Martedì, 23 Aprile 2019

Ultimo aggiornamento12:24:13 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

Deserta la maxi gara di Ama da 224,9 milioni di euro

amaE' andata deserta la maxi gara di Ama da 224,9 milioni di euro

per l'esportazione dei rifiuti prodotti dal tmb della municipalizzata di Roma,

di quelli finora trattati dai due tmb di Colari e di quelli eccedenti queste quantita' (che da diversi anni vengono trattati perlopiu' da impianti localizzati in varie regioni di Italia).

E' il terzo bando consecutivo in un anno di questo tipo che non trova concorrenti.

Il primo, da circa 105 milioni e risalente a un anno fa, riguardava solo gli scarti e la fos dei due tmb di Ama (all'epoca l'impianto di via Salaria era ancora in funzione), poi a settembre nessuna busta nemmeno per quello da circa 190 milioni (dove vennero aggiunti anche i rifiuti trattati dai tmb di Colari e le eccedenze di 'talquale') e adesso e' finita senza esito anche questa gara da quasi 225 milioni di euro, articolata (come la precedente) in dieci lotti e bandita a gennaio in piena emergenza rifiuti per Roma.

Da Ama, secondo quanto apprende l'agenzia Dire, rassicurano sul fatto che la maggior parte dei contratti in essere con altri operatori sono in grado di garantire la continuita' dei vari servizi (trattamento, termovalorizzazione e smaltimento) fino alla fine del 2019. L'azienda di via Calderon de La Barca, che tra poche ore vedra' nominato dall'assemblea Massimo Bagatti come amministratore unico, aprira' un'interlocuzione con Anac per verificare come potere proseguire il contratto con Colari che scade il prossimo 4 aprile.

(Fonte: Dire)

Alberi, Assotutela: “Raggi bugiarda e fa pure scaricabarile”

alberi“Reputiamo illogiche e fuori luogo le parole della sindaca di Roma, Virginia Raggi

che, dopo il caos maltempo e i tronchi caduti in città, trova pure il tempo di prendersela con gli alberi di epoca fascista

per i quali prevede un taglio radicale, e al contempo fa scaricabarile

rivolgendosi al governo e chiedendo fondi per le alberature capitoline.
Dichiarazioni, intrise di bugie quelle della prima cittadina grillina. Proprio ieri è emerso, ad esempio, che ci sono 590 milioni di euro non spesi tra i vari municipi, quindi a bilancio di Roma Capitale. Soldi che potrebbero essere utilizzati per la manutenzione e la cura del verde. In questi casi, quindi, si fa una bella variazione di bilancio, si prende una parte di queste risorse non impegnate e si interviene. Non ci vuole il mago silvan ma spirito di iniziativa, comprensione del problema e capacità di mettere in atto azioni concrete. Rilanciare sul governo vuol dire, invece, cercare un altro alibi, poiché è assurdo che in tre anni di mandato comunali, i grillini non siano stati in grado di fare una gara pubblica per la potatura degli alberi. Cara Raggi, dai un senso al tuo incarico, non sei lì per fare testimonianza ma per governare la città, quando te ne renderai conto?”.

Così, in una nota, il presidente nazionale di Assotutela, Michel Emi Maritato.

Fiamme in villino a Roma, un intossicato lieve

vigilifuocoIncendio in un villino di via del Carbonio, in zona Pietralata a Roma.

Sul posto vigili del fuocoe carabinieri della stazione Santa Maria del Soccorso.

Un uomo,inquilino di una porzione del villino, è rimasto lievementeintossicato.

Tra le ipotesi che l'incendio sia partito da uncamino. Lo riporta l'agenzia di stampa nazionale Ansa.

Muratelli, "Canile nel caos. Esposto in Procura"

canile“La chiusura di Muratella per rischi sanitari è solamente l’ultima di una serie di incongruenze e inefficienze,

presenti da mesi all’interno della nota struttura capitolina.

Adesso si apprende che nel canile comunale sussisterebbe il pericolo contagio tra animali,

mentre l'impossibilità di gestire i casi clinici sarebbe talmente alto da portare l'Asl a fermare gli ingressi di animali.
E il demerito sarebbe del Comune di Roma, che non ha provveduto a trovare i locali idonei da destinare al sanitario, come previsto dalla legge regionale 21 ottobre 1997, numero 34. Siamo di fronte a una realtà inammissibile ma che, purtroppo, non ci sorprende visto e considerato che già in passato, tramite sopralluoghi e denunce mediatiche, abbiamo sollevato la poco virtuosa situazione di Muratella: dalla carente sanificazione e pulizia degli ambienti che ospitano gli animali, al mancato rispetto dei requisiti minimi di assistenza medico-veterinaria. Senza contare, poi, che a Muratella si sarebbero verificati decessi di alcuni quattro zampe, a nostro giudizio evitabili. Chiediamo alla Asl e a Roma Capitale di chiarire su questa preoccupante vicenda. Altrimenti saremmo costretti, nostro malgrado, a presentare un esposto in Procura della Repubblica. Servono risposte immediate e concrete”.

