Giovedì, 21 Marzo 2019

Ultimo aggiornamento10:50:53 AM

  • Twitter
  • Info

PLAY TIME

Rivoluzione Animalista smentisce legami con la Lega e altri partiti

gabriellacaramanica“Voglio smentire con assoluta fermezza e una volta per tutte le voci che darebbero Rivoluzione Animalista vicina alla Lega di Salvini o ad altri schieramenti politici”. E’ perentoria la reazione del segretario nazionale, Gabriella Caramanica, ai rumors screditanti e falsi, girati in queste settimane sui social network. “Sin dalla nostra nascita, sono state messe artatamente in giro bugie sul conto del nostro partito, accostato a più riprese ad alcuni partiti. Si tratta di una realtà inesistente, che rispediamo al mittente e che tende a ledere l’immagine di Rivoluzione Animalista che, lo ricordiamo, ha come obiettivo prioritario e fondamentale la tutela degli animali: una battaglia specifica, che supera gli steccati ideologici e politici classici. Una battaglia che portiamo avanti con impegno, passione e che ci vede, non a caso, criticare tutte quelle realtà politiche, come la Lega ad esempio, che prima si ergono demagogicamente a paladini degli animali per racimolare qualche votarello in campagna elettorale e, una volta al governo, dimenticare “improvvisamente” i diritti dei nostri amici pelosi. Un atteggiamento politico e istituzionale inaccettabile, che continueremo a contrastare giorno dopo giorno. Rivoluzione Animalista è il primo partito animalista in Italia, un aggregatore di anime, voci, che con un lavoro basato su principi di collaborazione e dedizione, intende difendere i diritti dei nostri amici animali, lontano dai soliti interlazzi politici ed ideologici del nostro Paese”.

Così, in una nota, il segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

 

Assotutela premia le eccellenze italiane. Appuntamento in Senato

assotutelapremia“E’ tutto pronto per l’iniziativa “Premio Assotutela 2018/19 per le Eccellenze Italiane”,

che si svolgerà il prossimo 4 febbraio, alle ore 16 presso la splendida Sala Isma del Senato della Repubblica,

a Roma. Come ormai tradizione, infatti, torna l’attesa kermesse, fortemente voluta

e organizzata dall’associazione del presidente, Michel Emi Maritato: “Siamo felici e onorati di dare un riconoscimento a tutti quei personaggi che nell’anno appena passato si sono contraddistinti, per meriti e competenze, nel mondo della ricerca, dello sviluppo, della cultura, del sociale, dell’economia, della politica e della beneficenza, al fine di portare avanti lo sviluppo e il rilancio della nostra nazione – sottolinea il presidente di Assotutela -. Un paese, l’Italia, che sta attraversando una crisi profonda ma che è composta da tante persone che credono nel sogno e nella opportunità di cambiare l’Italia e farla ritornare allo splendore di un tempo. Per riuscirci, servono una classe dirigente ed esponenti culturali, come quelli che Assotutela avrà l’onore di premiare il prossimo 4 febbraio”. 35, tra amministratori, tecnici, intellettuali, magistrati, esponenti del mondo istituzionale, sportivo, sanitario, sociale e culturale, dunque, riceveranno il riconoscimento di Eccellenza Italiana 2018/19. L’evento sarà condotto da Maria D’Amico e Antonella Picariello, mentre a moderare saranno Antonella Tancredi e il sociologo Francesco Rao. Vi aspettiamo”.

Alviero Martini e senatore Croatti a Radio Italia Anni '60

radiomixNuovo anno e nuove sfide per Carol Maritato su Radio Italia Anni ’60. La nota speaker radiofonica e cantautrice romana, che recentemente ha presentato il suo singolo, è alla conduzione di “Dimmi di Te”, trasmissione di attualità e approfondimento sui temi giudiziari, politici, sociali, economici e culturali. Un format radiofonico innovativo e ambizioso, che vede settimana per settimana ospiti ed esperti di levatura nazionale e internazionale. “Dimmi di te” va in onda tutti i martedì, dalle ore 14 alle ore 15 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma sui 100.50 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili, sul sito www.radioitaliaanni60roma.it e sul sitowww.radiosanremoweb.it.

