Martedì, 23 Aprile 2019

Ultimo aggiornamento12:24:13 PM

  • Twitter
  • Info

ROMA CAPITALE

Verde, bocciata la mozione della consigliera Mussolini

campidoglio2
«Nonostante la giunta abbia bocciato la mozione a mia prima firma sulle problematiche del verde cittadino, nutro un certo orgoglio per quanto ho proposto. E’ inconfutabile, infatti, che si sia preso spunto abbondantemente da quest’atto, depositato l’11 marzo scorso, per mettere in campo strategie atte a salvaguardare il patrimonio arboreo della nostra città Della mozione, presentata oggi in aula, risulta chiaramente che sono stati fatti propri diversi punti lì proposti e illustrati. Il tavolo tecnico con rappresentanti del mondo istituzionale e universitario, ad esempio, ma anche la necessità di uno sforzo più serio e attento e quella di fondi straordinari indispensabili per la messa in sicurezza del verde e degli alberi della nostra città. Ora mi auguro che tutto proceda nel migliore dei modi per la salvaguardia del patrimonio arboreo di Roma e auspico che non si facciano deroghe al piano di tutela che sarà messo in campo. Se la Sindaca pensa, come aveva ipotizzato, di far tagliare un albero della specie Pinus Pinea, accampando scuse legate alla vetustà dell’arbusto, ci tengo a rasserenarla: l’età dell’albero da sola non determina né la caduta né la necessità dell’abbattimento. Piuttosto i crolli in batteria sono dovuti alle pratiche vivaistiche errate e nella manutenzione approssimativa. Così come altri alberi, anche i pini di Roma, piantati in epoche storiche passate, vanno preservati. Il Pinus Pinea, considerato l’elevato numero di esemplari presenti in Italia, è ritenuto in molte nazioni l’albero simbolo del nostro Paese. Abbatterlo non gioverebbe né al verde cittadino, ultimo baluardo di una città vivibile, né a quello che la pianta rappresenta». Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale.