Giovedì, 13 Dicembre 2018

Ultimo aggiornamento07:30:58 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

Garbatella, esposto di Assotutela su "voragine-discarica"

maritatomichel“E’ molto grave quanto testimoniato in queste ore dalle cronache mediatiche nel quartiere Garbatella, dove si è aperta una grande voragine, che qualche cittadino maleducato ha pensato bene di riempire con alcune buste dell’immondizia. Si tratta di una realtà igienico-sanitaria e infrastrutturale assolutamente inaccettabile e che, purtroppo, dimostra l’inadeguatezza delle politiche, messe in atto dal Campidoglio. Augurandoci che siffatti episodi non accadano più, presenteremo un apposito esposto in Procura della Repubblica sulla “voragine-discarica” di Garbatella al fine di accertare le responsabilità degli enti competenti”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Da FI petizione per un "vero piano anti-povertà"

senzatetto1"Sabato 5 Maggio, dalle ore 16 alle ore 20, saremo in Viale Europa, per promuovere una petizione popolare con la quale chiediamo al Sindaco Raggi e alla sua giunta di adottare un vero e proprio "Piano anti-povertà", un insieme di misure coordinate a sostegno delle molte famiglie romane indigenti e senzatetto" - dichiarano i dirigenti di Forza Italia Roma Marco Scotto Lavina e Pietrangelo Massaro,
"L'azione politica del sindaco pentastellato, infatti, sembrerebbe orientata a destinare risorse economiche ai rom  piuttosto che ai cittadini romani poveri, nonostante - spiegano Scotto Lavina e Massaro - dall'ultimo rapporto della Caritas risultino censiti oltre 7.500 senzatetto, di cui gli italiani rappresentano il 45%, e nonostante la recente chiusura del centro di primissima accoglienza Better Shelter presso la Croce Rossa di Roma".
"Chiediamo pertanto alla Raggi di attivarsi concretamente per aiutare migliaia di romani che vivono attualmente in condizioni non rispettose della dignità umana. L'attenzione verso il sociale dovrebbe tornare ad essere stella polare nelle scelte dell'amministrazione capitolina"- concludono Scotto Lavina e Massaro.

Slitta in autunno il referendum sul futuro di Atac

atac45L'Amministrazione capitolina ha deciso di rinviare al prossimo autunno i referendum consultivi in materia di trasporto pubblico, precedentemente fissati per il 3 giugno 2018. Lo riferisce in una nota il Campidoglio. La scelta e' maturata in considerazione dell'indizione delle elezioni amministrative nei Municipi III e VIII in programma il prossimo 10 giugno 2018, data definita successivamente a quella del referendum. Si sottolinea che la legge impedisce lo svolgimento di differenti operazioni elettorali nello stesso giorno, quindi obbligherebbero di fatto i cittadini a recarsi alle urne per tre votazioni nel solo mese di giugno. La ratio di tale divieto risiede anche nell'esigenza di evitare confusione tra consultazioni di differente natura che dovrebbero svolgersi nello stesso arco temporale. La nuova data, d'altronde, favorisce le operazioni di campagna elettorale da parte dei comitati referendari che potrebbero risultare limitata dalla vigente normativa sulla comunicazione durante il periodo elettorale. Inoltre, lo spostamento dei referendum consultivi potra' produrre un notevole risparmio economico. La consultazione del 3 giugno avrebbe un costo di 16 milioni di euro. Tale cifra potrebbe ridursi in autunno: e' allo studio la possibilita' di impiegare un sistema elettronico dedicato alla votazione. Il rinvio della consultazione e la fissazione della nuova data saranno oggetto di una successiva ordinanza che la sindaca di Roma adottera' dopo aver sentito, come da regolamento, la Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari e i rappresentati dei comitati promotori del referendum (DIRE).