Importanti ospiti della seconda puntata di “Dimmi di Te”, quella di martedì 15 gennaio. Ad apertura di trasmissione, infatti, interverrà lo stilista italiano, Alviero Martini, che ha fatto la storia della moda italiana e ha fatto conoscere il made in Italy in tutto il mondo. A seguire ecco l’atteso intervento del senatore del Movimento Cinque Stelle, Marco Croatti, membro della commissione Industria-Commercio-Turismo. Si prevede, dunque, una puntata interessante, ricca di spunti politici e riflessioni sociali. Non resta che sintonizzarvi su Radio Italia Anni ’60.

“Corpi di gesso”, l’ultima fatica letteraria di Massimiliano Curti

maxcurtiSei racconti da leggere tutto d’un fiato per entrare in una realtà parallela, tra mistero, allucinazioni e finali svelati solo all’ultimo rigo. E' stato presentato al 'Rosen Platz' di Pavona di Castel Gandolfo (Rm) “Corpi di gesso” (110 pagine, 10 euro), l’ultima opera firmata da Massimiliano Curti, 51 anni, romano, giornalista professionista, già autore della raccolta di poesie “Biancospino” e quella di favole “Tamara e Sapone“, firmata assieme alla figlia Sara, alla quale stavolta deve l’idea del titolo. Edito dalla High Communication di Claudio Alecci, il libro è composto da sei storie: “FVC2”, dove un commissario è chiamato a svelare il rebus di alcuni pezzi di cadaveri riemersi in un parco della periferia capitolina; “Flavio”, bambino solo in casa alle prese con le sue paure più recondite; “Era sempre stato lì”, una sorta di ghost-story dai risvolti umani; “Ancora un giorno”, con le amare riflessioni di un anziano ai suoi ultimi giorni di vita; “Il sogno”, metafora religiosa sui mali del nostro tempo e “Ho toccato il fondo”, avventura tragi-comica di un pianista fallito in stile bukowskiana. “Il libro è una raccolta di racconti che spazia dal mistery all’horror, dalla ghost-story al ‘realismo bukowskiano’ – ha spiegato l’autore, corrispondente romano dell’agenzia di stampa Italpress – “racconti brevi, proprio per cercare di coinvolgere al massimo il lettore, senza tempi morti e lungaggini inutili ai fini della creazione della suspence. Da grande appassionato di cinema, ho provato a immaginare le pagine come dei fotogrammi da sfogliare in fretta per ottenere un effetto ‘visivo’ dalle parole“. L’illustrazione originale in copertina è di Roberto Morolli.

Grande successo per la nuova trasmissione radio di Carol Maritato

carolmaritatoaperitivoNuovo anno e nuove sfide per Carol Maritato su Radio Italia Anni ’60. La nota speaker radiofonica e cantautrice romana, che recentemente ha presentato il suo singolo, martedì 8 gennaio ha inaugurato la sua conduzione a “Dimmi di Te”, trasmissione di attualità e approfondimento sui temi giudiziari, politici, sociali, economici e culturali. Un format radiofonico innovativo e ambizioso, che vedrà settimana per settimana ospiti ed esperti di levatura nazionale e internazionale. “Dimmi di te” andrà in onda tutti i martedì, dalle ore 14 alle ore 15 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma sui 100.50 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili, sul sito www.radioitaliaanni60roma.it e sul sitowww.radiosanremoweb.it.

La prima puntata di “Dimmi di Te”, quella di martedì 8 gennaio, dunque ha suscitato subito la grande partecipazione e il grande apprezzamento del pubblico, che ha seguito in massa la diretta e commentato sui social con apprezzamenti e like. Ad apertura di trasmissione è intervenuto il direttore generale dell’azienda ospedaliera del San Camillo-Forlanini, Fabrizio D’Alba, che ha parlato di sanità pubblica e del suo operato all’interno di uno degli ospedali più importanti della Capitale. Una puntata interessante, ricca di spunti politici e riflessioni sociali, che ha visto l’intervento del giornalista Marco Montini che ha fatto il punto sulla sanità regionale e nazionale.

Appuntamento quindi a martedì 15 gennaio, per parlare di made in Italy, ludopatie e tanto altro. Ospiti saranno lo stilista Alviero Martini e Marco Croatti, senatore m5s, membro commissione industria, commercio e turismo.

"Dimmi di te", nuova trasmissione Radio per Carol Maritato

carolradioNuovo anno e nuove sfide per Carol Maritato su Radio Italia Anni ’60. La nota speaker radiofonica e cantautrice romana, che recentemente ha presentato il suo singolo, sarà alla conduzione di “Dimmi di Te”, trasmissione di attualità e approfondimento sui temi giudiziari, politici, sociali, economici e culturali. Un format radiofonico innovativo e ambizioso, che vedrà settimana per settimana ospiti ed esperti di levatura nazionale e internazionale: “Siamo pronti per questa avventura editoriale – ha sottolineato Carol Maritato - che siamo sicuri diventerà punto di riferimento dell’informazione romana, regionale e nazionale, e che oggi nasce nel segno della professionalità e della competenza. Noi ci siamo, auspichiamo che la trasmissione venga apprezzata da tanti radiospettatori”. “Dimmi di te” andrà in onda tutti i martedì, dalle ore 14 alle ore 15, a partire dal prossimo 8 gennaio, su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma sui 100.50 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili, sul sito www.radioitaliaanni60roma.it e sul sito www.radiosanremoweb.it.

Un successo “!Aquí Me Encuentro¡”, lo spettacolo dove il chitarrista Matteo D’Agostino

pacco465679“!Aquí Me Encuentro¡” vuol dire “Eccomi Qui!”, è lo spettacolo dove il chitarrista Matteo D’Agostino mette a nudo la propria sensibilità di interprete e di compositore. E' una dichiarazione di amore per la musica e per un genere musicale, il flamenco, al quale è dedito da più di 15 anni. “Questo progetto musicale – spiega D’Agostino - è il punto in cui si incontrano tutte le influenze musicali che ho assorbito e che negli anni mi hanno emozionato, prendendo la forma del flamenco, la musica con cui risuono di più attualmente. Il concerto quindi si presenta come un insieme di composizioni originali, basate sulle forme degli stili musicali flamenchi (palos) più conosciuti, come Buleria, Alegrias, Tangos, Rumba, ecc... il tutto influenzato da altri generi musicali come il jazz, bossa-nova, musica classica”.

Al momento Matteo D’Agostino è impegnato nel crowdfunding per la produzione del disco dallo spettacolo “¡Aquí Me Encuentro!”, la cui uscita è prevista per la metà del mese di marzo. Il crowdfunding è iniziato il primo Dicembre e termina il 30 Gennaio. Alcuni brani del disco saranno arrangiati per quartetto d’archi da Roberto Boarini e si avvarrà della partecipazione straordinaria del polistrumentista cubano Juan Carlos Zamora, oltre a quella del batterista e percussionista con cui D’Agostino ha ideato il progetto, ovvero Luca Caponi.

“Passione è felicità” e chi vuole sostenere questa passione può contribuire qui
https://www.chitarraflamenca.it/

Carol Maritato presenta il suo nuovo singolo. Bagno di folla per lei

caroldisco2Successo, affetto e partecipazione per la presentazione del nuovo singolo di Carol Maritato, cantautrice romana e finalista nazionale ufficiale di categoria di “Sanremo Newtalent Winter”, concorso canoro tra i più seguiti in Italia. Ieri pomeriggio Carol ha fatto conoscere il suo attesissimo inedito presso gli studi di Radio Italia Anni '60, in centro a Roma, alla presenza della stampa e dei fan, accorsi in massa per salutare la cantante capitolina. “Dimmi di te”, il titolo del nuovo brano di Carol Maritato: un testo che parla di amore, di emozioni, che punta a far vibrare i cuori della gente. “E' stato un anno artisticamente intenso e chiudere il 2018 con la presentazione di questo singolo è il coronamento di un lavoro di gruppo, fatto di professionisti che non finirò mai di ringraziare”. Una squadra affiatata, competente e pronta a fare bene. Francesco Arpino, infatti, ha curato gli arrangiamenti e la scrittura del brano, mentre Enrico Petrelli, Michele Vitiello e Damiano Punzi, si sono occupati di tutti gli aspetti legati al video e alla comunicazione. “Dimmi di te” è edito dalla nota etichetta discografica “Terre Sommerse” del gruppo di Niccolò Carosi: “Ringrazio Niccolò per aver creduto in me, con lui e gli altri ragazzi è nata subito una sinergia artistica profonda e importante. Devo ringraziare Radio Italia Anni '60, sempre attenta alla valorizzazione dei talenti, a Patrizio Polifroni e Giada Di Miceli, che hanno fortemente voluto questa collaborazione musicale”, ha detto Carol Maritato, accompagnata dall'amico Federico De La Vallee, noto speaker del “Morning Show” di Radio Globo e da Monsieur David, noto artista del “teatro del piede”. Carol Maritato, che ha poi firmato autografi e si è fatta qualche selfie con i suoi fans prima di brindare a un nuovo anno ricco di successi.

Albano Laziale, gli scrittori Onorati e Guidoni tradotti in romeno

onoratirumenoNon è usuale che in Romania siano pubblicati libri derivanti dalla traduzione in rumeno di testi italiani. Il fatto è ancora più inusuale se si parla, poi, di due libri di autori castellani: il libro di poesie di Armando Guidoni “Stropi de emotii (Gocce di emozioni) edito da Controluce e il saggio di Aldo Onorati Scrisoare pentru tata, edito da Editura Craiova, traduzione dell’originale in italiano Lettera al padre edito da Edizioni Controluce. Il traduttore e curatore di “Gocce di emozioni” di Guidoni e di “Lettera al padre” di Onorati è il prof. George Popescu, docente di Italiano all'Università di Craiova in Romania, traduttore di Pasolini e Moravia, Montale e Ungaretti etc., nonché autore egli stesso di importanti saggi critici sui detti poeti. Il prof. George Popescu, italianista di grande autorità, ha già iniziato un lavoro di divulgazione dei libri anche a Craiova. Armando Guidoni è editore (Controluce è la sua Casa) e ricercatore dell’Enea (ha pubblicato di recente “Verso il Robot sapiens: un approccio umanistico alla cibernetica”. Egli è tradotto per la prima volta e sta riscuotendo un interesse da parte della critica piuttosto significativo, il che conferma il successo che il suo libro ha avuto in Italia, tanto che alcune sue liriche sono state inserite nell'antologia del Convegno “La poesia e l'Europa” curata dalla Società Dante Alighieri nella persona del prof. Gianni Di Peio presidente del Comitato di Roma della Dante. Aldo Onorati non è nuovo alle traduzioni delle sue opere all'estero, specie in Romania, dove i suoi libri sono conosciuti da molti anni, cominciando con la pubblicazione a Craiova di “Iubire blastematà” (Amore sacrilego), poi di una raccolta di liriche scelte, quindi con “Viata în farame” (Nel frammento la vita) e ora con “Scrisoare pentru tata” (Lettera al padre). Questi due libri non sono un fatto a sé stante, ma fanno parte di un progetto linguistico della editrice Controluce di Monte Compatri che, dopo l'esperienza del volume “La poesia e l'Europa”, si sta estendendo non solo in campo nazionale ma internazionale (si è in via di pubblicazione in Francia di alcune opere edite da questa Casa). Nel contempo, si stanno organizzando incontri con le scuole (che auspichiamo si ripetano in tutti i Castelli Romani) al fine di rendere attiva l'integrazione con altri popoli, al presente con i Romeni, numerosissimi nei nostri luoghi. I due libri possono, infatti, dare un sostegno didattico per l'apprendimento del romeno da parte della seconda generazione di ragazzi e dell’italiano per i loro genitori. Per gli studenti questo servirà a perfezionare la nostra lingua; per gli adulti a conoscerla se ancora non la possiedono agevolmente.