Venerdì, 03 Aprile 2020

Ultimo aggiornamento03:12:09 PM

  • Twitter
  • Info

PLAY TIME

Firenze, Carol Maritato canta e incanta al Tuscany Hall

carolhallSi è rivelato un grande successo di pubblico e partecipazione l’opening della giovane

ed affermata cantautrice, Carol Maritato, che nella serata di venerdì 21 febbraio ha aperto

il bellissimo “Queen At The Opera”, svoltosi al TuscanyHall, uno dei più importanti e rinomati teatri d’Europa,

situato nel cuore di Firenze. La cantante originaria di Roma ha cantato il suo brano di successo “Dimmi di te”,

da lei stessa scritto e arrangiato e che è presto diventato pezzo virale su social e web. Bellissima nel suo vestito lungo, Carol Maritato ha incantato i tremila spettatori con la sua voce decisa e soave. Una performance notevole, arricchita da un contesto pazzesco. “Queen at the opera”, infatti, è il primo ed originalissimo Concerto/Show interamente basato sulle musiche dei Queen in una inedita e coinvolgente veste rock/sinfonica mai creata prima. Lo spettacolo sta riscuotendo enorme successo, in Italia e nel mondo, grazie anche alla presenza sul palco di oltre 40 straordinari performer. Insomma, un evento maestoso di cui Carol Maritato è stata grande protagonista.

Roma, in preparazione il convegno sulla tutela donne con de Gioia

locandinadegioiaNon si fermano gli appuntamenti e le iniziative alle quali partecipa il giudice e magistrato ordinario del Tribunale

Penale di Roma, Valerio de Gioia, al fine di promuovere nella società e nella comunità

la tutela della donna e tutti gli strumenti giuridici a disposizione nell’ordinamento italiano.

L’autore del voluto “Il Codice Rosso”, edito da La Tribuna, infatti, sarà tra gli autorevoli ospiti del convegno,

organizzato dalla Sezione di Roma dell’Associazione Nazionale di Polizia Penitenziaria, in collaborazione con l’Associazione Culturale Litorale Romano, l’Accademia Europea di Studi Penitenziari e dal Sindacato di Polizia Penitenziaria Sappe, che registra peraltro importanti patrocini, come quello della Regione Lazio e del Municipio X di Roma Capitale.

L’evento, molto, atteso, è fissato per il prossimo 8 marzo, giornata della Festa della Donna, presso l’aula magna del Palafijlkam, situato in via dei Sandolini, 79, a Roma. L’iniziativa punta a valorizzare e diffondere tra le giovani generazioni la cultura della prevenzione e del contrasto ai fenomeni di violenza contro le donne. Oltre al giudice Valerio de Gioia, saranno presenti il Presidente Nazionale Anppe e Segretario Generale del Sappe Donato Capece, il giornalista Emilio Orlando, il Vice Presidente Anppe Roma Luigi Zaccaria, la Giornalista e scrittrice Emanuela Del Zompo, il Vice Presidente Anppe Roma Giovanni Passaro, Criminologo, Ispettore di Polizia Penitenziaria, la giornalista opinione delle libertà Federica Pansadoro e l’Ispettore di Polizia Penitenziaria Giovanni Salis.

Molfetta, intervista all'assessore Allegretta: "Ripartire dalla cultura"

saraallegrettaSara Allegretta è assessore alla Cultura del Comune di Molfetta.

Una figura professionale, competente ed eclettico. Oltre a ricoprire un incarico istituzionale

e a occuparsi ogni giorno della sua città, è anche una cantante lirica. L’abbiamo intervistata per conoscere progetti ed iniziative,

tesi alla valorizzazione di Molfetta.

Assessore, è alle porte la nuova edizione di Rosso porpora, fortemente voluto dal suo assessorato. Ci dice qualcosa di più?

“La rassegna Rosso porpora nasce nel 2018 su iniziativa dell'Assessorato alla Cultura per sensibilizzare la comunità su un tema particolarmente delicato e sentito, tenendo l'attenzione alta non solo in occasione del 25 novembre, ma in tutto l'anno. Ho voluto affrontare il tema della violenza di genere attraverso le arti: musica, teatro, poesia, danza e letteratura creando ogni volta spunti di riflessione sulla tematica. La violenza di genere passa attraverso una varietà infinita di sfaccettature, a volte sottili, implacabili inesorabili ed ho scelto di declinare il tema attraverso le diverse forme d'arte. La rassegna, di grande impatto emotivo, ha avuto una importante testimonial nella dott.ssa Livia Pomodoro, magistrato. Quest'anno ho voluto rivolgere una particolare attenzione al cd. "Codice rosso" e a tutta la legislazione a tutela delle donne, con il prezioso contributo del magistrato Valerio de Gioia e della giornalista Adriana Pannitteri”.