Consegnate al Comune 4 auto elettriche

raggivirgSono state consegnate stamattina le altre quattro auto a trazione elettrica che vanno a rinnovare l'autoparco di Roma Capitale. Le auto giunte in comodato d'uso gratuito attraverso un avviso pubblico, lanciato lo scorso settembre dal Campidoglio, ha portato alla fornitura di veicoli elettrici finalizzata a sostenere la mobilità eco-compatibile e il rispetto dell'ambiente. Stamattina sono state consegnate 2 Citroen C zero, 2 Citroen Berlingo.
"Sono bellissime e importanti per la città, sono perfette come city car - ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in occasione della consegna in piazza del Campidoglio - Noi stiamo rinnovando la nostra flotta e progressivamente la trasformeremo. Il futuro della mobilità è elettrico. Da oggi ai nostri partner si aggiunge anche Citroen che ci aiuta a rinnovare la flotta dei veicoli di Roma Capitale. Stiamo lavorando sullo sharing elettrico e siamo fiduciosi di installare, entro il 2020, almeno 700 colonnine per la ricarica elettrica o anche di più. Vogliamo incentivare la modifica del parco auto che circola in città, questo è il futuro e i cittadini devono sapere che c'è un'amministrazione vicina e che vuole aiutarli da questo punto di vista".
Poi a chi le chiedeva se avesse provato a guidare una delle auto, Raggi ha risposto: "L'auto è automatica, dovrò fare un po' di scuola guida, ma mi dicono sia facilissima da guidare".
Alla consegna è intervenuto anche il direttore generale di Groupe Psa, Massimo Roserba, che ha sottolineato: "Con la giornata di oggi rinnoviamo il nostro appoggio alla sindaca e all'amministrazione. Ringraziamo ancora per la Formula E, un'indicazione di importante attenzione sul tema della mobilità sostenibile".

Metro B, altra mattinata di disagi alla circolazione

metro b romaDisagi questa mattina sulla metropolitana di Roma, Linea B. Per un guasto tecnico la seconda linea della Capitale è rimasta bloccata nel tratto da San Paolo a Castro Pretorio per un paio d'ore.
Attivate le navette sostitutive. Al momento la circolazione è stata riattivata sull'intera linea.

Asili nido, "avviare monitoraggio su strutture scolastiche"

maritatonew“La scorsa notte si è verificato un crollo presso l’asilo nido “Il Melograno”, situato in via del Quadraro, a Roma: il controsoffitto delle cucine ha ceduto, fortunatamente senza feriti. Un episodio molto grave, su cui questa associazione ha intenzione di presentare uno specifico esposto alla procura della Repubblica. Quanto accaduto a “Il Melograno”, inoltre, pone la necessità, da parte del Comune di Roma, di avviare un serio e dettagliato monitoraggio su tutti gli istituti scolastici capitolini al fine di mappare e intervenire sulle situazioni strutturali più critiche”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Portonaccio, molotov contro il “Qube”: nessun ferito, indagini in corso

qubediscodi Marco Montini
Tentato incendio nel locale Qube di via di Portonaccio.

A dare l'allarme questa mattina è stato il titolare della discoteca che si è rivolto ai carabinieri di Casalbertone denunciando l'accaduto.

Secondo una prima ricostruzione,

qualcuno ha prima rotto il vetro di una porta d'ingresso e poi lanciato all'interno una molotov. Dai primi accertamenti la bottiglia incendiaria era di plastica riempita con liquido infiammabile e tappata con uno stoppino.

La fiamma ha consumato lo stoppino senza arrivare a incendiare la bottiglia. Per questo motivo e grazie al pavimento ignifugo, le fiamme non si sono propagate. Circoscrivendo i danni. Secondo quanto si apprende e come riporta Omniroma, il titolare del locale ha riferito di non aver ricevuto minacce né richieste estorsive. Nessuno è rimasto ferito o intossicato. Indagano i carabinieri.

Atac, "sciopero? Ho fiducia in senso di responsabilità"

atac456"Siamo al tavolo con i sindacati da mesi, abbiamo aperto più di dieci tavoli in questi mesi e sulla gran parte abbiamo trovato gli accordi e sono sicuro che riusciremo anche in questo caso, sono fiducioso nel senso di responsabilità dei sindacati". Lo ha detto il presidente di Atac, Paolo Simioni, interpellato sul possibile e imminente sciopero dei dipendenti Atac, in occasione della conferenza di presentazione, alla stazione Termini, dei nuovi prodotti Atac per il pagamento informatizzato dei biglietti.

Atac, assotutela a difesa di pendolari e lavoratori

atac56“Mentre l’Atac continua a versare in condizioni economiche-finanziarie complicate, veniamo a sapere che la trattativa, tra vertici della municipalizzata capitolina e i sindacati, sulla produttività aziendale e sulle turnazioni di lavoro non sarebbe andata a buon fine. Si tratta di una brutta notizia, che si aggiunge ad una serie di criticità ormai sotto gli occhi di tutti: dai disservizi quotidiani del trasporto pubblico alle problematiche, legate al concordato preventivo. Dal management Atac e dal Campidoglio notiamo una carenza di programmazione che non fa ben sperare per il futuro. Noi continueremo a vigilare a tutela di lavoratori e pendolari”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.