Martedì, 26 Settembre 2017

Ultimo aggiornamento07:46:11 PM

  • Twitter
  • Info

PLAY TIME

Cresce l'attesa per il Saturno Film Festival

saturnoCresce l'attesa per la nuova edizione del Saturno Film Festival, che da quest'anno sarà ospitato all'interno della cornice di Cinecittà World. La prestigiosa rassegna cinematografica, giunta alla 13^ edizione, avrà inizio mercoledì 11 ottobre e terminerà nella giornata di domenica 15 con la proiezione del film d'animazione "Fantasia", e del documentario sulla sua creazione. La serata clou sarà sabato 14 ottobre, quando si procederà alle premiazioni dei concorsi in programma alla presenza di ospiti del mondo dello spettacolo.

Diverse le sezioni che comporranno la rassegna, costituendo una sorta di eventi nell'evento: dal Saturno Concorso, che designerà il film vincitore della rassegna, per arrivare al Saturno Libri, il Saturno Doc e Saturno Corti, oltre alle sezioni Saturno Scuola ed Università. Il fil rouge della 13^ edizione del Saturno Film Festival, che ogni anno approfondisce in tutte le sue espressioni un argomento di rilevanza sociale e di responsabilità civile, sarà la Musica come strumento di unione, condivisione e riscatto sociale. Da qui la proiezione di pellicole strettamente legate al tema della musica, come "La La Land", reduce dalle 14 candidature ai Premi Oscar 2017.

Partecipare all'attesissima manifestazione presieduta dal regista Giuliano Montaldo, con la direzione artistica di Mariella Li Sacchi e la produzione esecutiva di Amedeo Letizia, dell’Associazione Culturale “Agenzia del Tempo”, consentirà anche di poter apprezzare le attrazioni del parco tematico, che offre diversi spunti d'interesse per gli amanti del Cinema. Il biglietto d'ingresso per chi parteciperà agli eventi del Saturno sarà fissato all'eccezionale prezzo di 12 euro (invece di 24), ottenibile inserendo il codice promo 'Saturno' all'interno del sito internet della manifestazione: www.saturnofilmfestival.com (ogni studente che parteciperà con la scuola riceverà un biglietto omaggio non nominativo per l’ingresso al parco, valido fino al 31 dicembre 2017).
Tra i punti di forza della manifestazione, che di certo non passerà inosservato agli occhi dei cinefili, ci sarà il maestoso Teatro 1, dove verranno proiettati i film, tra i più grandi teatri di posa d’Europa, ampio 2.400 mq ed alto ben 24 metri.
Imponenti le dimensioni dello schermo, di 23 metri x 8, cui si aggiungono un proiettore in 4K e la tribuna telescopica e mobile che può ospitare fino a 1800 persone, immergendo lo spettatore in un'atmosfera davvero unica, dove le qualità audiovisive di ogni pellicola vengono esaltate all'ennesima potenza.

La sezioni "Saturno Libri", da sempre particolarmente apprezzata, si svolgerà all'interno della suggestiva Sala "Pezzi da Oscar", all'interno della quale i partecipanti potranno seguire la presentazione dei volumi circondati da oggetti che costituiscono delle vere e proprie pietre miliari di pellicole di fama e pregio.

Ad arricchire la programmazione del Festival già densa di eventi, la possibilità offerta da Cinecittà World di assistere, e anche di partecipare come comparse, alle riprese del film "Il grande salto", con Giorgio Tirabassi e Ricky Memphis, diverse scene del quale saranno girate proprio a Cinecittà World, dall’11 al 13 ottobre.

La sezione "Saturno Università" sarà caratterizzata da seminari tenuti da professori universitari di spicco, che si avvarranno della collaborazione di professionisti del cinema. La partecipazione agli stessi, peraltro aperta a tutti, garantirà agli studenti il riconoscimento di crediti formativi.

