Sabato, 29 Luglio 2017

Ultimo aggiornamento08:16:28 PM

  • Twitter
  • Info

LITORALE

Ardea, Palozzi-Peretti: "buon lavoro a neo consigliere FI Salvitti"

forzaitalia"Vogliamo rivolgere i nostri più sentiti auguri di buon lavoro al neo eletto consigliere comunale di Forza Italia, Fabrizio Salvitti, nella assoluta convinzione che saprà interpretare con massimo impegno  e dedizione gli ideali di un movimento liberale come il nostro, da sempre schierato a tutela del territorio di Ardea e dei cittadini che quotidianamente lo vivono". Così, in una nota, il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi, e il coordinatore FI Ardea, Giuliano Peretti.

Rogo Castelfusano: fiamme in piu' punti, non escluso dolo

vigilifuoco89Densa colonna di fumo e traffico bloccato su un tratto della Cristoforo Colombo a Roma e della Litoranea a causa dell'incendio divampato nella pineta di Castelfusano. Il fumo e' visibile anche da lontano, dalla citta' come dalla spiaggia di Ostia. Dai primi rilievi sembra che il fuoco si sia propagato in tre punti differenti.

Ardea, il centrodestra riorganizza la riscossa

ardealudociDopo la sconfitta del centrodestra alle recenti elezioni comunali di Ardea, che ha visto i Cinque Stelle e il sindaco Savarese conquistare il municipio rutulo, i vertici romani stanno correndo ai ripari.

Non a caso due giorni fa il capocartello del centrodestra presente con la lista "Fratelli d'Italia" Massimiliano Giordani, ha annunciato il passaggio della neo consigliera Ludovici Luana nel partito di "Noi con Salvini", passaggio avallato e confermato dal segretario locale Marco Boni.

Inoltre, lo stesso capocartello Massimiliano Giordani, dell'unica lista partitica presente quale "Fratelli d'Italia" ha annunciato il rientro nel partito di "Forza Italia" del consigliere neo eletto Fabrizio Salvitti adesione avallata dal responsabile locale Giuliano Peretti. 

La Regione spende 1,5 mln euro per Polizia provinciale inoperativa

simeonelatina“Dipendenti della polizia provinciale di Latina pagati per non fare nulla. Dignità dei lavoratori negata. Risorse pubbliche, pari ad oltre un milione di euro l’anno, utilizzate per pagare  questa inoperatività. Una Regione, il Lazio appunto, che non ha ancora versato tali consistenti somme, che ad oggi ammontano a circa un milione e mezzo di euro,  dovute a titolo di retribuzione dei dipendenti del corpo di polizia provinciale alla Provincia di Latina, già gravata dai tagli subiti e che a fatica riesce a coprire anche questi costi. E il risultato quale è? La Regione Lazio posta di fronte alle sue responsabilità nicchia. Questa è l’unica sintesi possibile della non risposta ottenuta dall’assessore Buschini in aula all’interrogazione urgente che ho presentato per sapere se Zingaretti e la sua giunta fossero a conoscenza di questa gravosa situazione e, soprattutto che la spesa che la Regione sostiene, arrivata dall’inizio del 2016 ad oggi ad oltre 1 milione e mezzo di euro, può essere fonte di un eventuale danno erariale. E’ un anno e mezzo che 19 persone stanno, non certo per loro volontà, su una sedia a girarsi i pollici perché né la provincia di Latina, nè la Regione Lazio gli dice cosa devono fare grazie anche all’incapacità di questa Regione, unica in Italia, di dare attuazione a quanto previsto dalla cosiddetta Legge Delrio procedendo al riordino delle funzioni. E sentirci dire che si sta provvedendo, che si sta predisponendo, che è corso di definizione una convenzione per l’impiego della polizia provinciale nei settori agricoltura e turismo dimostra solo quanto interesse e rispetto chi amministra questo Ente ha nei confronti delle persone, del danaro pubblico e dell’efficienza. E’ assurdo far finta di nulla di fronte ad uno spreco di risorse pubbliche così ingente e all’inaccettabile paradosso di personale che per lavorare è stato costretto a pagare un avvocato e a ricorrere alla sezione lavoro del tribunale di Latina per il riconoscimento del risarcimento dei danni conseguente anche al demansionamento che questa situazione ha comportato. Ricorso, legittimo, che se trovasse accoglimento, porterebbe la Regione Lazio e la Provincia di Latina ad esborsare ulteriori somme a titolo di inadempimento contrattuale oltre che risarcitorio. Da questa situazione, che trova nelle inadempienze della Regione Lazio il suo principale attore, ne scaturisce una ipotesi gravissima ed inaccettabile di danno erariale per  l’evidente sussistenza di una responsabilità amministrativa-contabile tanto della Regione Lazio quanto della Provincia di Latina. Speravamo che Zingaretti prendesse atto di questa situazione e si degnasse di dare risposte chiare e rapide su ruoli e competenze dicendoci chi farà fronte a quello che è un palese danno erariale e umano. Siamo stati costretti invece solo a constatare, per l’ennesima volta, che Zingaretti e suoi non si rendono conto di essere seduti su una polveriera che di certo la Corte dei Conti attenzionerà. Perché 1 milione e mezzo di risorse pubbliche letteralmente regalate per non fare nulla a cui fa da contro canto l’inerzia di questa Regione dimostra quanto valore Zingaretti dia ai soldi dei cittadini del Lazio, al lavoro e alla dignità delle persone”.

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

Fiumicino, FI fa chiarezza sulle Comunali 2018

forzaitaliaNegli ultimi tempi sono usciti innumerevoli articoli riguardanti candidature a Sindaco più o meno credibili quanto più o meno di spessore, candidature professate di centro destra e dopo civiche, candidature che in linea di massima sono tutte legittime ma condivisibili solo in linea teorica.

Le candidature si concertano con tutte le forze politiche che, almeno sulla carta, si vuole provare ad aggregare, sempre secondo i principi democratici di concertazione e confronto.

Alcune di queste nascono e crescono secondo questa logica, altre in maniera autoreferenziale.

Questi principi portano, per il momento, Forza Italia Fiumicino a non proporre, per quanto legittima, nessuna propria Candidatura a Sindaco  ed a prendere le distanze da quelle logiche che non gli appartengono.

Forza Italia Fiumicino, fermo restando la propria apertura a qualsiasi Candidato a Sindaco con cui si possano condividere programmi ed intenti finalizzati al bene primario della Città, ribadisce con forza la propria autonomia da tutto ciò che non verrà condiviso e concertato e prende le distanze da qualsivoglia Candidato auto professatosi del centro destra.

Ricordando a tutti la matrice moderata di Forza Italia, la sua importanza in qualsivoglia competizione elettorale e la sua centralità nell'ambito della politica nazionale, fà appello,  per il bene di Fiumicino,  al buon senso ed alla logica, propria della buona politica, di tutti i Candidati a Sindaco.

Rammentando i risultati delle scorse amministrative e la fondamentale rinnovata importanza e principalità dei Partiti sul civismo, dove nella stragrande maggioranza il cdx unito ha vinto le elezioni, non a caso 15 comuni tra i più importanti in Italia hanno scelto il centro destra, 4 il PD e uno il M5s, ci auguriamo che tutti i Candidati a Sindaco leggano questo comunicato come un invito al dialogo ed al confronto.

Così in una nota
Massimiliano Graux Coordinatore Comunale di Fiumicino e componente Coordinamento FI Provincia di Roma
Roberto Merlini Vice Coordinatore Comunale di Fiumicino e Capo Gruppo Consiliare di Forza Italia
Mario Russo componente Coordinamento FI Provincia di Roma

Litorale, mare inquinato: Goletta Verde boccia 11 tratti di costa

mareggiataE' un bilancio certamente non positivo quello tracciato da Legambiente sul tasso di inquinamento sulle coste laziali. Ed i malati cronici, dati alla mano, sono la maggior parte delle foci e dei canali. Dei ventitré punti monitorati ben undici, infatti, sono risultati con valori di inquinanti elevati e addirittura per nove di questi il giudizio è di "fortemente inquinato". In questi luoghi, spiega il presidente di Legambiente Lazio Roberto Scacchu, "non c'è alcun segno di miglioramento, anzi peggiorano di anno in anno". A guidare questa poco lusinghiera classifica ci sono la foce del Fosso Grande ad Ardea e la foce del fiume Marta a Tarquinia che per l'ottavo anno consecutivo risultano fortemente inquinati. A seguire (settimo anno consecutivo) la foce del rio Santacroce di Gianola - Formia; la Foce fiume Tevere a Ostia (sesto anno); c'è poi sempre ad Ardea la Foce del Rio Torto fortemente inquinata per la sesta volta in sette anni e, infine, a foce del canale Crocetta a Torvajanica (quattro anni). Allarme rosso a Roma e provincia dove, quasi ogni fiume o rivolo scarica materiali fecali. Alla luce di questi dati negativi Legambiente ha così deciso di assegnare una speciale bandiera nera alle amministrazioni che negli anni si sono qui succedute, e che "non si sono impegnate nella risoluzione degli evidenti deficit depurativi compromettendo così l'ecosistema marino, la salute dei bagnanti e la stessa economia turistica della zona". Migliore la situazione nella provincia di Latina dove la presenza di microrganismi fecali è risultata quasi sempre entro i limiti, a parte l'ulteriore pessimo risultato del Rio Santacroce a Formia nella spiaggia di Gianola. (Fonte: omniroma)

Ardea, Palozzi: “Infondate voci su nuovo coordinamento locale FI”

giulianoperetti“In questi giorni circolano nel territorio di Ardea voci su presunte nuove nomine all’interno del coordinamento locale di Forza Italia. Voci assolutamente false, infondate, che smentisco con fermezza. Voci perpetrate in maniera strumentale e perniciosa nel tentativo, peraltro malriuscito, di infangare l’operato del nostro coordinatore locale, Giuliano Peretti, eletto con ampio consenso dal congresso cittadino di Forza Italia Ardea. Sono sicuro che Giuliano Peretti non si farà intimidire da queste tendenziose dicerie, anzi continuerà con rinnovato slancio il percorso di radicamento sul territorio, intrapreso da Forza Italia”. Così, in una nota, il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi

Fiumicino, Marinelli e Graux parlano dei problemi del litorale

marinellifi"Venerdì 30 giugno 2017 l'esercito di Silvio coordinamento X municipio e Città di Fiumicino guidato dall'ex Consigliere PdL Riccardo Marinelli, ha organizzato un incontro con il coordinamento di Forza Italia della città di Fiumicino guidato da Massimiliano Graux, nel corso della riunione si è parlato delle diverse tematiche per materia di competenza e problematiche da trattare e risolvere nel vasto comune in questione, nonché si è raggiunto un accordo ed un intesa di collaborazione tra i due partiti  che condividendo insieme un programma politico che vada a migliorare la vita della comunità residente di  Fiumicino,  per poi  far correre in rappresentanza dell'Esecito di Silvio Delle nostre persone di nostra fiducia  alle prossime elezioni  amministrative ,il tutto in  rappresentanza e nell'interesse di quei valori che rappresentano il Presidente Silvio Berlusconi”.

Ostia, Marinelli(FI): "Flash mob contro degrado dell'Enalc Hotel

esercito“Questa mattina ci siamo ritrovati con i ragazzi dell'Esercito di Silvio Coordinamento Litorale per un flash-mob presso l'Enalc Hotel di Ostia, la storica scuola di formazione che nel corso degli anni ha formato moltissimi cuochi, poi andati a lavorare nei migliori ristoranti internazionali e fattisi apprezzare a livelli mondiale. Purtroppo, abbiamo costatato con i nostri occhi l'abbandono in cui versa questa imponente struttura, da tempo chiusa e rimasta nell’oblio istituzionale. Per questa ragione, siamo qui a denunciarne il degrado e l'inutilizzo. Al contempo, presenteremo, insieme al consigliere regionale FI Adriano Palozzi, una interrogazione all’attenzione del presidente Zingaretti al fine di comprendere quali azioni la Regione Lazio intende mettere in atto per riqualificare l’Enalc Hotel e restituirlo alla pubblica comunità. Struttura che noi vorremmo fosse destinata all'emergenza abitativa, all’alloggio dei i papà separati o ai giovani del nostro territorio con l'idea di inserire il progetto arti e mestieri per la formazione verso il mondo del lavoro”. Così, in una nota, il delegato del Litorale romano e per la Città di Fiumicino dell’Esercito di Silvio e membro del direttivo romano di Forza Italia, Riccardo Marinelli.