Venerdì, 19 Ottobre 2018

Ultimo aggiornamento02:31:37 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

Metro C, la denuncia di Assotutela: "Tante cosa che non vanno"

metro c lavori“E’ sempre più un mistero l’apertura della stazione San Giovanni della Metro C, opera fortemente voluta dalla comunità capitolina ma che stenta a completarsi, tra inefficienza istituzionale ed esborso stratosferico di risorse nel corso di questi anni. In queste ore, ad esempio, apprendiamo che, oltre a  rischiare che sia posticipata la data di inaugurazione, incomberebbero sull’opera oltre 500 non conformità esecutive che renderebbero di fatto impossibile procedere all’avanzamento dei collaudi. Siamo molto preoccupati in merito a quello che sta accadendo alla stazione San Giovanni della Metro C ed è nostra intenzione avere l’opportuna chiarezza su una infrastruttura profumatamente pagata dai cittadini. Per questa ragione, stiamo vagliando la possibilità di presentare un esposto alla Procura della Repubblica”. Così, in una nota, il presidente della associazione, Michel Maritato

Rifiuti, Assotutela: "Pd e M5S smettano di litigare"

RIFIUTI4“Notiamo con forze disappunto che continua impietosa la polemica tra il Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico in tema rifiuti. Uno scaricabarile inutile e dannoso, una guerra tra istituzioni che non risolvere l’emergenza immondizie a Roma e nel Lazio. Chiediamo a dem e grillini maggior responsabilità politico-amministrativa e collaborazione attraverso la convocazione di un tavolo che possa affrontare e risolvere il caos attuale. La Raggi non può continuare a parlare di rifiuti zero senza opportuna impiantistica, Zingaretti invece non può puntare il dritto su altri quando per cinque anni non è stato in grado di partorire un piano rifiuti efficace ed efficiente”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Ordigno contro commissariato a Roma, cinque denunce

poliziaffffffIndividuati e denunciati dalla polizia i responsabili del lancio di un ordigno artigianale contro lo stabile del commissariato San Lorenzo a Roma. Si tratta di 5 ragazzi romani, residenti nel quartiere, tra i 19 e i 24 anni. L'episodio accadde lo scorso 17 dicembre, intorno alle 5 del mattino, nei pressi dell'ingresso dell'ufficio di polizia di piazzale del Verano

Multiservizi nel caos. Polemiche e proteste

campidoglio3“La situazione della Roma Multiservizi diventa ogni settimana più preoccupante e paradossale. Nella giornata di ieri i lavoratori erano in protesta in assemblea capitolina per chiedere tutele occupazionali ad una governo comunale, quella della prima cittadina Virginia Raggi, che sinora non ha dato alcuna risposta convincente a favore dei dipendenti, molti dei quali rischiano oggi il posto di lavoro. Sinora le soluzioni e le istanze di dipendenti e parti sociali sono rimaste purtroppo insoddisfatte, a dimostrazione della solare inadeguatezza del Movimento 5 Stelle alla guida di Roma”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Rifiuti, "Guerra tra Pd e M5S non fa bene alla città"

RIFIUTI5“Mentre Roma naviga nel caos rifiuti, non si ferma la guerra a colpi di comunicati stampa tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. Un comportamento fuori luogo e illogico, probabilmente rinfocolato dalla campagna elettorale in atto. Un scontro politico-ideologico che non va bene, che impatta negativamente sulla città e sui romani. Attendiamo un comportamento decisamente più istituzionale in un clima di collaborazione tra enti che affronti e risolva l’emergenza rifiuti in atto. Roma ne ha davvero bisogno”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.

Assotutela contro Padoan: "Pensioni, una vergogna sociale"

padoan2“Per mettersi in pensione ci sono almeno venti alternative. Accanto ai due trattamenti ordinari – la “pensione di vecchiaia” e la “pensione anticipata” (l’ex pensione di anzianità) – esiste infatti una miriade di eccezioni e deroghe a favore di specifiche categorie di lavoratori (usuranti, precoci per fare due esempi). Questo, senza contare i trattamenti d’invalidità e le pensioni specifiche erogate da fondi di previdenza specifici, che seguono normative proprie in genere più favorevoli ai lavoratori (autoferrotranvieri, lavoratori di sport e spettacolo, ministri del culto, ecc.). Districarsi in questa giungla di norme e di cavilli normativi non è un’impresa facile”, sottolinea, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato, come “testimonia anche il proliferare di circolari e di chiarimenti da parte soprattutto dell’Inps, che è il principale istituto di previdenza incaricato di gestire le pensioni della generalità dei lavoratori. Tutto questo accade oggi nonostante da 25 anni si assista ad un ritmico avvento di riforme, ogni volta con la promessa di semplificazione e di“armonizzazione” del sistema. Tutto inutile - continua Maritato ed a pagarne le conseguenze rimane sempre il lavoratore”.

Il presidente di Assotutela, poi, spiega: “Così doveva essere con la riforma Amato del 1992, subito seguita dalla riforma Dini del 1995, e poi dalla riforma Maroni nel 2004 e ancora dalla riforma Prodi-Damiano del 2007, poi dalla riforma Sacconi del 2010 fino all’ultima riforma Fornero del 2011. Ogni volta, invece, si è assistito allo stesso copione: le nuove norme sono durate lo spazio di un mattino, subito soppiantate da deroghe ed eccezioni per evitare il malcontento sociale (soprattutto dei lavoratori più prossimi alla pensione). La politica di pulcinella non ha affrontato nessun tema di  in questa imminente campagna elettorale, non vorremmo - conclude Maritato - trovarci davanti all'ennesimo cialtronismo politico che tutela le poltrone e non i lavoratori. In tutto questo ci chiediamo Padoan oltre ai lanci cosa ha fatto”.

Nomine, per la Raggi: inizio processo fissato al 21 giugno

raggivirgIl processo alla Raggi inizierà il 21 giugno. Lo ha disposto il Tribunale accogliendo la richiesta di giudizio immediato avanzata dai difensori della sindaca che deve rispondere di falso in relazione alla nomina di Renato Marra. "Salta così per Raggi l'udienza, fissata per il prossimo 9 gennaio. Missione compiuta, dunque, per la furbacchiona sindaca e sospiro di sollievo per il Movimento 5 Stelle, che potrà affrontare la campagna elettorale per regionali e politiche con una gatta in meno da pelare. Insomma, M5s, il nuovo che avanza diventa più vecchio della vecchia politica”, ha sottolineato l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

Maritato: "Addolorato per scomparsa Imposimato. Un grande uomo delle istituzioni"

imposimato89“Sono profondamente rattristato per la scomparsa di Ferdinando Imposimato. Ci lascia un uomo delle istituzioni, un giudice coraggioso e trasparente, ma soprattutto un caro amico. Una persona speciale che lascia un vuoto incolmabile. Alla famiglia esprimo la mia più sentita e profonda vicinanza”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Rifiuti a Roma, esposto di Assotutela su disservizi

campidoglio4“Le segnalazioni di incuria sporcizia, giunte in questi giorni di festa da tanti residenti capitolini, sono il simbolo del fallimento della raccolta rifiuti nel periodo natalizio. Cassonetti stracolmi e cumuli di immondizie, infatti, sono stati visti in numerose zone della Capitale d'Italia, a dimostrazione che Ama e Comune di Roma non stanno portando avanti quella programmazione e quella pianificazione tanto promesse. Troppe le inefficienze, troppe le criticità. Che non possono e non devono rimanere irrisolte. Come associazione, stiamo vagliando l'opportunità di presentare un esposto in Procura su questa delicata e precaria vicenda”. Così, in una nota, il presidente dell'associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.