Lunedì, 16 Settembre 2019

Ultimo aggiornamento04:59:36 PM

  • Twitter
  • Info

Regione Lazio

Cambiamo in Consiglio regionale, le parole di Palozzi e Ciacciarelli

consiglioregionale78“Dopo l’addio Forza Italia, con soddisfazione annunciamo che sta per nascere il gruppo “Cambiamo! Nella regione Lazio”. Così, in una nota, Adriano Palozzi, consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori, insieme al presidente Giovanni Toti, di “Cambiamo”, e Pasquale Ciacciarelli, consigliere regionale del Lazio e presidente della V Commissione - Cultura, spettacolo, sport e turismo. “Siamo molto orgogliosi di essere i primi in Italia a dar vita a una rappresentanza del movimento del presidente Toti all’interno di una istituzione regionale. E’ il segno tangibile che insieme a quadri, simpatizzanti ed esponenti del Lazio, stiamo operando con impegno e concretezza per la costruzione e il radicamento di un percorso innovativo e ambizioso, che veda al centro i cittadini e i territori. Un percorso - aggiungono Palozzi e Ciacciarelli - che procede spedito in tutta Italia e che, siamo convinti, vedrà presto i suoi frutti, con l’adesione di tanti amministratori che andranno a costituire i gruppi regionali, provinciali e comunali. Per quanto riguarda il Lazio, a livello politico, abbiamo già avviato una serie di riunioni per la composizione di un coordinamento regionale aperto e partecipato, così come a livello istituzionale continueremo la nostra opposizione netta e trasparente nei riguardi dell’inesistente amministrazione del presidente Zingaretti: amministrazione che ha fallito in tutti i settori chiavi della macchina regionale”.

Rifiuti, "A Roma e nel Lazio cittadini vessati"

rifiuti56“Sono davvero molto preoccupanti e allarmanti i numeri snocciolati in queste ore dalla Confcommercio in merito all’aumento dei costi di aziende e cittadini per pagare la tassa sui rifiuti. In particolare, nel nostro territorio regionale, dove la Tari pro-capite è la più elevata d’Italia. E la parte del leone la fa la città di Roma, dove i cittadini sono costretti a pagare una tassa economicamente da capogiro in cambio, beffa che si aggiunge al danno, di un servizio di raccolta e smaltimento assolutamente precario e insufficiente. Vorremmo capire: cosa hanno fatto le istituzioni preposte, in testa il presidente della Regione Nicola Zingaretti e la sindaca di Roma Virginia Raggi, per implementare e agevolare un ciclo virtuoso dei rifiuti con conseguenti costi risparmiati e agevolati per i cittadini? Letteralmente zero. Non dobbiamo stupirci dunque che i nostri territori continuino a essere dimenticati a causa del lassismo istituzionale e amministrativo di Regione e Campidoglio”.
Così in una nota il presidente nazionale della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato, già candidato al Comune di Roma

Regione, in tre lasciano Forza Italia. Le parole del consigliere Palozzi

AdrianoPalozzi10“In queste ore ho deciso di uscire dal gruppo consiliare di Forza Italia per confluire nel gruppo misto del Consiglio regionale del Lazio come passaggio per far nascere il gruppo di “Cambiamo”.

Ad annunciarlo, in una nota, il consigliere regionale del Lazio ed esponente di “Cambiamo!/ Laboratorio Lazio per il Cambiamento”, Adriano Palozzi. “Si tratta di una scelta sofferta ma inevitabile,

maturata nel tempo alla luce della preoccupante involuzione in atto all’interno di Forza Italia.

Un partito ormai ai minimi storici, dove meritocrazia e radicamento sono soffocati da egoismi e ambizioni personali.

Abbiamo provato in tutte le maniere ad approntare quell’auspicato percorso di rinnovamento e radicamento, che avrebbe rilanciato FI e lo abbiamo fatto su principi di dialogo e spirito democratico, senza cercare alcuna leadership personale. Insieme al presidente Toti – ha continuato Palozzi -, ad esempio, abbiamo chiesto una chiara inversione di rotta, al fine di ridare linfa e slancio alla base, attraverso strumenti innovativi come le primarie, l’azzeramento delle cariche e il rinnovamento della classe dirigente. Richieste e istanze rimaste totalmente inevase. Per tutte queste ragioni, dunque, non intendo più far parte di un partito logorato, chiuso e lontano dai cittadini. C’è bisogno di una nuova spinta propulsiva e forte, per un cambiamento profondo del centrodestra: elementi fondamentali, che abbiamo riscontrato invece nel presidente Toti e in “Cambiamo”, che ho contribuito a far nascere e nel quale militerò con passione e dedizione: un percorso innovatore, liberale, inclusivo, giovane e che guarda solo al centrodestra, già sposato da tanti amministratori ed esponenti politici nel Lazio e in tutta Italia. A livello istituzionale – conclude Palozzi -, continuero’ la mia opposizione dura e senza sconti nei confronti del presidente Zingaretti e della sua fallimentare amministrazione regionale”.

Rivoluzione Animalista incontra il sindaco di Bolognetta

gabriellacaramanicaiii“Sabato altra visita in Sicilia del segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica, per una serie di incontri istituzionali e politici molto fruttuosi e produttivi. Punto di incontro è stato il Comune di Bolognetta, ospiti del Sindaco Gaetano Grassadonia che ha dimostrato avere grande sensibilità nei confronti degli animali e con il quale abbiamo avuto un'ottima interlocuzione. In aula consiliare - alla presenza anche di volontari, associazioni, studenti e cittadini - abbiamo affrontato lo spinoso tema del randagismo, garantendo la nostra collaborazione a 360 gradi per arginare questo preoccupante fenomeno, trovando le migliori soluzioni per tutelare gli animali del territorio di Bolognetta. Inoltre, abbiamo convenuto sull’importanza della prevenzione e della formazione: per questa ragione, in sinergia col Comune di Bolognetta, organizzeremo vari incontri presso le scuole per sensibilizzare bambini e ragazzi sulla tutela dei diritti animali. Incontro anche a Palermo con alcuni membri del coordinamento regionale per mettere a punto strategie ed interventi da attuare nell'immediato sul territorio siciliano. E’ stata una giornata molto intensa e proficua, il nostro programma ora prevede la nostra presenza in lungo ed in largo nello stivale per organizzare le tante iniziative che Rivoluzione Animalista ha pianificato in tutte le regioni italiane”.

Così, in una nota, il partito Rivoluzione Animalista.

Allarme Amianto nel Lazio? Richiesti indagini e studi approfonditi

AmiantoRimozione“Siamo molto preoccupanti per i numeri snocciolati dal rapporto “I casi di MM nel Lazio” individuati grazie all’attività del Registro regionale,

secondo cui la questione amianto sarebbe fuori controllo in ben 16 comuni della nostra regione, ivi inclusa la città di Campagnano di Roma.

In queste realtà territoriali infatti, secondo i dati risalenti al 2016, figurerebbe un sistematico sforamento dei livelli rispetto alla media nazionale e regionale 

di incidenza come causa di tumori. Una situazione allarmante, che rappresenta un pericolo non solo per la salute umana ma anche per quella di migliaia di animali.

Per questa ragione, non possiamo sottovalutare l’emergenza absesto in atto, dunque chiediamo ai primi cittadini e al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, un tavolo sulla questione nella speranza e nella necessità che siano istituti presto nuove e approfondite indagini sull’incidenza dell’amianto su essere umani e animali e, al contempo, siano incrementate e velocizzate le procedure di rimozione dell’amianto ancora presente sul territorio regionale. Rivoluzione Animalista monitorerà la situazione e solleciterà le istituzioni affinchè venga tutelato il diritto alla salute di cittadini e animali”.

Così, in una nota, il segretario nazionale del partito Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica