Domenica, 23 Settembre 2018

Ultimo aggiornamento04:48:17 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

Sociale, critiche al piano Freddo del Campidoglio

senzatetto1Continua a persistere in maniera allarmante una criticità a cui le istituzioni non sono mai riuscite a trovare ancora soluzione definitiva: la sicurezza dei clochard e dei poveri in pieno inverno e la realizzazione del “Piano Freddo” del Campidoglio. Una pianificazione che, allo stato attuale, risulta precaria e farraginosa. Sollecitiamo il Campidoglio a fare presto, a concretizzare un piano freddo efficiente ed efficace. Nella Capitale d’Italia, d’altronde, sono migliaia i senzatetto, un popolo di invisibili, dimenticati dalla società ma che quotidianamente cercano di sopravvivere in una vita che ha tolto loro tutto. Assotutela è vicina a questi uomini e donne sfortunate, e combatte per i loro diritti. Il Comune di Roma deve prendersi cura di queste fragilità

Case di Via Roma, ordinanza del Sindaco di Albano a Roma Capitale

casepopolariviaroma3In riferimento al persistere delle condizioni di criticità relative allo stabile di Via Roma civico 40 – 46 (località Pavona), di proprietà del Comune di Roma Capitale, e alle notizie diffuse in particolare da un organo di informazione televisivo nazionale con modalità lacunose e devianti, l’Amministrazione del Comune di Albano Laziale rende noto che il Sindaco Nicola Marini, in data 19 gennaio 2018, facendo seguito ad uno specifico fonogramma diramato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma in data 17 gennaio 2018, ha emesso un’Ordinanza contingibile ed urgente con cui si prescrive ai competenti uffici del Comune di Roma Capitale di “eseguire con la massima urgenza e sotto la guida di un tecnico qualificato e responsabile un’accurata verifica della perdita d’acqua in atto nonché tutti i lavori di assicurazione, consolidamento e definitivo ripristino sia dell’impianto fognario del fabbricato che dell’impianto di scarico dei reflui” e di “effettuare idonea verifica del sottostante terreno di posa del fabbricato per individuare eventuali dissesti dovuti all’azione prolungata dell’acqua” entro dieci giorni dalla notifica dell’atto. L’ordinanza è stata inviata per conoscenza anche al Prefetto di Roma, alla Procura della Repubblica di Velletri, alle Forze dell’Ordine e all’Asl Rm 6. Non si tratta del primo atto emesso dall’Amministrazione Comunale di Albano Laziale a tutela e salvaguardia degli abitanti dello stabile, visto il persistente malfunzionamento del sistema fognario, come testimoniano l’Ordinanza n. 48 del 18 marzo 2016 emessa a tutela della condizioni igienico sanitarie dei luoghi, la richiesta di intervento urgente del 7 settembre 2016 e la diffida del 19 maggio 2017. Tutti atti notificati agli uffici del Comune di Roma Capitale, in qualità di proprietario dello stabile di Via Roma civico 40 – 46. Si constata che un organo di informazione televisivo di livello nazionale si sia limitato all’aspetto “scandalistico”, senza un serio e veritiero approfondimento rispetto alle reali responsabilità, ledendo per due volte nel giro di un mese l’immagine della Città di Albano Laziale, visto che non si è evidenziato in modo chiaro che la proprietà e la conseguente responsabilità sono del Comune di Roma Capitale.

Fonte foto: Giorgio Di Cerbo

Patrimonio immobiliare Campidoglio, la gestione torna “in house”

campidoglio4Il servizio di gestione amministrativa e contabile dell’utenza del patrimonio immobiliare di Roma Capitale torna all’interno del Campidoglio Da quest’anno, infatti, il servizio non sarà più affidato a privati ma ad AequaRoma S.p.a., società interamente partecipata da Roma Capitale. 

