Spagna, dopo un periodo di silenzio discografico,

anticipa il suo nuovo album con un brano fresco e coinvolgente, mi sorprende - sottolinea Carol -

come i grandi artisti abbiano la grande capacità di intuire nuove strade e coglierne gli aspetti più incisivi; il risultato è un brano tipicamente estivo che invita proprio al movimento con il suo incedere reggaetone” Ivana è già al lavoro sul singolo autunnale che aprirà fra settembre / ottobre l’album di inediti. “Faccio i miei più sentiti auguri a una voce fra le più internazionali che abbiamo in Italia e a una donna di grande sensibilità - commenta Carol Maritato - la mitica Ivana Spagna. Dopo il duetto con gli Audio 2, Ivana Spagna torna con una nuova collaborazione; questa volta, però, l’intenzione è di far divertire e far ballare tutti. Cartagena è un pezzo reggaeton, allegro e spensierato. La canzone, con il suo ritmo latino ed orecchiabile, invita a muoversi e a lasciarsi andare (in fondo all’articolo trovate il testo del brano).

Cartagena (etichetta Tuned Turtle Management – distribuzione Artist First) è nata dalla collaborazione della cantante con Jay Santos; ed è stata scritta insieme a Valenzuela Garzon German Felipe e Giorgio Spagna, fratello di Ivana. L’artista di Valeggio sul Mincio racconta che mentre stava lavorando al suo nuovo album insieme al fratello, proprio quest’ultimo le ha fatto sentire una base. “L’abbiamo sentita insieme, ed effettivamente funzionava. Gli ho detto che ci avremmo dovuto lavorare, che avremmo dovuto buttare giù la melodia. Un giorno ci siamo messi e abbiamo buttato giù la melodia, che è l’inciso proprio di Cartagena“.

L’artista – su suggerimento del proprio manager Ugo Cerruti – ha fatto poi ascoltare il pezzo a Davide Ippolito, dj e produttore milanese, al quale “è subito piaciuto il pezzo” e al quale si deve l’idea del duetto con Jay Santos. Spagna rivela infatti: “Davide ha organizzato tutto, ci siamo trovati a Milano sempre nel suo studio con Jay Santos e il suo manager Stefano Pugnali. Jay ha sentito il pezzo e gli è piaciuto, tanto da volerci lavorare su. Così abbiamo iniziato la collaborazione anche a distanza, Jay mandava a Teo e a me le parti, abbiamo lavorato insieme“. Così è nata dunque Cartagena.

Una pasqua di solidarietà per Carol Maritato

caromaritatoGiovane, bella, brava e anche dedita al prossimo. La cantautrice romana e già speaker radiofonica di Radio Italia Anni ’60,

appena laureatasi, ha preferito saltare i festeggiamenti con amici e parenti per dedicarsi alla solidarietà, alla vicinanza ai meno

fortunati. Nella giornata di oggi, infatti, la promessa della canzone italiana si è recata in visita alla casa circondariale di

Rebibbia per regalare uova di Pasqua ai detenuti e dare quindi un momento di sollievo e sorrisi a guardie penitenziarie e

detenuti del carcere capitolino. Tappe seguenti sono stati gli anziani ricoverati presso il reparto di Medicina del San Giovanni Addolorata, magistralmente coordinato dalla Caposala Sonia Silvestrini, e i bimbi della chirurgia pediatrica del San Camillo Forlanini, guidato dal Dg Fabrizio D’Alba, sempre attento ai pazienti e alla solidarietà. “E’ stata una esperienza intensa e profonda – ha detto Carol Maritato -. Sia a Rebibbia, per il quale ringrazio la disponibilità della polizia penitenziaria e del commissario Giannelli, che si prodigano quotidianamente per il recupero sociale dei detenuti, che nei due nosocomi capitolini, per i quali dico grazie al personale splendido e alle direzioni sanitarie. E proprio in momenti come questi, che solidarietà e vicinanza al prossimo vincono sempre”, ha concluso Maritato.

La solidarietà de "Il Tulipano bianco" per la scuola di via Nomentana

tulibiancosordiContinua spedito il progetto “Il giardino commestibile 2.0”, fortemente voluto dall'associazione “Il Tulipano Bianco”

e avviato all'inizio di novembre presso l'Istituto Statale per Sordi di Via Nomentana 56, a Roma.

Un progetto molto apprezzato che prevede attività pratiche degli alunni nell'orto diventate ormai parte integrante della vita della scuola. Le attività si sono svolte e continuano a svolgersi con impegno e partecipazione, coinvolgendo

tutte le classi della scuola primaria con piccoli progetti. Chiaro l'obiettivo, come spiega il presidente de “Il Tulipano Bianco”,

Francesco Giordani: “Partendo da obiettivi esclusivamente di solidarietà sociale, vogliamo promuovere la conservazione della natura, della biodiversità, della salute umana e la protezione dell’ambiente in modo socialmente giusto, equo ed ecologicamente durevole a vantaggio e beneficio delle generazioni presenti e future”.

Questa scelta è stata fatta per coinvolgere tutti gli alunni nella nuova e motivante esperienza, dopo la lunga attesa che aveva caratterizzato il precedente anno scolastico. Gli interventi nell'orto si svolgono sempre alla presenza di un operatore de “Il Tulipano bianco”, che coordina e predispone le attività da proporre ai bambini, insieme all’insegnante di classe. Anche nel periodo prettamente invernale e nelle settimane in cui a causa del maltempo non è possibile scendere nell‘orto, vengono attività in classe di recupero e sviluppo degli stimoli, colti durante le attività di coltivazione e sono organizzate lezioni e proposte di approfondimento specifiche sul compostaggio, la fauna, l'educazione ambientale e alimentare.

“Tutte le iniziative - continua il presidente Giordani - hanno contribuito a consolidare uno stile di lavoro e di apprendimento che partendo dall'esperienza passate si è completato con attività ed iniziative sia nuove che già in atto nella scuola stessa. E, in questo quadro, risulta fondamentale l'attività di programmazione e la collaborazione fra la nostra associazione e l'insegnante referente: questi incontri si sono strutturati in maniera da adeguare i tempi e le modalità del progetto all'interno del plesso scolastico. Siamo dunque molto soddisfatti dei risultati de “Il Giardino Commestibile 2.0: risultati che non sarebbero stati possibili senza le tante persone che hanno destinato il 5 x 1000 alla nostra associazione. A tutte loro diciamo un grazie di vero cuore”.

Radio, “Dimmi di te” e “Polvere di stelle” tra le trasmissioni top

carolmaritato“La cantautrice romana Carol Maritato si conferma tra le voci più ascoltate e apprezzate dell’etere capitolino.

La giovane artista romana, infatti - alla conduzione delle trasmissione “Polvere di Stelle” e “Dimmi di te”, on air su Radio Italia

Anni ’60 sulla frequenza 100.5 – risulta tra le speaker radiofoniche del momento, grazie alla sua voce calda, giovanile e brillante.

Vincenti anche i format delle due trasmissioni, edite dal gruppo Maritato, che si configurano interessanti contenitori di attualità e approfondimento sui temi giudiziari, politici, sociali, economici e culturali. Un doppio format radiofonico innovativo e ambizioso, che vede settimana per settimana ospiti ed esperti di levatura nazionale e internazionale.

“Non mi aspettavo tutta questa attenzione mediatica - sottolinea Carol Maritato -. Questo successo e questa partecipazione tuttavia non mi sorprendono visto e considerato che ho alle spalle una squadra grandiosa, professionalità competenti e serie con cui si lavora divinamente. Sono dunque molto contenta e continuo la mia avventura radiofonica con rinnovato slancio e impegno. Nelle prossime settimane a “Dimmi di te” e “Polvere di Stelle” sono programmati nuovi approfondimenti, ospiti di eccezione e di elevato rango sociale, istituzionale, culturale ed economico”, conclude Carol Maritato.

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la VII Edizione del PROGETTO YOUNG

euroma2insideProsegue il progetto ideato ed organizzato da Euroma2 per l’Educazione Civica, indirizzato agli alunni delle

Scuole elementari di Roma, per puntare l’attenzione sui valori dell’educazione stradale, la sicurezza della persona e il primo soccorso.

Si tratta del “Progetto Young” che si svolge nel mese di marzo nelle aule delle classi IV e V delle scuole elementari dei Municipi VIII, IX e X

e che anche quest’anno torna ad Euroma2 dal 25 marzo al 5 Aprile.