Molfetta è città ricca di storia e cultura. Cosa state facendo per valorizzarla?

“La valorizzazione della città è passata attraverso la cura e la ristrutturazione di numerosi beni culturali che oggi stiamo restituendo alla fruibilità dopo importanti interventi di ristrutturazione e che vanno dal bellissimo Palazzo della Musica, al Torrione Passari, al complesso monumentale di Fabbrica di San Domenico con la Biblioteca e il Chiostro, al Pulo, etc... A questo si aggiunge una importante e ricca attività culturale che si sviluppa su tutto l'arco dell'anno”.

Un giudizio sulla sua attività e le prossime iniziative in campo

“ ulla base di quanto detto stiamo lavorando al dossier per la candidatura di Molfetta a Capitale italiana della Cultura 2021, oltre alla programmazione di Eventi Molfetta 2020, un cartellone di appuntamenti artistico-culturali di grande richiamo giunto alla sua terza edizione”.

Riscatto Laurea agevolato, a Roma e nel Lazio è vivo l'interesse

carmelatisoA chi conviene riscattare gli anni di laurea alla luce delle recenti novità inserite

nella circolare dell'Inps numero 6, datata 22 gennaio 2020 in tema di pensioni e uscite anticipate,

il cosiddetto riscatto laura agevolato? La materia è regolata da quanto disciplinato dal

Decreto legge numero 4 del 28 gennaio 2019 che, oltre alla quota 100 e alla conferma

dei requisiti di uscita delle pensioni anticipate fino al 2026, “contiene novità in merito al riscatto degli anni universitari, in particolare riguardanti l'onere ridotto accordato ai lavoratori ricadenti nel sistema contributivo”, sottolinea Carmela Tiso, presidente del patronato Labor, con una rete di centinaia di sedi in tutta Italia, promosso e sostenuto dalla Confeuro, la Confederazione degli agricoltori europei e del mondo. “La suddetta circolare dell'Inps, infatti, ha ampliato i benefici del riscatto della laurea “light” anche agli studi precedenti l’annata 1996, con numerose opportunità di uscita anticipata anche con la procedura della quota 100, dell'opzione donna e delle pensioni anticipate dei soli contributi”, ha specificato il presidente Tiso, che poi ha aggiunto: “C’è un gran parlare in queste settimane di tale strumento normativo. Vale la pena ricordare che il riscatto era già presente all’interno della legge numero 4 del 2019 ma la nuova circolare Inps amplia la platea di coloro che possono usufruire di questa prestazione, che rappresenta una vera e propria agevolazione visto e considerato che si possono riscattare fino a cinque anni di studi universitari ai fini pensionistici”.
Ma attenzione: “Siamo di fronte a una norma assai dettagliata che tiene conto della vita accademica e lavorativa del soggetto e che quindi richiede una analisi profonda e meticolosa, anche e soprattutto in considerazione dell’importo mensile che potrebbe perdere accettando l’agevolazione in oggetto”. Quindi, quale è il punto di vista del patronato Labor? “Noi accettiamo di buon grado questo nuovo strumento normativo – conferma la presidente Tiso - perché fornisce molteplici opzioni di scelta al singolo cittadino ma, al contempo, consigliamo ai cittadini di approfondire il tema all’interno del patronato attraverso una analisi dettagliata dei costi-benefici e tramite una consulenza previdenziale fatta con competenza e professionalità, in modo che il cittadino possa prendere una decisione chiara e consapevole su una prestazione che tira in ballo il futuro pensionistico dello stesso. In questo contesto, le sedi del nostro patronato, con tutto il proprio personale, rimangono a disposizione per qualsiasi chiarimento in materia”, conclude Carmela Tiso.

Assotutela ricorda il grande Fabrizio Frizzi

michelmaritato“Ieri, mercoledì 5 febbraio, sarebbe stato il compleanno di Fabrizio

Frizzi, storico amico di Assotutela e tra i conduttori più popolari di sempre.

La sua tragica scomparsa nel marzo del 2018, ancora ci ha lasciato un vuoto incolmabile nei nostri cuori,

per questa ragione ci teniamo immensamente a ricordare un uomo che ha fatto la storia della televisione italiana:

Fabrizio Frizzi, inoltre, era un uomo buono, sempre sorridente, dall’alta caratura morale e sociale, un esempio per tutti noi. Caro Fabrizio, tanti auguri di buon compleanno ovunque tu sia”.
Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato, e i due vicepresidenti Emanuela e Carol Maritato.

Direttamente dall’America atterrano anche ai Castelli Romani gli “Speakeasy”

speakeasyDirettamente dall’America atterrano anche ai Castelli Romani gli “Speakeasy”.

Il primo esempio castellano è nato nel centro storico di Albano Laziale.

