Domenica, 18 Agosto 2019

Ultimo aggiornamento01:26:58 PM

  • Twitter
  • Info

LITORALE

Civitavecchia, in giro con la cocaina nell'orologio

poliziacivitavechiaIeri surante un servizio per la prevenzione e repressione dello spaccio di stupefacenti, gli agenti della Polizia di Stato di CIvitavecchia, in via G. Matteotti, hanno proceduto al controllo di C.F., di 53 anni, con precedenti di polizia. All'interno della cassa di un finto orologio da polso, l'uomo, nascondeva 3 involucri contenenti cocaina ed indosso aveva 425 euro, tutto sottoposto a sequestro. Durante la perquisizione in una cantina, in uso allo stesso, i poliziotti hanno rinvenuto alcuni grammi di cocaina, sostanza da taglio e una bilancia di precisione. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Maltempo, ritardi fino a 120 minuti sulla Roma-Formia

trenoA causa del maltempo, cancellazioni, limitazioni e ritardi fino a 120 minuti sulla linea FL7 Roma-Formia. La circolazione e' fortemente rallentata fra Priverno-Fossanova e Monte San Biagio per guasto agli impianti provocato dalle forti scariche atmosferiche. Lo comunica Astral Infomobilita' nel notiziario elo riporta la Dire.

Siccita': Sos Provincia Latina, a rischio il Giardino di Ninfa

giardinininfaLa presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna ha chiesto formalmente alla Regione Lazio e all'Autorita' di Bacino del Fiume Tevere la convocazione immediata di un incontro "sul grave stato di siccita' che sta interessando l'area del Giardino di Ninfa e della tenuta di Pantanello". "A seguito della nota inviata dalla Fondazione Caetani la presidente Della Penna si e' attivata, anche nella veste di sindaco di Cisterna, proprio per chiedere che - prosegue la nota - l'argomento relativo alla grave siccita' che sta mettendo a rischio il Giardino di Ninfa venga portato, cosi' come per le altre emergenze che interessano il territorio pontino e il resto del Lazio, sui tavoli regionali e nazionali con l'obiettivo di chiedere interventi concreti anche sul piano dello stanziamento delle risorse necessarie ad affrontare l'emergenza"

Acqua Pubblica, cittadini della Provincia Latina "presi in giro"

acqua2“Gestione delle risorse idriche, di pubblico ormai c’è solo la faccia tosta del presidente della Regione Lazio Zingaretti e dei consiglieri regionali pontini che fanno parte della sua maggioranza. Le ultime dichiarazioni del presidente Zingaretti, accolte dal plauso commosso dei consiglieri Forte e Giancola, ci hanno lasciato perplessi per l’incongruenza, l’estemporaneità e la mistificazione dei fatti. Certamente folgorati sulla via della campagna elettorale Zingaretti ha dichiarato che la Regione Lazio è pronta a sostenere i Comuni della provincia di Latina nel lungo e difficile percorso che porta alla ripubblicizzazione delle gestione delle risorse idriche. Ha detto che “occorre una svolta” e che la Regione “ha gli strumenti, c’è una legge in vigore che indica la Regione come soggetto garante” . Interesse e senso di responsabilità talmente sentito dal presidente e della sua maggioranza che a dicembre 2016, in consiglio regionale durante la discussione sulla proposta di legge di “Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2017 – 2019”, hanno bocciato l’emendamento che avevo presentato per finanziare, per un importo totale di 20 milioni di euro, il “Fondo regionale per la ripubblicizzazione” della gestione delle risorse idriche, previsto dalla legge regionale sulla “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque”, nonostante ne avessimo sostenuto l’importanza proprio per la rilevanza del ruolo che in questo processo la Regione ricopre a sostegno dei Comuni e nell’interesse dei cittadini che rappresentiamo. Interesse che si misura, se facciamo riferimento alla crisi idrica che ha messo in ginocchio il nostro territorio, anche nel mancato rispetto dell’ordine del giorno, che ho presentato al “Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2017 – 2019” e che è stato approvato a febbraio 2017, con cui si impegnava il presidente della giunta regionale e gli assessori competenti in materia ad aumentare, in termini di competenza e cassa, lo stanziamento del programma denominato “Servizio idrico integrato”, per un importo pari 4.000.000,00 di euro al fine di contribuire a fronteggiare e a risolvere in modo definitivo la crisi idrica nei Comuni del Sud Pontino e del Golfo di Gaeta. Comprendiamo che le elezioni regionali del 2018 siano tutte in salita per chi in quasi cinque anni di amministrazione ha predicato bene ma razzolato male. E siamo felicissimi di apprendere che la Regione Lazio, per voce del suo presidente e della sua maggioranza, abbiano deciso di fare quanto Forza Italia e l’opposizione chiede da tempo, cioè assumersi le proprie responsabilità e sostenere i Comuni nel processo di ripubblicizzazione delle risorse idriche dando attuazione a quanto deciso dai cittadini con il referendum del 2011. Ma trovo inaccettabile che si prendano in giro i cittadini solo per conquistare qualche voto. Si amministra non con gli slogan ma con i fatti concreti gli stessi di cui oggi non vi è traccia. Se Zingaretti è davvero intenzionato a sostenere i Comuni effettui gli atti amministrativi consequenziali e inserisca le risorse necessarie nel “Fondo regionale per la ripubblicizzazione”. Altrimenti ci troviamo solo di fronte all’ennesimo impegno bello a parole ma totalmente privo di consistenza nei fatti. Noi la memoria ce l’abbiamo lunga e in ogni consiglio utile, compreso quello di dicembre sulle proposte di legge di bilancio e stabilità, torneremo a riproporre questo emendamento certi che stavolta la maggioranza di Zingaretti lo approverà ad occhi chiusi”.

X Municipio, vince Di Pillo. I seggi del nuovo Consiglio

dipilloCon la vittoria della grillina Giuliana Di Pillo, il nuovo Consiglio del Municipio X avra' una maggioranza di 15 consiglieri del M5S. Nove i consiglieri di opposizione, cosi' suddivisi: 2 a Fratelli d'Italia, 2 a Forza Italia, 2 al Pd, uno a Casapound, uno alla lista civica Bozzi presidente e uno a Laboratorio Civico X.

Cerveteri, Palozzi-Orsomando: "Audizione su Prg e Ostilia"

Cerveteri“A causa dell’immobilismo e dell’incapacità dell’amministrazione Pascucci, a Cerveteri la politica urbanistica vive da anni tra ambiguità e forzature. I due esempi lampanti sono l’adozione del Nuovo Piano Regolatore Generale (Variante Generale al Prg) e l’irrisolta vicenda dell’Ostilia. Sul primo punto, riteniamo che l’adozione della variante generale in forma differente dal Pucg non sarebbe rispondente alle normative e oggetto di potenziali, successivi atti viziati da legittimità che potrebbero dar luogo a conflitti, contenziosi e, quindi, a possibili danni per il Municipio. D’altronde pure la Città Metropolitana pare abbia contestato l’opportunità di adottare una variante anziché un nuovo Pucg, rivolgendosi al Tar del Lazio e trasmettendo alla direzione “Urbanistica” della Regione una diffida tesa a impedire gli adempimenti relativi alla procedura Vas. Inoltre, l’ok in aula consiliare all’adozione del nuovo Prg è giunto il 2 maggio, appena cinque giorni dopo la pubblicazione dell’avviso di convocazione dei comizi elettorali per le comunali 2017. Questo vuol dire che il Consiglio comunale avrebbe dovuto attenersi solo all’approvazione di “atti urgenti e improrogabili”: requisiti, a nostro giudizio, non attinenti alla proposta di deliberazione relativa alla variante generale. Sull’altra vicenda, quella dell’Ostilia, Pascucci e compagni continuano a latitare in merito all’acquisizione da parte del Comune di Cerveteri della lottizzazione abusiva di circa 170 ettari realizzata in località Campo di Mare. Per questa ragione abbiamo richiesto un’audizione urgente in commissione regionale Ambiente e Urbanistica per fare chiarezza e capire nello specifico la posizione della Regione Lazio”.

X Municipio, ballottaggio centrodestra-M5S. Crolla il Pd

comunali2017Ballottaggio tra Movimento 5 Stelle e centrodestra in X Municipio.

Per la sfida alla presidenza del X Municipio della Capitale al ballottaggio si affronteranno la grillina Giuliana Di Pillo e Monica Picca di Fratelli d'Italia, appoggiata dal centrodestra unito.

Molto lontano il Pd, mentre la quarta forza è la sorpresa (ma non troppo) CasaPound.

La Di Pillo ha ottenuto 19.777 voti, pari al 30,21%; per Picca 17.468 voti, pari al 26,68%.

La terza piazza nella corsa alla presidenza è andata ad Athos De Luca, per il Pd, con 8.909 voti, pari al 13,61%; quindi Luca Marsella, per CasaPound, con 5.994 voti, pari al 7,69%.

Trombe d'aria al largo di Ostia, corsa a video e selfie

maltempoNella giornata di oggi al Porto turistico di Ostia, Lungomare Duca degli Abruzzo,

si sono formate tre trombe d'aria che si sono poi spostate dal litorale. 

Non sono mancate le foto scattate da parte dei cittadini e dai curiosi che hanno iniziato a fare anche alcuni selfie.
Le forze di Polizia hanno inoltre avvertito i cittadini di allontanarsi dal pontile.


Fiumicino, Palozzi: "FI sostiene Mario Baccini"

baccinier“Fiumicino rappresenta un territorio dalle grandi potenzialità economiche e turistiche ma, al contempo, necessita di amministratori in grado di rilanciarla come merita. Per questa ragione, dopo un ampio confronto con il coordinatore regionale FI, Claudio Fazzone, abbiamo scelto di sostenere la candidatura a sindaco di Fiumicino dell’amico Mario Baccini, in occasione delle prossime elezioni amministrative. Siamo fermamente convinti che sia l’uomo migliore intorno al quale poter costruire una coalizione forte, unita e alternativa al centrosinistra, che in questi anni ha mal governato la città litoranea. Auspichiamo che si possa giungere ad una convergenza con tutte le forze civiche e politiche di centrodestra che hanno a cuore il bene di Fiumicino. Inizieremo adesso dentro Forza Italia ad individuare i candidati migliori per poter costruire una lista capace di interpretare le esigenze delle famiglie e del territorio di Fiumicino. Ringrazio il coordinatore comunale Massimiliano Graux e il vice coordinatore FI Provincia di Roma Giuseppe Agostara per aver accompagnato questo percorso e sono sicuro che attraverso il loro costante operato sul territorio Forza Italia saprà esprimere un gruppo dirigente in grado di ben governare la città di Fiumicino”. Così, in una nota, il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.