“È una rivoluzione. Finalmente Roma Capitale rientra in pieno controllo del proprio patrimonio immobiliare, che appartiene a tutti i cittadini e deve essere amministrato con assoluta trasparenza e massima strategicità nell’unico interesse del bene comune. Mettiamo così fine alle gestioni esternalizzate, valorizzando le professionalità dei dipendenti comunali e di AequaRoma e garantendo l’aggiornamento costante dei data base degli immobili. Ma l'obiettivo più importante che ci siamo posti è l'efficientamento delle riscossioni delle morosità. Quando siamo arrivati abbiamo trovato zone grigie ingiustificabili, che impedivano di fatto anche di poter avere una visione strutturale della gestione dei beni a favore della collettività. Ora mettiamo fine a questa frammentazione di competenze. Facciamo piena luce sull’utilizzo del patrimonio immobiliare pubblico della capitale, che così torna realmente al servizio dei cittadini”. Lo dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“AequaRoma sarà un vero e proprio advisor per la realizzazione degli obiettivi strategici che ci siamo posti. Attraverso l’affidamento del servizio a questa società in house, il Dipartimento avrà il pieno controllo sulle attività di gestione contabile e amministrativa del patrimonio immobiliare capitolino dato in concessione o locazione a terzi. Questo non solo porterà ad un’assoluta trasparenza, rendendo certo lo stato del patrimonio e il rientro delle morosità accumulate, ma avrà anche una ricaduta positiva diretta sulla possibilità di programmazione strategica per valorizzare gli immobili. Per troppi anni le risorse che appartengono a Roma Capitale e che quindi dovevano andare a favore della città sono state disperse in mille rivoli sui solchi di incuria e soprusi. I tempi bui in cui furbetti e scrocconi potevano sguazzare nel torbido sono finiti”. Lo dichiara l’assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative Rosalba Castiglione.

Il contratto di affidamento dei servizi alla società AequaRoma S.p.a. per l’assistenza ed il supporto delle attività contabili e amministrative del Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale durerà fino al 2020. La società in house, forte anche dell’esperienza maturata nella gestione delle banche dati finalizzate alla ricerca dell’evasione e di specifiche competenze nelle tematiche di natura catastale e sulla conservatoria dei registri di immobili, garantirà servizi altamente professionali e report periodici puntuali sulle attività realizzate, in linea con il raggiungimento degli obiettivi stabiliti nel piano operativo concordato con Roma Capitale.

Questi report saranno comunicati all’Amministrazione con cadenza mensile, e non più semestrale come con le passate gestioni affidate a società private esterne, garantendo così un più accurato controllo sulle attività svolte e sui dati elaborati.

Mettendo in campo professionalità altamente qualificate, AequaRoma fornirà inoltre un’attività costante di analisi e studio sulla quale definire azioni sempre più efficaci nella gestione e nel controllo del patrimonio. Particolare attenzione sarà focalizzata sull'individuazione e sulla riscossione delle entrate dovute, nonché sul recupero delle morosità. Inoltre, la società gestirà il recupero di tutta la documentazione tecnica ed amministrativa riferita ad adempimenti non ancora terminati precedentemente assegnati.

Elevata attenzione sarà messa nella cura dei rapporti con i cittadini, anche attraverso una adeguata distribuzione sul territorio di sportelli di ricezione del pubblico e l’incremento e lo sviluppo di canali di comunicazione diversificati. Nella fase di avviamento del progetto, AequaRoma garantirà lo sportello della società di via Ostiense, che già si occupa di tributi, e il mantenimento dei tre sportelli comunali a San Basilio, Tor Bella Monaca e Acilia. Si procederà poi ad una ulteriore implementazione del servizio in base alle esigenze verificate. Il grado di soddisfazione dell’utenza sarà costantemente sondato e comunicato a Roma Capitale attraverso report periodici semestrali.

La società assumerà inoltre un ruolo di controllo e facilitazione in merito al rispetto dei regolamenti condominiali da parte degli inquilini degli stabili capitolini, attivandosi direttamente per la risoluzione dei conflitti e partecipando alle assemblee condominiali in base alle direttive del Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale.

Caos rifiuti, Maritato (FI): "basta campagna elettorale M5S-Pd

rifiutimalagrotta“Sta assumendo contorni surreali, per non dire ridicoli, la querelle mediatica legata alla gestione rifiuti a Roma. Il Partito Democratico che se la prende con il Movimento Cinque Stelle, i grillini che polemizzano con i Dem, mandando in scena uno scaricabarile istituzionale insensato e dannoso. In questo contesto, non viene fuori una proposta utile ad uscire fuori dall’impasse e i cittadini sono sempre più stufi di vedere una Regione Lazio e un Comune di Roma che fanno campagna elettorale sulla loro pelle. Zingaretti e Raggi stanno dimostrando tutta la loro inefficienza amministrativa su un comparto chiave come quello ambientale. Una cosa inammissibile”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Maritato.

Metro C, la denuncia di Assotutela: "Tante cosa che non vanno"

metro c lavori“E’ sempre più un mistero l’apertura della stazione San Giovanni della Metro C, opera fortemente voluta dalla comunità capitolina ma che stenta a completarsi, tra inefficienza istituzionale ed esborso stratosferico di risorse nel corso di questi anni. In queste ore, ad esempio, apprendiamo che, oltre a  rischiare che sia posticipata la data di inaugurazione, incomberebbero sull’opera oltre 500 non conformità esecutive che renderebbero di fatto impossibile procedere all’avanzamento dei collaudi. Siamo molto preoccupati in merito a quello che sta accadendo alla stazione San Giovanni della Metro C ed è nostra intenzione avere l’opportuna chiarezza su una infrastruttura profumatamente pagata dai cittadini. Per questa ragione, stiamo vagliando la possibilità di presentare un esposto alla Procura della Repubblica”. Così, in una nota, il presidente della associazione, Michel Maritato

Rifiuti, Assotutela: "Pd e M5S smettano di litigare"

RIFIUTI4“Notiamo con forze disappunto che continua impietosa la polemica tra il Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico in tema rifiuti. Uno scaricabarile inutile e dannoso, una guerra tra istituzioni che non risolvere l’emergenza immondizie a Roma e nel Lazio. Chiediamo a dem e grillini maggior responsabilità politico-amministrativa e collaborazione attraverso la convocazione di un tavolo che possa affrontare e risolvere il caos attuale. La Raggi non può continuare a parlare di rifiuti zero senza opportuna impiantistica, Zingaretti invece non può puntare il dritto su altri quando per cinque anni non è stato in grado di partorire un piano rifiuti efficace ed efficiente”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Ordigno contro commissariato a Roma, cinque denunce

poliziaffffffIndividuati e denunciati dalla polizia i responsabili del lancio di un ordigno artigianale contro lo stabile del commissariato San Lorenzo a Roma. Si tratta di 5 ragazzi romani, residenti nel quartiere, tra i 19 e i 24 anni. L'episodio accadde lo scorso 17 dicembre, intorno alle 5 del mattino, nei pressi dell'ingresso dell'ufficio di polizia di piazzale del Verano

Multiservizi nel caos. Polemiche e proteste

campidoglio3“La situazione della Roma Multiservizi diventa ogni settimana più preoccupante e paradossale. Nella giornata di ieri i lavoratori erano in protesta in assemblea capitolina per chiedere tutele occupazionali ad una governo comunale, quella della prima cittadina Virginia Raggi, che sinora non ha dato alcuna risposta convincente a favore dei dipendenti, molti dei quali rischiano oggi il posto di lavoro. Sinora le soluzioni e le istanze di dipendenti e parti sociali sono rimaste purtroppo insoddisfatte, a dimostrazione della solare inadeguatezza del Movimento 5 Stelle alla guida di Roma”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Rifiuti, "Guerra tra Pd e M5S non fa bene alla città"

RIFIUTI5“Mentre Roma naviga nel caos rifiuti, non si ferma la guerra a colpi di comunicati stampa tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. Un comportamento fuori luogo e illogico, probabilmente rinfocolato dalla campagna elettorale in atto. Un scontro politico-ideologico che non va bene, che impatta negativamente sulla città e sui romani. Attendiamo un comportamento decisamente più istituzionale in un clima di collaborazione tra enti che affronti e risolva l’emergenza rifiuti in atto. Roma ne ha davvero bisogno”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato.