Sabato, 29 Luglio 2017

Ultimo aggiornamento08:16:28 PM

  • Twitter
  • Info

Regione Lazio

Cotral, "Da Giana addio con promozioni last minute per fedelissimi"

cotral34
“L’ad di Cotral, Arrigo Giana, sta finalmente tornando all’ovile milanese, ancora poche ore per chiudere al peggio la sua pagatissima missione. Un addio con sorpresa tutto a carico dei cittadini del Lazio e a dispetto di tutto il resto dell’azienda: dalle segrete stanze della presidenza e dell’amministrazione sono trapelate notizie più che fondate su una ventina di promozioni. Davvero un colpo da maestro, nessuno era riuscito a fare meglio di lui. Giustificato dall’articolo 18 R.D. 148/31, Giana si è dimenticato del suo nobile diktat iniziale, secondo il quale l’azienda non avrebbe più consentito promozioni a superquadri, ed ecco che i fedelissimi dell’ormai ex ad e della presidente Colaceci sono stati omaggiati di un aumento di stipendio mensile e di un premio di produttività da capogiro, pur svolgendo da anni le medesime mansioni. Di questa provvidenziale lotteria hanno beneficiato pochissimi fortunati eletti delle aree Amministrazione, Personale e Manutenzione. Di quest’ultimo scandalo chiederemo conto alla presidente Colaceci. Quel che è certo è che Giana passerà alla storia come uno che ha saputo risanare un’azienda, esattamente come avrebbe saputo fare anche un bambino di quinta elementare: ovvero licenziando dirigenti e operando trasferimenti punitivi, molti dei quali bocciati dal tribunale del lavoro e che stanno comportando legittimi risarcimenti da parte di Cotral. Di tutto questo, purtroppo, dobbiamo “ringraziare” il presidente Zingaretti: per merito suo, ahinoi, si è riusciti a scrivere una delle pagine più nere della storia di Cotral. Un capitolo triste e desolante, che continua a essere fatto di bus a fuoco, licenziamenti ambigui, consulenze esterne, assunzioni discutibili, trasparenza amministrativa sotto zero, ritardi, disservizi, tagli di linee e cori di proteste da tutto il territorio regionale”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Mobilità, Adriano Palozzi.