Così, in una nota, il segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

Una startup potrebbe tutelare gli investitori

valbarNel mare infestato da squali della finanza, una zattera di salvataggio sembrerebbe

essere messa a disposizione da parte di un gruppo di ragazzi che con la propria startup

si propongono di affiancare gli investitori da potenziali truffe online. Per spiegare in che consiste

il progetto abbiamo incontrato Valerio Barsanti, ideatore e CEO di Multicashflow.

Come è nata l'idea?

《Ho sempre pensato che ogni persona nascondesse un potenziale così come ho sempre pensato di possederlo io. Ho sempre lavorato come cameriere, cuoco o assistente socio sanitario. Ogni lavoro che facevo, non mi lasciava una soddisfazione interiore tale da potermi ritenere appagato del percorso che stavo facendo, non sentivo quella motivazione tale da farmi pensare: "è il lavoro della mia vita". Avevo una situazione familiare non molto stabile economicamente, i miei genitori divorziarono quando avevo 3 anni e ho vissuto con mia madre, non molto presente a casa per via del lavoro. Mi crebbe nonna, pensionata, a suon di dolci e lavori nell'orto in campagna, finché non diventai adolescente e iniziai a lavorare. Non ho avuto grandi esempi di persone di successo se non quelle viste in televisione che ritenevo irraggiungibili, quindi piu crescevo e più capivo che il problema economico non riguardava solo me ma anche molte delle mie amicizie. Vedevo genitori che non passavano tempo tra di loro a causa del troppo lavoro e come se non bastasse li sentivo lamentarsi di non arrivare a fine mese. Più sentivo lamentele sul denaro, più nel mio cuore si fortificava la convinzione che un giorno avrei creato un progetto in grado di aiutare me, la mia famiglia e le persone che avevo a cuore. Non sapevo ancora né quando né come ci sarei riuscito ma avevo questa sensazione di rabbia mista a rivalsa in corpo come quando stai giocando la partita del secolo con tutte le tue energie e perdi per lo scadere del tempo un attimo prima di segnare il punto. Ne vorresti fare un‘altra per far vedere chi sei veramente. Da qui credo che nacque la mia passione per la finanza e gestione economica》

Ti sei aggiornato per realizzare il progetto?

《Frequentai un corso di formazione per apprendere piu velocemente: Genio in 21 giorni (azienda che ringrazio con tutto il cuore perché ha contribuito alla mia formazione) e mi diede un boost accelerativo in campo finanziario. Iniziai a leggere libri in quel ambito, iniziai a frequentare persone che avevano costruito imperi aziendali e che sicuramente avevano ottenuto più sucesso di me. In un corso di formazione sulla gestione emotiva conobbi Davide Poloni e Mauro Pasta, ad oggi due dei miei piu grandi amici nonché soci, fu straordinaria quella conoscenza perché grazie a loro mi si aprirono dei mondi nuovi da studiare e applicare. Iniziai a mettere in pratica ciò che avevo imparato investendo piccoli risparmi, guadagnando percentuali irrisorie per capire come funzionasse. Andando avanti mi resi conto che questo meccanismo era valido e scoprii che esistevano molte aziende alle quali le persone comuni come me potevano avere accesso per iniziare a far lavorare i soldi al posto loro. Testai il mercato immediatamente con scarsi risultati, perché scoprii l'altra faccia nella medaglia, quella negativa, cioè che non tutti sono onesti a tal punto da dirti come funziona il meccanismo che permette di far guadagnare sia te che l'azienda stessa: mi scottai per la prima volta, capii che alcuni preferiscono guadagnare fregandoti piuttosto che creare una collaborazione e questo non rispecchiava la mia etica》

Quindi non ti sei arreso, come hai continuato?

《Iniziai a chiedere a amici e parenti come valutare un‘azienda per limitare i danni e fare in modo che nessun altro incappasse in questo mio errore, anche lì con scarsi risultati perché mi resi conto che ne sapevano meno di me e che il lavoro da fare era tanto. Contattai Davide e Mauro e, essendoci trovassi d'accordo sul da farsi, decidemmo di iniziare a strutturare quello che oggi è il progetto Multycashflow una piattaforma dove non solo diamo una tutela di servizi finanziari "scam" (truffa) avvalendoci di esperienza personale e di esperti nel settore, con strumenti legali all'avanguardia che indagano sulle aziende che noi gli indichiamo fornendoci una documentazione dettagliata sul loro operato da quando sono nate ad oggi in modo da abbassare di gran lunga la percentuale di rischio di un eventuale investimento, ma diamo anche la formazione che abbiamo appreso sul campo, per gestire al meglio lo stato emotivo e per capire le strategie migliori per la gestione economica》

Avete un modello particolare a cui vi ispirate?

《Prendiamo a esempio i bambini: Hanno un alto indice di resistenza nel limitarsi, vivono tutto al 100% delle loro emozioni, non a caso imparano molto velocemente perché si divertono. Questo è il grande segreto che ci caratterizza. Divertirsi non significa non essere professionali o non saper fare le cose ma seguendo una semplice linea guida ESSERE-FARE-AVERE e non il contrario. Se sei triste e ti fai mille dubbi con annessi pensieri negativi non fai e non hai》

In che modo si può giocare e imparare un settore tanto noioso come la finanza?

《Esiste un gioco da tavolo, simile a monopoli, con cui noi organizziamo delle giornate formative apposite, chiamato cashflow101 il cui scopo è diventare liberi finanziariamente. Ad ogni turno hai la possibilità di scegliere le azioni più giuste e logiche per te, che pensi ti porteranno al successo. Uno specchio di ciò che fai già nella vita reale. Non tutte però sono giuste e alcune ti porteranno alla libertà più lentamente. Il bello del gioco è che puoi sempre ricominciare. La tua esperienza non si resetta, va sempre in avanti, quindi puoi provare finché non riesci bene e veloce! Fondamentalmente il progetto si divide il 3 parti: game (eventi dal vivo cashflow101), formazione (preparazione teorica e pratica sul mondo della finanza), opportunity (portafoglio di aziende valutate con il nostro filtro anti scam)》

Siete riusciti a fare tutto questo da soli?

《Avevamo bisogno di tecnici, project manager, persone con indici forti nell'organizzazione e social media marketer per la pubblicità. Volevamo dare un aiuto a chi come noi crede fortemente che migliorare una situazione economica sia possibile se sai come farlo. Tra le nostre conoscenze spiccavano persone di gran capacità che credono, come noi, nella nostra stessa mission e si impegnano costantemente nella realizzazione di questo progetto, sia per realizzarsi personalmente, sia per contribuire e aiutare chi come noi ha voglia di rivalasa. Ad oggi siamo 16 ragazzi che collaborano a questo progetto: 3 soci, 3 per strutturare la formazione, 3 social media manager 6 project manager, 1 copywriter, 1 strategy manager, 2 tecnici, 4 per strutturare gli eventi game, se li conti dai numeri che ho inserito sono più di 16 perché tutti tengono talmente tanto a questo progetto che seguono anche più progetti insieme. Lascio immaginare la mole di lavoro e le notti insonni passate a rendere ogni cosa funzionante nel minimo dettaglio. Sono fortunato a collaborare con un team così forte nella mia vita. Poi ci sono le parti esterne da non sottovalutare: un team legale e commerciale. Passaggio fondamentale del progetto sicuramente è aver potuto lavorare con persone di sani principi e affiatate come loro. Questo non è da dare per scontato perché la forza del team è fondamentale. Riuscire a creare sinergia, a risolvere eventuali conflitti per far in modo che ci si voglia bene più di prima non è facile ma non impossibile, quindi se hai intenzione di creare un progetto circondati di persone migliori di te e fai in modo di imparare il più possibile da loro come sto facendo io. Ricorda sempre di darti degli obiettivi e di monitorarli costantmente attraverso dei test che farai nel mercato per vedere se la tua strategia funziona o meno, non puoi mai essere sicuro di un risultato se non sei disposto e allenato a virare rotta tempestivamente. Oggi chi vince nel mondo del commercio è colui che si aggiorna costantemente e è disposto a mettersi in discussione migliorando le proprie qualità》

Come vi vedete tra 10 anni?

《Vorremmo vedere realizzata la nostra mission. Vedere molte piu persone in Italia che non pensano più a quanti soldi devono spendere per comprare il regalo tanto atteso al figlio, andare a cena fuori, comprare un regalo, risparmiare una vita per comprare la casa dei sogni. Basta con i malcontenti economici, vogliamo vedere le persone felici di investire il loro tempo con la propria famiglia e i loro cari》

Francesco Vullo

Carol Maritato incontra il cardinal Comastri in Vaticano

CAROLCOMASTRIIncontri spiritualmente rilevanti per la cantautrice italiana e giovane talento radiofonico, Carol Maritato.

Negli scorsi giorni, infatti, nella cripta Ungherese nel Sacrario sotterraneo del Vaticano, nel cuore della Capitale,

è stata ricevuta dal Cardinal e arcivescovo Angelo Comastri, in occasione della messa in suffragio della pace, alla

presenza di importanti autorità del mondo delle istituzioni e dello Stato. “Sono una persona profondamente e convintamente cattolica - ha detto Carol Maritato
– ed è stata dunque una grande emozione essere benedetto dal cardinal Comastri, un modello spirituale e un esempio da seguire per chi, come me, trasmette agli altri i valori della pace e della cristianità”.

Opere pubbliche, critiche e richiesta di dimissioni al consigliere grillino

stefano«La maggioranza a cinque stelle del Municipio XI approva una mozione che boccia la realizzazione del piano urbano

parcheggi a Piazzale della Radio.

Gli stessi grillini si rendono conto che le opere tanto propagandate dal Presidente Stefano e dipinte come la migliore soluzione

per il traffico romano altro non sono che lavori inutili e dannosi.

Nei giorni scorsi il parere contrario alla corsia preferenziale su via Portuense, oggi il parere contrario al PUP di piazzale della Radio. In poche settimane dal Municipio XI sono arrivate alle proposte del presidente della commissione mobilità una serie di risposte imbarazzanti che mettono ancora una volta in evidenza la più totale schizofrenia del movimento a cinque stelle.

Dopo quest’ennesima bocciatura ci auguriamo che il presidente della commissione Mobilità Stefano voglia prendere atto che per lui è arrivato il momento di abbandonare definitivamente il campo».

Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale, e Federico Rocca, responsabile nazionale Enti Locali di Fratelli d’Italia.

80mila multe sulle strade di Roma. "Ma la manutenzione?"

stradecolabrodoo“Apprendiamo dalla stampa che nel 2018 sarebbero circa 80mila le sanzioni agli automobilisti capitolini

per eccesso di velocità. Per un incasso complessivo a favore delle casse del Campidoglio

che sfiora i 9 milioni di euro. Numeri importanti che farebbero presagire un ritorno in termini di investimento e manutenzione per le strade di Roma.

Che, invece, continuano ad apparire disastrate, piene di buche e avallamenti. Siamo di fronte alla totale assenza di programmazione infrastrutturale da parte di Raggi e compagni

che, in due anni e mezzo di mandato amministrativo, hanno sempre preferito interventi spot, palliativi e rattoppi che non hanno risolto le criticità viarie della Capitale d’Italia”.

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi.

"Flop piano Campidoglio su videosorveglianza"

telecamere“Installazione e potenziamento della video sorveglianza nelle aree maggiormente interessate da situazioni di degrado e illegalità”. Questo era l’obiettivo che si era proposto la giunta Raggi prima dell’estate scorsa. E lo stesso slogan era stato annunciato anche negli anni precedenti, quasi sempre subito dopo l’accadimento di violenze e stupri. Peccato che poi nella realtà nulla è stato fatto e le tanto annunciate telecamere nei punti strategici della città sono rimaste lettera morta, così come non sono decollate le campagne di informazione e prevenzione da diffondere soprattutto nelle strutture ricettive. Responsabilità politiche gravissime quelle dei pentastellati che, quando devono gestire la cosa pubblica con azioni concrete quali bandi ed atti amministrativi, fanno caporetto e la riprova sono le procedure predisposte in modo errato che spesso costringono al ritiro del bando o ad inaccettabili ritardi con flop clamorosi. Come Fratelli d’Italia continueremo a proporre le nostre ricette sulla sicurezza, che prevedono tra l’altro telecamere in molti luoghi sensibili, soprattutto di periferia, il potenziamento della Polizia Locale da dislocare nelle zone più a rischio, oltre alla istituzione della commissione capitolina sulla Sicurezza, in modo da contrastare con incisività violenze, stupri e degrado. È una vergogna mantenere la città di Roma in queste condizioni pietose, con una insicurezza diffusa che colpisce soprattutto le donne e che, oltre a creare apprensione ai romani, non è un bel biglietto da visita per i turisti”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.