I 2.300 bambini coinvolti, dopo aver appreso in aula nel mese di marzo le nozioni teoriche, ogni mattina dalle 9:00 alle 12:00 vengono accompagnati dalle insegnanti ad Euroma2 per assistere a dimostrazioni pratiche tenute dai volontari del Gruppo Protezione Civile Camelot Him Onlus e della Croce Rossa Italiana Municipio IX di Roma. Per la prima volta quest’anno è presente ad Euroma2 il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale con lo spazio “Io non rischio” dove saranno fornite utili informazioni su come prevenire i danni delle alluvioni, maremoti e terremoti ed affrontare al meglio le situazioni di emergenza. È stato, inoltre, allestito uno spazio in cui Volontari della Protezione Civile illustreranno, anche attraverso immagini e video, la loro attività.

L‘ampia partecipazione delle Scuole testimonia come il Progetto Young riceva, di anno in anno, notevole dimostrazione di interesse da parte delle istituzioni scolastiche, sempre più coinvolte nell’iniziativa. Quest’anno parteciperanno al Progetto Young 31 Scuole primarie di Roma, delle quali hanno aderito 95 classi, con il coinvolgimento di circa 2.300 alunni. Euroma2 ha messo a disposizione i transfert per agevolare l’arrivo degli alunni dalle diverse Scuole di Roma.

Il percorso didattico prevede una serie di incontri formativi in aula, dove vengono illustrate le nozioni di primo soccorso, come la valutazione di un incidente, la richiesta di soccorso e le azioni che si possono compiere per risolvere situazioni non complicate, quali medicare una piccola ferita. Presso Euroma2, attraverso la ricostruzione di un piccolo circuito automobilistico e le postazioni della Croce Rossa, i bambini sono invitati ad assistere alle dimostrazioni dei Volontari, per osservare da vicino l’interno di un’ambulanza, prendere confidenza con i primi rudimenti della guida automobilistica, mettendo in pratica le basilari regole della strada e del primo soccorso.

L’iniziativa “Progetto Young” è patrocinata dalla Regione Lazio, dalla Città Metropolitana di Roma Capitale e dal Comune di Roma. Quest’anno, per la prima volta, viene realizzato in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

Nel weekend del 30 e 31 Marzo, si svolgerà l’originale iniziativa “L’Ospedale dei Pupazzi”, ideata dal Segretariato Italiano Studenti di Medicina, e rivolta a bambini dai 2 agli 8 anni. Nella galleria commerciale di Euroma2 verrà riprodotta una corsia d’ospedale, suddivisa in reparti, dove gli studenti della Facoltà di Medicina dell’Università di Tor Vergata effettueranno insieme ai bambini, attraverso il gioco, visite mediche e diagnosi sui loro pupazzi.

In arrivo una nuova puntata di "Polvere di Stelle"

radiomixCarol Maritato e Barbara Verchiani sono le padroni di casa della trasmissione “Polvere di Stelle” on air sulla storica emittente romana, Radio Italia Anni ’60, e puntano al successo con il loro salotto musical culturale. La trasmissione si può ascoltare tutti i giovedì pomeriggio dalle ore 14 alle ore 15 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm, in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili nonchè sul sito www.radioitaliaanni60roma.it..

Ospiti d’eccezione della puntata di giovedì 28 marzo sarà il bravo Nicco Verrienti. Autore di canzoni per cantanti italiani di grande successo come Chiara, Emma, Francesco Renga, Anna Tatangelo, Federica Carta, Noemi e tanti altri, Nicco Verrienti ha partecipato per ben due volte al Festival di Sanremo ed ha vinto il Festival di Castrocaro. Scrive e produce musica nel suo Albicocca Studio, laboratorio creativo dove segue lo sviluppo di nuovi progetti musicali. Non resta che collegarvi e sognare!

Chef Rubio si confessa: "Io sex symbol? Beh, vi dico che..."

Rubio905Chef Rubio è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici",

condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta ogni notte dall'1.30 alle 6.00 del mattino.

Qualche settimana fa su alcune dichiarazioni di Chef Rubio si è creata una grande polemica:

"Che gli chef pippano?A dire il vero non ho mai detto una cosa del genere. Non ho dovuto né correggermi né dovermi giustificare.
Mi ha fatto molto sorridere il rumore che si è creato attorno a questa cosa. I giornalisti certe volte copiano e incollano le cose e lo fanno anche in maniera sbagliata. Questo la dice lunga su come possiamo contrastare tante cose a livello socio-politico. Io ho detto tutt'altro, la mia era una risposta ad una domanda che era stata articolata durante un pranzo e che durava 45 minuti, e che era stata riassunta con 'nel mondo dello spettacolo ci sono delle persone che ne fanno costante uso e che spesso gravitano all'interno di studi televisivi. Io ho avuto l'occasione di osservare certi comportamenti di rado, perché di rado mi sono presentato dentro a uno studio'. Da lì il passo che si è fatto, per chi non ha cognizione di causa e non dovrebbe nemmeno fare il giornalista, è stato quello di copiare e aggiungere che all'interno degli studi dove ci sono altri chef televisivi si fa questo uso di cocaina e e di conseguenza che tutti gli chef la usano. Non è stata raccontata bene né la domanda, né la risposta".

Sui giovani che scendono sempre più spesso in piazza per l'ambiente: "Viva i ragazzi che si fanno sentire. Se la loro è solo una scusa per non andare a scuola? Ci sono politici che non perdono l'occasione per non fare niente e fare campagna elettorale quotidiana per sciacallare sulle notizie, assentandosi costantemente dal posto di lavoro". 

Su Zingaretti, nuovo segretario del Pd: "Non lo conosco personalmente, gli ho stretto la mano durante un convegno qualche anno fa, non posso esprimere nessun parere, gli auguro di poter mettere su davvero un nuovo movimento per contrastare la destra e la Lega che stanno spopolando. Gli auguro di essere parte attiva di un qualcosa che possa essere utile all'Italia, non a una sola fazione".

Sullo ius soli: "Chi nasce sul territorio appartiene a quel territorio, nonostante il retaggio culturale che possa avere la sua famiglia. Chi nasce in Italia è italiano".

Chef Rubio è un grande sex symbol: "Dite che le donne impazziscono per me? Ma alla fine vengono con voi! A me dedicano l'attenzione del momento con un like o un post, ma poi tornano alla loro vita. C'è molta gente che ha il piacere di scambiare una chiacchiera volante o un selfie con me, non solo donne. E' una cosa trasversale, nell'età, non solo solo nel sesso. Sto facendo un percorso sincero, schietto, le persone me lo riconoscono". 

Sulla formula all you can eat: "Va di moda da un po', chiunque almeno una volta ha provato a rifocillarsi in questi posti, anche io. E' una formula che quando hai fame e hai venti euro in tasca ti può far comodo, ma sicuramente non è un posto dove si può scoprire un Paese che viene dall'oriente e che fa della qualità il suo cavallo di battaglia". 

Pmi e cyber sicurezza nel salotto radio della Maritato

imprese45Piccole imprese, professioni, credito, cyber sicurezza in ambito sanitario. Di questo e tanto altro si parlerà oggi in occasione della nuova interessante puntata di “Dimmi di te”, in onda su Radio Italia Anni ’60 ogni mercoledì dalle 19 alle 20 (oltre all’ormai consueto appuntamento ogni martedì dalle 14 alle 15). Conduttrice sarà, come sempre, la cantautrice romana e speaker radiofonica, Carol Maritato, che sarà coadiuvata da Antonella Picariello, coordinatore nazionale di Assotutela per i rapporti parlamentari: una grande professionalità che va ad arricchire la caratura dell’apprezzato programma radio.

“Dimmi di te”, edita dal gruppo Maritato, è una trasmissione di attualità e approfondimento sui temi giudiziari, politici, sociali, economici e culturali. Un format radiofonico innovativo e ambizioso, che vede settimana per settimana ospiti ed esperti di levatura nazionale e internazionale. “Dimmi di te” andrà dunque in onda tutti i martedì e tutti i mercoledì su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma sui 100.50 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili, sul sito www.radioitaliaanni60roma.it e sul sitowww.radiosanremoweb.it.

Ospiti della puntata di mercoledì 20 marzo, saranno Gianni Cicero e Claudio Villanacci. Gianni Cicero è il presidente della Fondazione Centro Studi Valore Impresa, che ha organizzato per giovedì 28 marzo “Gli Stati Generali delle Pmi” alla Camera dei Deputati (ore 14.30-19.30), presso l’aula dei gruppi parlamentari: un appuntamento fondamentale per parlare di credito e piccola e media impresa, con parlamentari, ministri, imprenditori, professionisti e categorie.

A seguire il microfono passerà al dottor Claudio Villanacci, ex generale della Guardia di Finanza che lega una pluriennale esperienza giuridica a una conoscenza della protezione delle reti informatiche maturata durante la sua proficua esperienza giuridica negli Stati Uniti. Ci parlerà in maniera professionale e competente della cyber sicurezza nel sistema sanitario.

La Giornata del donatore a Tor Vergata

donatoretorvergataSi è tenuta a Roma il 15 marzo, presso l'Auditorium Ennio Morricone della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Tor Vergata, una giornata dedicata alla cultura della donazione del sangue. In questa occasione è stata presentata la prima edizione del premio letterario “Gocce di vita”, nato da un'idea di Chiara Capanni. L'evento è stato organizzato dai Volontari Donatori di Sangue del Policlinico Tor Vergata in collaborazione con i Giovani Donatori di Sangue Uniroma2. Molti sono stati i partecipanti che hanno voluto raccontare la propria esperienza con il mondo della donazione all'interno di una manifestazione che ha voluto perseguire gli obiettivi della Onlus da sempre impegnata sia nello sviluppo di un contatto umano all'interno dell'ambito ospedaliero, sia nel ricercare nuovi donatori e collaboratori in formazione. Assieme al prof. Gaspare Adorno – direttore del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale – numerosi sono stati i medici ed i professori dell'ateneo intervenuti durante il convegno e la premiazione, che ha visto vincitori come autori dei racconti selezionati: Giuseppe Urbani, al terzo posto con il suo “Un dolce dolcissimo”; Giulia Falabella, al secondo posto con “Un legame di sangue”; Priscilla Pacetti, al primo posto per “Sangue del suo sangue”. Non meno importante è stato il riconoscimento per tutti gli altri partecipanti al concorso letterario, i quali vedranno pubblicare il proprio lavoro all'interno di un'antologia che sarà distribuita all'interno dei Licei e delle Università di Roma, al fine di sensibilizzare e diffondere in un modo innovativo la cultura della donazione del sangue e degli emocomponenti. Allo stesso modo sono stati premiati numerosi donatori particolarmente generosi e votati alla nobile causa, per le quali sono state previste tre diverse categorie: oro, argento e bronzo. Il riconoscimento d’oro è andato a Stefania Sindici. Premio d’argento per Luisa Russo, Gianni Adamo, Luana Speranza, Giovanni Cocchia, Onofrio Corso, Stefano Galgano, Mirko Saltarelli e Claudio Zampetti. Premio di bronzo per Gina Arciero, Giuliano Stillo, Stefania Belciecchi, Francesco Terribili, Anna Cirilli, Domenico Tripodi, Arianna Corona, Massimiliano Ventrice, Paola Giobetti, Fulvio Virgili, Maria Rosa Loria, Maria Carmine Lubrano, Stefania Mancini, Fabiola Mistretta, Carla Nunziata, Barbara Pacchiarotti, Marina Passeri, Caterina Pavoni, Marina Pergolesi, Sonia Pirz, Rachele Riccio, Tiziana Rossi, Tecla Simoncini e Grazia Dellisanti. Altri riconoscimenti sono stati inoltre consegnati da Giuseppe Moro – vice presidente della sezione donatori e anima dell'evento – al Gruppo Boxe “Gladiators” per l'unione tra sport, vita sana e donazione del sangue; al prof. Leonardo Palombi e al Dott. Francesco Gilardi per l'impegno e la collaborazione profusa per promuovere l’etica della donazione.

《Manifestazioni di questa natura servono per consolidare ed incrementare i legami di sangue che uniscono tutti i donatori a tutti i fruitori ed esaltano il valore insostituibile del fattore umano》 ha commentato il prof. Alberto De Stefano, presidente dell’associazione Volontari per il Policlinico Tor Vergata – ONLUS.

Con la partecipazione della testimonial Ilaria Molisani, le musiche di Lele Anastasi, lo spettacolo di magia portato avanti dall'illusionista Matteo Casciani e Mattia Lattanzi come conduttore dell’evento il pubblico ha passato un piacevole pomeriggio all'insegna della sensibilizzazione. Donare il sangue è semplice, gratuito, non porta via più di 15 minuti, può consentire di salvare la vita a chiunque e dovrebbe essere doveroso per chi è in possesso dei requisiti di idoneità diventare un donatore.

Francesco Vullo