Ma di cosa si tratta precisamente!? In pochi, ancora, lo sanno.

Sono locali segreti e nascosti dove poter assaporare in totale tranquillità,
riservatezza cibi e bevande alcoliche messicane di alta qualità per una cena davvero esclusiva. Si entra soltanto pronunciando una parola segreta. Gli “Speakeasy” hanno origine negli Stati Uniti fra il 1920 e il 1933, i cosiddetti anni del proibizionismo. Si trattava di spazi nascosti nel retro dei bar, dove i clienti potevano bere tranquillamente bevande alcoliche senza incappare in alcun tipo di problema. Si narra che il termine sia stato coniato da un barista della Pennsylvenia che avvertiva i frequentatori del suo bar dell’arrivo delle guardie dicendo “speak easy”.
Insomma anche ai Castelli Romani, in particolare ad Albano Laziale, si potrà mangiare messicano e bere Margaritas e autentica Tequila 100% Agave all’interno di un viaggio intercontinentale di sapori e temporale in grado di riportare le persone nell’America della prima metà del 1900.

Queen at the Opera sarà il 22 marzo a Napoli

queennapoliÈ il primo e unico concerto-show in veste Rock-Sinfonica basato sulle musiche dei Queen.

Orchestra dal vivo e rock band fanno da sfondo a uno spettacolo che continua a raccogliere standing ovation e tutto esaurito, con un seguito veramente positivo anche sui social. Il prossimo appuntamento con Queen At The Opera e il 22 marzo, alle 18.30 nel celebre Palapartenope.

Nato da un’idea di Simone Scorcelletti, prodotto da Duncan Eventi, Queen At The Opera è interamente basato sulle leggendarie musiche dei Queen, arrangiate dal Maestro Piero Gallo.

In tournée internazionale dal 2015, lo spettacolo si trasforma ed evolve per il 2020: ferma restando la sua formula vincente, si rende omaggio ai numerosi spettatori che ritornano a vederlo con nuovi arrangiamenti nella scaletta e qualche novità, con brani molto caratterizzanti dei Queen, per i quali il maestro Piero Gallo trova sempre il modo di aggiungere sfumature e innovazione.

Classici senza tempo come We are the champions, Barcelona, Bohemian rhapsody, We will rock you, The show must go on, Radio ga ga, A kind of magic, Under pressure, Another one bites the dust, restano l’asse portante, rivivendo ogni volta nel loro travolgente splendore, grazie alla perfetta fusione sonora, potente ed elegante, che solo la musica sinfonica mescolata al rock dal vivo può generare. Il tutto è impreziosito da un suggestivo visual show, che rende l'atmosfera dello spettacolo ancora più emozionante e coinvolgente.

Un successo in crescendo, per una produzione nata ancor prima del film Bohemian Rapsody. Queen at the Opera si distingue, infatti, da ogni tipo di tributo perché perpetua, dilata e rinnova l’unione di generi alla base dei capolavori dei Queen, e questo è il motivo per cui continua a registrare sold out e favore del pubblico. Registri lirici estesissimi delle voci soprano si mescolano al graffiante rock, arpeggi acrobatici della chitarra si fondono con la dolcezza delicata degli archi, mentre si compongono le voci di cantanti in un tributo straordinario, senza una sbavatura.

Lo show di Napoli riserva ulteriori soprese per il pubblico partenopeo: le voci sono del super energico e coinvolgente Alessandro Marchi, un cantante che trascina la folla, un vero acrobata della voce, la new entry Claudia Paganelli, capace di passare da Scugnizzi a Esmeralda in Notre Dame de Paris, Jordan Trey, frontman di diverse tribute band dei Queen, e Rosy Messina, impegnata in diversi show televisivi di successo. Tutti artisti con una carriera incredibile che ora sono a Queen at The Opera. Ma non finiscono qui le sorprese riservate agli spettatori napoletani: al Palapartenope ci sarà un Opening Act in cui si esibirà il primo mentalista in Italia, Gianluca Liguori in grado di scoprire qualsiasi bugia, prevedere il futuro e borseggiare, per gioco, gli spettatori. Chi crede che in tv ci siano dei trucchi quando si esibisce, potrà scoprire dal vivo ciò che è in grado di fare. Sempre per l’Opening Act, e solo per la serata al Palapartenope, ci sarà l'esibizione di Carol Maritato la giovanissima cantautrice romana che ha già firmato diversi brani originali apprezzati dai numerosi fan di questa artista con un curriculum dal vivo fuori dal comune per la sua età. Dal cuore di Napoli giunge invece lo special guest dello show: Gregorio Rega il concorrente che si è aggiudicato il podio alla prima edizione del game show All Together Now, e che J-Ax ha definito “un serial killer con la voce di un angelo”.

Il tour prevede tappe nelle migliori arene italiane, a testimoniare l’assoluto rilievo che si è ritagliato nel mondo degli eventi: dopo il sold out di Firenze il 21 febbraio, e la tappa di Napoli, lo show sarà a Roma, al gran teatro di Rainbow Magicland il 4 e 5 aprile, al Genova, al Politeama il 6 aprile, a Milano Assago, al Teatro della Luna il 9 aprile, a Bologna, al teatro Duse il 10 maggio, a Montecatini Terme, al Teatro Verdi il 16 maggio.

Gli Abba, Riccardo Antonelli e Carol Maritato insieme per la solidarietà

carolmaritatoNo alla discriminazione razziale, di genere e di natura sociale. Si alla ricerca scientifica

e al sostegno delle fasce più deboli. Sono stati oltre 1200 gli spettatori che hanno assistito

al programma sociale dell’Associazione Argos Forze di Polizia, andato in scena sabato 25 gennaio 2020,

in occasione della seconda edizione di “Cuori di Circo”, appuntamento che punta al sostegno delle buoni

azioni e che prevede la promozione del messaggio di pace e solidarietà per situazioni di pesante disagio personale e familiare. La location dell’edizione è stato il Rony Roller Circus a via Boccea, a Roma, uno spettacolo del tutto particolare e originale con intrecci e miscele suggestive tra attività circensi e attività del Dipartimento Spettacolo ed Eventi Sociali dell’Associazione Argos Forze di Polizia. Una kermesse internazionale di assoluto livello, che ha visto come ospiti di onore la cantautrice e talento musicale Carol Maritato, Riccardo Antonelli e gli “Abba” che hanno cantato i loro brani di successo contro ogni forma di leucemia infantile e contro il bullismo nella disabilità. In particolare, Carol Maritato ha aperto l’evento con il suo singolo in anteprima “Fortuna”, in prossima uscita sul mercato discografico. Un grande momento di commozione e commozione, che ha toccato i cuori dei presenti. Maritato e Antonelli hanno poi ricevuto un riconoscimento importantissimo, “Il cuore d’oro”, consegnato da Argos Forze di Polizie e dalla Consap: un riconoscimento che testimonia la sensibilità e l’attenzione dimostrate verso queste delicate tematiche, soprattutto in momenti di solidarietà come quello di sabato 25 gennaio. L’evento è stato reso possibile grazie alla collaborazione con Assotutela, Accademia Calcio Roma, SS Lazio Calcio a 8, As Roma Calcio a 8, As Roma Calcio a 5, Ace Tour, Consap Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia Segreteria Provinciale di Roma, Protezione Civile Comune di Avezzano e Oasi Park. Mentre media Partner saranno Atlasorbis, Atlasorbis TV e Il Giornale del Lazio.

Roma, Cuori di Circo in nome della solidarietà e del sostegno sociale

b8e82817-c2ed-49a4-8f6c-5456782046b4Quando lo spettacolo trasforma lo sport in mezzo di aggregazione,

inclusione, cura e sostegno. Con questi principi sta per entrare nel vivo

il programma sociale dell’Associazione Argos Forze di Polizia che il prossimo sabato 25 gennaio 2020,

a partire dalle ore 19.30, organizza la seconda edizione di “Cuori di Circo”, appuntamento che punta al sostegno

delle buoni azioni e che prevede la promozione del messaggio di pace e solidarietà per situazioni di pesante disagio personale e familiare. Grande ospite della serata la famosa e talentuosa cantautrice italiana, Carol Maritato, fortemente voluta da Argos Forze di Polizia e che aprirà l’evento con il suo singolo in anteprima “Fortuna”, in prossima uscita sul mercato discografico: “Per noi è un immenso piacere e un grande onore prendere parte a un evento di solidarietà, come questo. Un evento davvero importante e dal grande valore sociale”, ha detto Carol Maritato.

La location dell’edizione sarà sempre il Rony Roller Circus a via Boccea, a Roma, che metterà in scena uno spettacolo del tutto particolare e originale con intrecci e miscele suggestive tra attività circensi e attività del Dipartimento Spettacolo ed Eventi Sociali dell’Associazione Argos Forze di Polizia. Già molte conferme di volti noti del mondo della televisione e dello sport di livello nazionale, internazionale e addirittura mondiale. L’evento è stato reso inoltre possibile grazie alla collaborazione con Assotutela, Accademia Calcio Roma, SS Lazio Calcio a 8, As Roma Calcio a 8, As Roma Calcio a 5, Ace Tour, Consap Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia Segreteria Provinciale di Roma, Protezione Civile Comune di Avezzano e Oasi Park. Mentre media Partner saranno Atlasorbis, Atlasorbis TV e Il Giornale del Lazio.