Nel gran galà del sabato non mancherà la premiazione del "Saturno Doc" e "Saturno Corti", una sezione internazionale di documentari e corti cui hanno partecipato autori di tutto il pianeta, giudicata da una giuria qualificata. Incideranno invece i voti popolari, di chi assisterà ai film proiettati nel corso della settimana, per la scelta del film che trionferà nel "Saturno Concorso", che nella passata edizione registrò il successo di “Veloce come il vento”, di Matteo Rovere.

Marino, Cappuccetto Rotto arriva in teatro

cappuccettorottoSabato 14 ottobre alle ore 21 l'auditorium Monsignor Grassi di Marino (via Garibaldi 54) sarà il proscenio di una grande prima. Va in scena “Cappuccetto Rotto”,  un recital del maestro Mario Alberti nasce da un progetto presentato e messo in piedi con l’associazione  “Famiglie e Gnosis Insieme Onlus – Nuova Linfa” grazie a un intenso e significativo laboratorio teatrale tenutosi presso la sede della Gnosis cooperativa sociale onlus, specializzata nell’ambito della cura, riabilitazione e reinserimento di persone – per lo più giovani -  con patologie mentali.
Co-organizzatrice dell’evento anche la Chiesa Valdese che ha potuto finanziare l’iniziativa grazie ai fondi dell’8 per mille. 
Un progetto  che nasce, dunque, dalla comunione di numerose realtà e al quale hanno voluto dare la loro adesione morale, attraverso il patrocinio, anche il gruppo marinese della Caritas e il Comune di Marino (Roma). 
LO SPETTACOLO - “Cappuccetto Rotto” è un  atto unico con testi e arrangiamenti originali che vede la partecipazione di trenta interpreti costituiti da: volontari, operatori, psicologi, psichiatri e ospiti della cooperativa Gnosis, in un perfetto connubio tra una messa in scena teatrale e un musical. Ispirata alla fiaba di Perrault, l’opera teatrale analizza e commenta alcuni fatti di cronaca quotidiana, come il bullismo, il disagio sociale, i conflitti familiari, per citare solo alcuni aspetti dell’opera che già dalla locandina annuncia proprio come la favola diventi un fatto di cronaca.
GLI ORGANIZZATORI  - Tra gli attori in scena, come detto, anche dei genitori che interpreteranno illoro ruolo più naturale come fa e spiega il presidente di Nuova Linfa, Paolo Angelini, tra i familiari che vedremo in scena :“Mi sono lanciato in questa esperienza del teatro realizzata con molta professionalità e con l’obiettivo di creare un contatto sempre maggiore delle persone con l’esterno, con la società che è l’elemento ulteriore. L’Associazione Nuova Linfa, in questo senso, è veicolo utile anche a raccogliere fondi per migliorare ulteriormente la qualità della vita degli ospiti. Noi d’altra parte, come è naturale che sia, pensiamo molto a quello che è il “dopo di noi”. In questo senso quando termina il periodo terapeutico e riabilitativo bisogna chiedersi di cosa c’è bisogno dopo. Da un anno, per esempio, abbiamo inserito tre persone, che hanno ultimato il percorso in Comunità,, a lavoro in una multinazionale. Stanno condividendo un appartamento e le famiglie stanno dando tutto il supporto per poter replicare questa esperienza anche con altri ragazzi. Perché il vero obiettivo resta proprio l’inserimento nella società”.
“Le attività del teatro e della musica del resto – aggiunge Bruno Pinkus, responsabile clinico dei progetti terapeutico- riabilitativi  Gnosis  - aiutano le persone a ricostruire relazioni sociali, a stare insieme e a immettersi nuovamente nella società esterna. In questo senso, è bene sottolineare sempre che la compagnia teatrale stessa è mista ed è composta da persone in comunità assieme a familiari, amici.  D’altra parte Gnosis ha promosso, stimolato e incentivato la nascita dell’associazione collaterale proprio perché degli utenti, delle persone che sono nel percorso di cura e riabilitazione prendessero più facilmente parte ai progetti come protagonisti e in questo caso attori e musicisti che compongono lo spettacolo.
Il punto importante di questo lavoro, grazie al preziosissimo contributo artistico ed umano del maestro Mario Alberti e di Martina Nasini con l’associazione La Terzina, è che la rappresentazione è il prodotto di un lavoro di gruppo, partito da un processo di conoscenza diretto delle persone ed arrivando a dare vita ad una sorta di teatro patologico, in una co-costruzione fondamentale per le persone che vivono il disagio e che in questo contesto vengono considerate “persone”.
La durata dello spettacolo è di un’ora e mezza circa, l’ingresso è libero. 

L’INTERVISTA – Elisabetta La Rosa si racconta a Le Città: bellezza ma non solo

larosa1Le Città ha intervistato Elisabetta La Rosa dopo la recente positiva esperienza di Miss Italia

Elisabetta, un giudizio dopo la bella prestazione in miss Italia: arrivata alle semifinali e tra le 214 più belle d Italia. Amarezza o soddisfazione?

“Assolutamente una grande soddisfazione essere rientrata fra le 214 più belle d'Italia, sopratutto aver gareggiato fra le "Very normal size", categoria voluta fortemente dalla patron del concorso: Patrizia Mirigliani, avendo così l'onore di rappresentare la bellezza mediterranea”.

Non Solo bellezza, però. Chi è Elisabetta nella vita?

Elisabetta è una ragazza di 23 anni con la passione per l'arte, proprio per questo dopo la laurea triennale in beni culturali, sto proseguendo con la specialistica in storia dell'arte, con l'obiettivo di poter lavorare nei prestigiosi musei della capitale. Oltre questo coltivo la passione per il canto: studiando musica e facendo serate nei ristoranti dei Castelli Romani”.

La Rosa e i Castelli Romani. Poi la tua Grottaferrata. Che rapporto hai con il tuo territorio?

“Sono criptense d'adozione, nata a Roma da madre calabrese e padre di origine sicula, ma amo Grottaferrata: abito qui dall'età di otto anni e ne ho apprezzato la tranquillità e naturalmente il patrimonio storico-artistico di cui l'Abbazia di San Nilo ne è la colonna portante”.

Nuovo atteso appuntamento con “San Remo Festival Cafè”

festivalcafeNuovo attesissimo appuntamento con “San Remo Festival Cafè”. La tappa dell’apprezzata kermesse musicale italiana - organizzata dall’associazione Assotutela in collaborazione con la SanBiagio produzioni - approderà il Primo ottobre al Route 66 American Bistrot & Bar, in via della Bufalotta 131, a Roma. L’evento, che avrà inizio alle ore 20.30, rappresenta la tappa casting ufficiale della manifestazione. Ed è patrocinata da Agenparl, Radio RTR, Look, giornale Vento Nuovo, Radio Sanremo web, imag&vents, Il Tabloid, SenzaBarcode, Radio Tutela, CMD.Srl e Melody Music School.

A condurre la serata saranno David Pironaci e Federica Tilly, ci saranno personaggi del mondo dello spettacolo e del red carpet. A presenziare la giuria saranno Massimo Di Muro, Gianni Testa, Roxy e Simona Meola. Ospite d’Onore Carol Maritato.

San Remo Festival Cafè

Direttore Artistico: David Pironaci

Responsabile Casting: Massimo Di Muro

Accademy Gianni Testa

Organizzazione: Annesa Minghi - Michel Maritato

Ufficio Stampa: Sara Lauricella

Tutto pronto per “Miss & Mister look archivio spettacolo 2017”

misslookE’ Tutto pronto per  “Miss & Mister look archivio spettacolo 2017”, ideata da Archivio Spettacolo, associazione culturale che raccoglie profili professionali sia tecnici che artistici allo scopo di promuovere e dare spazio ad ogni realtà artistica nazionale ed estera massimizzando dove possibile sinergie lavorative.

L’evento è in partnership con l’associazione Fennel Factory che lo ospiterà nei propri eclettici locali (via di Rocca Cencia 52, Roma) insieme alla simpatia del personale di sala e la bontà dei loro prodotti enogastronomici.

 Si partirà con un apericena di benvenuto intorno alle ore 19.00, accompagnata da musica dal vivo di vari artisti emergenti. La parte centrale della serata sarà dedicata ad una sfilata di aspiranti modelle e modelli che porteranno in passerella la bravura e l’estro creativo di giovani stilisti, truccatori e parrucchieri.

“L'obiettivo della serata è quindi creare un gioco dove ogni figura interessata partecipa alla competizione non solo per promuove la bellezza e l’eleganza dei modelli e delle modelle, ma anche per mostrare il talento e la preparazione tecnica di chi lavora dietro le quinte che spesso fa la differenza nel dare un valore aggiunto ai looks dei nostri bellissimi indossatori ed indossatrici”, spiegano da Archivio Spettacolo.

 Ed in ultimo ma non meno importante, ognuno dei protagonisti in passerella dovrà "convincere" il pubblico mettendo  la propria "firma" in termini di simpatia, carisma ed eleganza cercando così di diventare "Miss o Mister Look Archivio Spettacolo 2017" !!

Il pubblico sarà invitato a dare il proprio giudizio sulle performance della serata e alla fine avremo come di consueto le nostre "perle" di talento e bellezza ornate delle fasce del concorso.

 Per i primi classificati ci sarà in premio:

DVD Video della serata

Mini Book "Cinema" (5 foto + composite)

Foto Copertina del portale ArchivioSpettacolo.it

Visibilità su tutti i canali social Archivio Spettacolo

 Giovani designers proporranno le proprie creazioni ispirati da una stravagante location molto speciale, dove l’arte del ‘900 prende vita ed avvolge lo spettatore che inaspettatamente diviene attore dell’evento stesso. Sarà possibile ascoltare sottofondi musicali di vario genere, mentre il nostro "magico" presentatore giocherà con la sua arte dello stupire ed intrattenere il pubblico.

Saranno invitati all’evento artisti di ogni genere e ospiti speciali, professionisti del settore, che saranno pronti a rispondere a curiosità e dare validi consigli ai giovani talentuosi.

 La serata si concluderà con un brindisi di augurio per tutti i nostri Artisti e Tecnici.

 L’ingresso è prioritario per tutti i soci Fennel Factory e Archivio Spettacolo ma non esclusivo. Ogni iscritto alle associazioni potrà portare i suoi ospiti e passare una bellissima serata. E' consigliata la prenotazione in lista.

Per info:  cell. 320 467 3232 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per i RAGAZZI e le RAGAZZE interessati/e a partecipare: inviare la propria candidatura scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  allegando 3 foto di presentazione alla email (primo piano, mezzo busto, figura intera)

 Gli STILISTI, i TRUCCATORI e gli ACCONCIATORI interessati a partecipare: contattare l'organizzazione al numero cell. 320.467 3232

L'INTERVISTA - Lele Mora si confessa e parla della tv di oggi

lelemoraLele Mora è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG,

Il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.

L'ex agente dei vip su Di Maio: "Per me è la persona migliore che c'è adesso nell'ambiente politico.
Non solo nel Movimento Cinque Stelle, tra tutti i politici italiani, è il numero uno. SI capisce da come parla, da come si esprime, ha un programma che può fare veramente del bene al Paese".

Ru Rocco Casalino: "Ha lavorato con me dopo il Grande Fratello,  non capisco questo grande affiatamento con Grillo. Forse tutti e due avendo fatto un po' di spettacolo si trovano d'accordo. Beppe su certe cose è avanti, vari spettacoli che avevo visto tempo fa erano stupendi, anche se come politico non mi piace. Non capisco come facciano ad andare d'accordo Grillo e Casalino, Rocco lo segue passo passo, forse accetta il fatto che Grillo sia un padre padrone, ascolta quello che dice Grillo ed esegue. Casalino sta agli ordini di Grillo".

Su quello che accade in Rai: "Milena Gabanelli? Ha lavorato molto bene, ha fatto degli scoop molto forti, scoop che a volte hanno fatto perdere tanti clienti a varie società. Forse per questo ha dato fastidio. Seguivo sempre Report, così deve essere il servizio pubblico. Fazio? A me i piccoli maestrini non piacciono. Forse su Raiuno non farà gli ascolti che faceva su Raitre".

Su Fabrizio Corona: "Corona non è un delinquente professionale, i delinquenti sono un'altra cosa. Fabrizio è malato. Io l'ho conosciuto e cresciuto, nel ‘98 non era così, era semplice, umile, tranquillo, un po' esuberante, pieno della sua bellezza e del suo modo di essere, ma dopo il 2005 è cambiato completamente, si è palesata quella malattia dei soldi che l'ha portato a cambiare totalmente. Credo che ancora oggi i magistrati non abbiamo ancora capito che Corona dovrebbe essere curato da qualche psichiatra e un bravissimo psicologo, per guarire da questa malattia della ricerca assatanata dei soldi. Spero che qualcuno lo capisca e lo aiuti":

Sul Grande Fratello Vip: "L'unico programma dove non manderei persone se fossi ancora un agente è Domenica Live. Non accetterei mai che un mio cliente vada in un programma dove si ride sul sangue delle persone. Il grande fratello vip è una cosa trash, il trash più totale, l'ho guardato pochissimo, ho visto una scena orripilante, di un noto giornalista, non voglio fare nomi, che pensa di fare ridere o di fare ascolto conciato in quel modo, non dovrebbe fare questo lavoro. O fai il giornalista o fai un altra cosa. Il trash è morto, il trash è finito, tutto quello che è trash non è cultura, non è spettacolo".

Il primo giorno di scuola si avvicina, ecco come prepararsi al meglio

scuolastudentiChe si tratti dell’inizio della scuola elementare, dell’ultimo anno del liceo,

o di un corso di inglese all’estero; il primo giorno di scuola è un momento davvero importante nella vita di uno studente,

in quanto rappresenta un nuovo inizio e per questo motivo bisogna prepararsi al meglio.

Per farlo basta seguire qualche piccola regola!

Innanzitutto è bene prendere l’abitudine di alzarsi presto al mattino e di non stare svegli fino a tardi già a partire dalle due settimane che precedono il primo giorno di scuola; in questo modo si eviterà di arrivare stanchi in aula e sarà più facile prendere il ritmo delle lezioni.

Gli obiettivi - Nei giorni che precedono l’inizio delle lezioni, è inoltre molto importante stilare una lista degli obiettivi che sivogliono raggiungere al termine del proprio percorso di studio, e cercare di individuare qual è metodo più giusto da adottare per ottenere ottimi risultati. Ad esempio, se vi state preparando a partire con un programma Alternanza Scuola-Lavoro all’estero, come quelli offerti da Kaplan International English, potrebbe esservi utile iniziare a immergervi nella cultura inglese ancor prima della partenza leggendo libri, o guardando film o serie televisive in lingua originale.

Gli acquisti - Ricordatevi di comprare in anticipo tutto l’occorrente necessario: il diario per annotare i compiti, i quaderni per prendere appunti, le penne, lo zaino per portare i libri.

Il primo giorno di scuola, la sveglia - Quando finalmente arriva il tanto atteso primo giorno di scuola, svegliatevi presto, almeno un’ora prima di dover lasciare la vostra abitazione, in questo modo avrete tempo di prepararvi con calma. Un trucco per risparmiare del tempo al mattino è scegliere la sera prima che cosa si vorrà indossare, optando sempre per qualcosa di comodo e con cui ci si senta a proprio agio.

La colazione - Fate una colazione ricca, in modo da non dovervi preoccupare di possibili buchi allo stomaco e perché anche il nostro cervello ha bisogno di energia per lavorare bene. Cercate di arrivare a scuola 10 minuti prima dell’inizio delle lezioni per avere il tempo di conoscere i vostri nuovi compagni di avventura o di riabbracciare i vostri vecchi amici. Durante le lezioni mostratevi interessati e partecipi, perché è molto importante dare una buona impressione.

Non solo impegno - Infine, ricordatevi di divertirvi, di studiare e di passare del tempo con i vostri compagni di classe. La scuola è, infatti, il luogo ideale per conoscere persone e stringere amicizie che potrebbero durare una vita. Che dire? In bocca al lupo per il vostro primo giorno di scuola! Per maggiori informazioni sull’offerta formativa Kaplan

https://www.kaplaninternational.com/it/brochure-download/form.

Fonte: Diregiovani.it

Luxuria: "Testimonial Coconuda? Lanciamo messaggi per l'accettazione del proprio corpo”

vladimir luxuriaVladimir Luxuria è intervenuta questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus,

l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.

Luxuria sarà la nuova testimonial di Coconuda: 
"Mi hanno chiamata e mi hanno spiegato qual era il loro progetto. Non solo quello di avere una nuova testimonial per una marca di abbigliamento femminile, ma anche lanciare messaggi sull'accettazione di sé, del proprio corpo, della propria condizione e dell'orgoglio di essere donna, sia per quelle che lo sono nate che per quelle che hanno dovuto fare una battaglia per conquistare il diritto di riconoscersi e farsi riconoscere come donna".

Per Luxuria questa è una grande vittoria: "Verso i 16 anni ho iniziato ad indossare i primi capi femminili, quelli che mia sorella mi prestava con generosa complicità. Lo facevo di nascosto, uscivo di casa con abiti maschili, mettevo gli abiti femminili in una borsa, all'epoca c'erano le cabine telefoniche, che sono state i miei primi camerini. Entravo uomo e uscivo in abiti femminili, sfidando il giudizio sociale. Sono passata da una fase in cui dovevo farlo di nascosto a una fase in cui a 52 anni lo farò sui cartelloni pubblicitari. Ho ricevuto diverse critiche, ne vedrete delle belle ma ne sentiremo delle solite. Ho notato che alla fine il pregiudizio sull'identità di genere è talmente forte che la questione della mia età è passata totalmente in secondo piano. Nessuno ha scritto che sono stata nominata testimonial di una marca d'abbigliamento a 52 anni".

Su Anna Tatangelo: "Coconuda nomina una testimonial ogni anno, sempre diversa. Una volta c'era Aida Yespica, poi è arrivata Raffaella Fico, poi Anna Tatangelo. Nessuna sfida tra di noi, anzi. Quando ero direttrice artistica del gay village l'ho anche invitata a cantare".

Sul periodo che sta attraversando il Paese: "Certa gente dovrebbe imparare ad aprire la mente prima di parlare. C'è un clima di violenza davvero preoccupante. La marcia su Roma di Forza Nuova? L'abbiamo già avuta una marcia su Roma, non è un capitolo della storia che ricordiamo con piacere. Io questi nostalgici che inneggiano alle marce su Roma sinceramente non li capisco. Da noi purtroppo ci sono questi nostalgici che poi vengono anche difesi da una certa opinione pubblica. Non mi piacciono e non mi piaceranno mai". 

Su Berlusconi: "E' come Willy il Coyote. In ogni puntata sembrava morto, poi tornava sempre alla carica più ringalluzzito di prima".

Di nuovo su Coconuda: "Sarò una testimonial molto femminile. Alla faccia di tutti quelli che dicono che una come me non può rappresentare la femminilità. Li farò rosicare peggio di un castoro".

La confidenza di Vittorio Sgarbi: "Luxuria è meglio della Tatangelo"

vittoriosgarbi56Vittorio Sgarbi è intervenuto stamattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, su Radio Cusano Campus,

ll'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.

Sull'estate: "Sta andando benissimo, sono stato tutto il tempo in giro per l'Italia. La storia col tizio della Lamborghini? Andrà a finire nel nulla anche se quello ha messo a repentaglio la mia automobile". 

Su Vladimir Luxuria testimonial di Coconuda: "Hanno fatto benissimo a prenderla al posto della Tatangelo. E' evidente che la Tatangelo è meglio di Luxuria, ma Coconuda a livello pubblicitario ha fatto una mossa geniale. La pubblicità è parola, quelli che hanno lavorato per Coconuda hanno pensato che una scelta del genere avrebbe fatto parlare. Luxuria accende curiosità, è una personalità, scegliere lei per quanto riguarda il marketing è stato geniale". 

Su Laura Boldrini: "Io l'ho sempre criticata, ma il primo giorno mi è piaciuta. Mi sembrava una ragazza carina, marchigiana, pensavo avessero fatto una scelta gradevole, con tutte quelle rospe che sono in Parlamento. Però vive di retorica, manca di spontaneità, qualunque cosa che fa è ridicola, cerca l'ideologia ovunque. Non so se sia peggio lei o la Raggi, ma credo che la Raggi sia più spontanea. La Raggi è una totale incapace, la Boldrini invece è presuntuosa". 

Su Minniti: "Mi è simpatico, è bravo. La sua linea di forza sui confini ha funzionato".

Su Grillo: "Sta smobilitando, farà la sua figuretta in Sicilia, perderà le elezioni e inizierà il suo declino".

Renzi: "E' un ragazzo tipo Pieraccioni, gli assomiglia molto. Quando li vedo li confondo. Nel Pd è il migliore, ma è talmente pieno di sé che a un certo punto dovrà capire che l'unica possibilità che ha di vincere le elezioni è candidare Gentiloni, il volto borghese, tranquillo, non polemico, che può permettere al Pd di vincere le elezioni e di dare le carte della politica nazionale". 

Su Gue Pequeno: "Si è fatto una sega e l'abbiamo visto tutti, fa bene Rocco Siffredi a invitarlo nella propria academy. Ora c'è questa moda di mandarsi foto o contenuti sexy, accade perché la soglia della capacità di penetrazione si spinge a dismisura avanti. A me tantissime donne mandano foto in pose osé, svestite, seminude. Ma non le ricontatto mai. Non basta mandarmi una foto nuda per stupirmi, mi stupisco di più che una sappia qualcosa, il sapere è meglio di un bel paio di gambe". 

Sulle elezioni in Sicilia: "Chi vince le elezioni in Sicilia?Mi candido io, quindi vincerò io. Mi candido come Governatore, è ufficiale. Corro da solo, non ho bisogno dell'appoggio di nessuno. Il mio obiettivo è vincere. Io sono io, gli altri chi sono? Al di là del fatto che uno sia una persona considerevole, ditemi chi è Micari? Di me si sa tutto, di Micari cosa si sa? E di Musumeci? Chi lo conosce Musumeci? Al massimo si ha che ha il pizzetto. E di Armao cosa si sa? Occorrerà che uno sia qualcosa per fare il Presidente della Regione oppure mettiamo uno lì a caso perché la gente è cogliona e non sa distinguere un uomo da un gatto? Forse correndo da solo non potrò vincere, però mi sembra che un siciliano votando Sgarbi sa cosa vota. Cancellieri non è stato capace neanche di laurearsi. Grillo sta smobilitando, perderà.".