Martedì, 16 Luglio 2019

Ultimo aggiornamento12:32:26 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

"Flop piano Campidoglio su videosorveglianza"

telecamere
“Installazione e potenziamento della video sorveglianza nelle aree maggiormente interessate da situazioni di degrado e illegalità”. Questo era l’obiettivo che si era proposto la giunta Raggi prima dell’estate scorsa. E lo stesso slogan era stato annunciato anche negli anni precedenti, quasi sempre subito dopo l’accadimento di violenze e stupri. Peccato che poi nella realtà nulla è stato fatto e le tanto annunciate telecamere nei punti strategici della città sono rimaste lettera morta, così come non sono decollate le campagne di informazione e prevenzione da diffondere soprattutto nelle strutture ricettive. Responsabilità politiche gravissime quelle dei pentastellati che, quando devono gestire la cosa pubblica con azioni concrete quali bandi ed atti amministrativi, fanno caporetto e la riprova sono le procedure predisposte in modo errato che spesso costringono al ritiro del bando o ad inaccettabili ritardi con flop clamorosi. Come Fratelli d’Italia continueremo a proporre le nostre ricette sulla sicurezza, che prevedono tra l’altro telecamere in molti luoghi sensibili, soprattutto di periferia, il potenziamento della Polizia Locale da dislocare nelle zone più a rischio, oltre alla istituzione della commissione capitolina sulla Sicurezza, in modo da contrastare con incisività violenze, stupri e degrado. È una vergogna mantenere la città di Roma in queste condizioni pietose, con una insicurezza diffusa che colpisce soprattutto le donne e che, oltre a creare apprensione ai romani, non è un bel biglietto da visita per i turisti”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.