Giovedì, 02 Aprile 2020

Ultimo aggiornamento12:25:07 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

Coronavirus, dopo pec Regione anche quella del Comune Roma “in tilt”

50E6B55A-1087-4B77-8611-157E63424A17“Siamo davvero allarmati per quanto sta accadendo nei municipi del Comune di Roma, dove sono migliaia le persone che necessitano di sostegno economico economico e alimentare in questo momento emergenziale, legato al Coronavirus. Il Campidoglio, infatti, ha pubblicato l’avviso pubblico per l’assegnazione del contributo economico a favore di persone e/o famiglie in condizione di disagio economico e sociale, provocata dalla diffusione di agenti virali trasmissibili (COVID -19). Un avviso, sulla carta lodevole, per tutti quei cittadini in situazione di indigenza e necessitanti di essere supportati per le spese di prima necessità. Peccato che le pec del sito del Comune di Roma per la presentazione della domanda risultino completamente in tilt e quindi i residenti capitolini si sono ritrovati impossibilitati ad ottenere quanto in loro diritto. Si tratta di una realtà preoccupante che rischia di incidere negativamente sulla quotidianità di tante famiglie. Sollecitiamo il Comune e la sindaca Raggi a risolvere il disservizio tecnico-informatico: bisogna fare presto, c’è tanta gente in crisi economica che ha estremo bisogno di liquidità per generi di prima necessità”.
Così, in una nota, il consigliere regionale FDI Lazio, Giancarlo Righini, e i dirigenti di Fratelli d’Italia Michel Emi Maritato e Federico Rocca.

Dal Campidoglio l’app contro gli assembramenti. Aspra critica a Raggi

raggiraggiraggi“In piena emergenza Coronavirus la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha annunciato in pompa magna la nuova funzione del Sus, il Sistema Unico di Segnalazione, messa a disposizione sul sito del Campidoglio che permette di indicare eventuali assembramenti. Un servizio, a prima vista utile, ma che nasconde una serie di rischi e criticità non indifferenti. Innanzitutto non si intravede assolutamente la necessità di istituire un servizio di delazione alternativo al 112 per ciò che a sensazione un cittadino può considerare irregolare o meno. Secondo, il controllo e il monitoraggio del territorio spettano alle forze dell’ordine che, con il Sus, rischiano di essere chiamate ad approfondire situazioni segnalate che potrebbero poi non rispecchiare la realtà denunciata, con la conseguenza nefasta di far perdere loro tempo prezioso, a discapito del controllo di contesti realmente criminosi o illegali. Per questa ragione, reputiamo che il Sus non sia una cosa buona, ma un palliativo mediatico da parte della sindaca Raggi”.
Così, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.


Inviato da iPhone

Roma, la proposta: “parcheggio gratuito per chi lavora”

8C1DB0DC-711A-4A95-BE38-8BBA4B39D9F3“In queste ore in cui tutti sono a casa, al fine di contrastare l’emergenza legata al Coronavirus, ci sono piccoli e grandi eroi che si recano a Roma, in centro e periferia, per assicurare i servizi pubblici e privati minimi: lavoratori di supermercati, farmacie, ospedali, e di molte strutture pubbliche, che non possono fermarsi nonostante l’emergenza in atto. In questo contesto, chiediamo alla sindaca di Roma Virginia Raggi di esentare queste categorie produttive dal pagamento della sosta in pagamento. Un provvedimento, peraltro già applicato in altre città italiane ma che finora il Campidoglio non ha voluto prendere in considerazione. Sarebbe un gesto di grande sensibilità, oltre che di buonsenso istituzionale, verso questi lavoratori che possono essere considerati dei veri e propri eroi”.
Così, in una nota, il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

Comune di Roma, "esposto all'Anac su avviso capo ufficio stampa"

campidoglio3"Apprendiamo che il Comune di Roma sarebbe alla ricerca di una figura di direttore dell'ufficio stampa

e avrebbe recentemente pubblicato un avviso pubblico, destinato a giornalisti professionisti e pubblicisti con comprovata esperienza.

L'incarico avrebbe una durata triennale, seppur, da quanto traspare, sarebbero di carattere fiduciario, quindi legato al mandato

amministrativo della sindaca Raggi che tuttavia scadrà tra poco più di un anno solare. E solitamente, dunque, la durata di questi

incarichi cessano in automatico con la fine della legislatura del sindaco. Altrimenti tanto sarebbe valso bandire un concorso pubblico. Non vorremmo che l’avviso pubblico del Campidoglio possa risultare illegittimo. Per questa ragione, è nostra intenzione presentare una denuncia querela alla Procura della Repubblica e un esposto all’Anac al fine di fare chiarezza sulla vicenda e capire se il provvedimento rispetta i requisiti di legalità. Auspichiamo, nel frattempo, che la Raggi torni sui propri passi”.

Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Assotutela contro la Raggi in merito alla manutenzione del verde

alberi“Con viva preoccupazione continuano a giungerci segnalazioni cittadine di degrado a Roma. Non solamente cumuli di immondizia, ma anche tronchi in attesa di rimozione sulle arterie e i marciapiedi capitolini. Come peraltro testimoniato chiaramente oggi dalla stampa. Chiediamo al Campidoglio lumi sui controlli effettuati, una mappatura degli alberi adagiati o crollati sulle strade e con che tempistiche le imprese competenti rimuoveranno i fusti, restituendo decoro alla nostra città. Se non dovessero arrivare risposte subitanee e convincenti, sarà nostra premura presentare un apposito esposto alla Procura della Repubblica di Roma per capire le ragioni di tale inerzia amministrativa e operativa”.

Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Atac, ennesima aggressione a un controllore: in arrivo esposto

ataclogo“Assotutela intende esprimere vicinanza e solidarietà alla verificatrice Atac in servizio ieri sulla linea tram 2,

che e' stata aggredita da una passeggera. Si tratta di un episodio vile, che questa associazione stigmatizza con forza.

Situazione di questo genere si verificano purtroppo spesso sui mezzi pubblici capitolini, a dimostrazione che la municipalizzata Atac

e il Comune di Roma devono fare molto di più per la sicurezza dei lavoratori e degli utenti romani, già costretti a subire una servizio di mobilita precario e sotto standard. Nell’augurarsi che tali aggressioni fisiche e verbali abbiano fine, abbiamo intenzione di depositare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma”.

Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Guasto tecnico sulla Metro A: esposto in Procura

michelmaritatoQuesta mattina nuovi disagi e disservizi sulla linea A della Metropolitana di Roma, nello specifico si è registrato un inconveniente tecnico nella stazione Vittoria Emanuele. Siamo di fronte all’ennesimo guasto per i trasporti della Capitale d’Italia: un episodio che, oltre ad arrecare problemi a numerosi utenti, dimostra l’inefficacia delle politiche di mobilità, messe in campo dal Campidoglio grillino della sindaca Raggi e della azienda municipalizza Atac. E’ ora che questi disservizi finiscano: per questa ragione, come associazione che difende i diritti dei cittadini pendolari, presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica di Roma per conoscere nello specifico le cause tecniche dei continui guasti sulle linee metropolitane dell’Urbe Eterna”.

Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Coronavirus, Assotutela chiede chiarimenti sulla pulizia di bus e metro

campidoglio2“È proprio il caso di dirlo: ci voleva l’emergenza Coronavirus per pulire e tirare a lucido i mezzi

di trasporto capitolini. In questo momento in cui prevenzione e precauzione sono fondamentali,

accogliamo con profondo piacere la decisione di Atac di avviare un piano di sanificazione straordinaria quotidiana,

integrativo rispetto a quanto già avverrebbe abitualmente, di tutti i mezzi del trasporto pubblico. Dai treni alle metro, fino agli autobus. In questo senso, vorremmo sapere con che tempistica e che con quali procedure vengono quotidianamente sanificati ed igienizzati i mezzi Atac visto e considerato che in passato ci sono giunte numerose segnalazioni di degrado e sporcizia da parte degli utenti capitolini. Chiediamo dunque dati e numeri alla municipalizzata dei trasporti e al Comune di Roma”.

Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

"No a ipotesi di chiusura dell'agenzia comunale per le tossicodipendenze"

campidoglio4“Apprendiamo da notizie stampa che il Campidoglio grillino avrebbe l’infausta intenzione di smantellare

l’agenzia comunale per le tossicodipendenze, partecipata del Comune di Roma. Ci troviamo di fronte a

una ipotesi illogica e scellerata, che andrebbe ad indebolire ancora di più le politiche sociali e un settore delicato,

che ha disperato bisogno di enti come quello della agenzia comunale. Una scelta, quella di sindaco Raggi e compagni, per certi versi incomprensibile visto e considerato che la agenzia comunale per le tossicodipendenze avrebbe un bilancio finalmente in salute.

Chiuderla in una città come Roma, che presenta numerose persone fragili e disagiate, rappresenterebbe una iniziativa dannosa ed inutile. La sindaca della Capitale d’Italia, Virginia Raggi, torni sui propri passi”.

Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato