Lunedì, 18 Dicembre 2017

Ultimo aggiornamento12:12:11 PM

  • Twitter
  • Info

Regione Lazio

Geologi del Lazio aderiscono alla manifestazione per equo compenso

ORDINEGEOLOGILAZIO
Anche l’Ordine dei Geologi del Lazio aderisce alla manifestazione unitaria dal titolo “L'equo compenso non può più aspettare”, organizzata dalla Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e dal Comitato Unitario degli Ordini e Collegi Professionali (CUP) per il prossimo giovedì 30 novembre, dalle ore 9:30 alle ore 13, a Roma presso il Teatro Brancaccio, in Via Merulana 244. “Con la manifestazione si intende dare un segnale di indignazione forte alla sentenza del Consiglio di Stato, la numero 4614/2017, che - sottolinea il presidente Roberto Troncarelli - legittima di fatto gli enti pubblici a promuovere bandi senza compenso per il professionista e con la sola previsione del rimborso spese”. CUP e RPT, dunque, dicono "no" al lavoro gratuito. E i Geologi del Lazio non possono che condividere le finalità dell'iniziativa e garantiranno la propria presenza con una delegazione.

“Il diritto all’equo compenso va riconosciuto a tutti i due milioni e trecentomila professionisti ordinistici e non solo ad una categoria professionale - aggiunge Roberto Troncarelli -. Allo stato attuale, infatti, i diritti dei professionisti non vengono difesi e tutelati da una Pubblica Amministrazione che addirittura, in qualche caso, ritiene opportuno pretendere prestazioni lavorative simboliche, ad appena un euro. Una vergogna in piena regola, perpetrata dallo Stato verso centinaia di migliaia di partite Iva che, con tanta fatica, cercano quotidianamente di sopravvivere. Uno Stato che ha ormai trovato in loro l’unico serbatoio cui attingere per sanare le proprie deficienze, per succhiare le ultime risorse e mantenere i propri costi abnormi, per nascondere le proprie incapacità di invertire la rotta e attuare serie e lungimiranti politiche di rilancio del comparto delle professioni”, chiosa il presidente dell’Ordine dei Geologi del Lazio.