Martedì, 19 Novembre 2019

Ultimo aggiornamento02:37:41 PM

  • Twitter
  • Info

PLAY TIME

Successo di pubblico e partecipazione per il nuovo progetto de “Il Tulipano Bianco”

18c92194-313e-4fc2-9160-a4345717479f
Successo di pubblico e partecipazione per l’inaugurazione del nuovo progetto, fortemente voluto dall’associazione “Il Tulipano Bianco” in quel di Esanatoglia, uno dei comuni della provincia maceratese colpito dal terremoto del 2016. Nella mattinata di ieri, infatti, bambini, anziani e tanti cittadini hanno assistito al taglio del nastro per la nuova iniziativa di promozione sociale, in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Il progetto si chiama “Orto in Comune” e la presentazione si è svolta presso la Casa di riposo "Santa Maria Maddalena", via Brasca Bartocci 35, alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Esanatoglia, Luigi Nazareno Bartocci, dell’assessore ai Servizi Sociali e Formazione del Comune di Esanatoglia, Debora Brugnola, del presidente dell’associazione “Il Tulipano Bianco”, e degli studenti, dei professori e del preside della scuola secondaria di Primo grado “Carlo Alberto dalla Chiesa”.
Una giornata di sorrisi e solidarietà, quella di Esanatoglia. “Orto in Comune”, infatti, è un percorso importante, che racchiude aspetti sociali e formativi: gli ospiti della Casa di Riposo Santa Maddalena di Esanatoglia, insieme ai bimbi della scuola comunale, svolgeranno mansioni come la semina, la raccolta dei frutti e dei fiori, vale a dire tutte quelle attività che stimolano l’olfatto, la vista, il tatto o l’udito e incrementano capacità e competenze. E saranno coadiuvati da alcuni soggetti in stato di difficoltà, a cui verranno assegnati compiti di controllo dell’andamento del progetto.
Sottolinea il sindaco di Esanatoglia: “Questa di oggi è una iniziativa importantissima, un percorso che nasce dal seme della solidarietà e che avrà effetti benefici nei riguardi di tante persone. Ringrazio il “Tulipano Bianco” con il quale abbiamo stretto una collaborazione profonda e proficua. Sono molto orgoglioso di “Orto in Comune”, un progetto che lega natura, società civile e lavoro, grazie alla saggezza degli anziani, le energie positive dei giovani e il contributo dei cittadini di Esanatoglia”.
Sulla falsariga anche l’assessore Brugnola: “Tengo particolarmente a questo progetto sociale che rappresenta il meraviglioso connubio tra generazioni, tramite il quale presente e futuro si intrecciano, si conoscono, incrementando l’identità culturale e la coesione sociale del nostro paese. Auspichiamo che la sinergia con il “Tulipano Bianco” possa continuare col fondamentale obiettivo di fare il bene della nostra comunità”. Un percorso che dura ormai da mesi, quello tracciato dal Comune e dall’associazione del presidente Giordani, che aveva già donato le poltrone per gli ospiti del Centro Diurno per anziani “S.M. Maddalena” e l’aula informatica alla scuola secondaria di primo grado "Carlo Alberto Dalla Chiesa".
Spiega lo stesso Giordani: “Siamo molto felici di essere qui e ringraziamo l’amministrazione comunale per l’accoglienza e l’organizzazione di questo splendido evento. Orto in Comune è un percorso formativo rilevante, una metafora della vita: una pianta infatti cresce bene, se seguita, coltivata e curata. Così come elevata è la sua funziona educativa, che tira in ballo ambiente e giovani, questi ultimi i veri guardiani a tutela della terra. Nel nostro piccolo, il Tulipano Bianco è proprio questo che sta cercando di fare: sensibilizzare le giovani generazioni, aiutando il prossimo. A Roma ci siamo riusciti con tanti progetti interessanti, sono sicuro che anche ad Esanatoglia sarà lo stesso. In questo contesto, mi preme ringraziare tutti quei cittadini che, donando il loro 5x1000, hanno consentito la realizzazione di progetti come l’Orto in Comune: il loro sostegno fa vincere la solidarietà”.