Sabato, 04 Luglio 2020

Ultimo aggiornamento05:02:04 PM

  • Twitter
  • Info

SPORT

Coronavirus, arriva lo stop alla danza in coppia

ballerini nazzareno luciaMarco Seri, maestro di balli latino-americani e titolare della scuola ‘Quelli che ballano” di Roma, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Cosa succede in città” condotta da Emanuela Valente su Radio Cusano Campus. Riaprono palestre e discoteche, ma non le scuole di balli latino-americani. “Per noi è un grande problema il discorso del distanziamento fisico. Come si fa a ballare in coppia a due metri di distanza? E’ impossibile. Purtroppo si è fatto un provvedimento dove si è partiti da norme anche giuste, però quando devi andare a calarti nella realtà forse c’è bisogno del parere di chi quella realtà la conosce, invece i professionisti del settore non sono stati minimamente consultati. Forse se ne riparlerà a ottobre. Noi abbiamo immediatamente congelato gli abbonamenti dei nostri clienti, adesso stiamo provando a ricominciare a fare dei corsi online. Discoteche riaperte? Voglio vedere come faranno, anche ballando singolarmente è difficilissimo far rispettare i due metri di distanza. E se due per caso si avvicinano cosa fai? Come fai a gestire una cosa del genere? I balli di coppia vanno tantissimo. C’erano a Roma locali che facevano serate con 500 persone che facevano balli di coppia. Sono dei numeri molto alti, ma il settore è completamente bloccato”.

Sugli aiuti economici al settore. “Quando hanno dato gli aiuti agli autonomi e le partite iva, tutti gli istruttori e i collaboratori sportivi se li erano completamente scordati nel primo decreto. Li hanno inseriti all’ultimo momento perché qualcuno gliel’ha fatto presente. Hanno stanziato però pochi soldi quindi hanno pagato solo alcuni, hanno dovuto rifinanziare e quindi ad esempio a me il bonus di marzo è arrivato pochi giorni fa. Attendo quelli di aprile e maggio, ma anche nei prossimi mesi noi non possiamo lavorare eppure non è previsto niente”.

Praticare attivita' sportiva all'interno dei parchi e degli spazi verdi di Roma

Roma2Praticare attivita' sportiva all'interno dei parchi e degli spazi verdi di Roma, dove le associazioni dilettantistiche potranno svolgere lezioni all'aperto. Questa l'iniziativa a cui sta lavorando il Campidoglio per supportare le societa' sportive e in particolare le realta' che normalmente hanno a disposizione spazi ridotti, in cui non potrebbero essere garantite le misure di distanziamento anti-Covid. Lo fa sapere in una nota il Comune di Roma.
"Mettere a disposizione gratuitamente spazi aperti e parchi, dove poter praticare attivita' fisica e secondo modalita' ben definite, e' un sostegno importante in favore delle realta' di settore che spesso non dispongono di ambienti tali da garantire il distanziamento fisico necessario agli allenamenti", spiega la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "E consentira' a tanti romani di riprendere la pratica sportiva interrotta durante il lockdown.
Roma riparte anche coniugando la ripresa economica di palestre e societa' sportive con il benessere dei cittadini".
Il Campidoglio, spiega la nota, e' pronto a inviare un atto di indirizzo ai Municipi, affinche' si facciano promotori di progetti specifici. Attualmente il IV, V e XIII Municipio stanno gia' predisponendo le delibere che consentiranno, per un periodo definito e in maniera gratuita, lo svolgimento regolamentato dell'attivita' all'aperto da parte delle associazioni sportive.
Il progetto interessera' un settore che comprende circa 100mila realta' tra associazioni e societa' sportive dilettantistiche e che coinvolge piu' di un milione tra dipendenti e collaboratori

La storia del Centro sportivo Montespaccato è esempio di legalita'"

pallone"La storia del Centro sportivo Montespaccato e' prima di tutto un esempio di legalita'. E' la prova che la sinergia tra istituzioni, Forze dell'Ordine, Magistratura e cittadini puo' fare grandi cose. Il Montespaccato e' passato dal sequestro giudiziario alla Serie D in poco meno di due anni. Era il 17 luglio del 2018 quando, a meno di un mese dai 58 arresti dell'operazione 'Hampa' contro il clan Gambacurta, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti insieme al Presidente della III Sezione del Tribunale di Roma Guglielmo Muntoni annunciava che il Centro sportivo di Montespaccato, sottoposto a sequestro, non avrebbe chiuso e che l'attivita' rivolta agli oltre 500 ragazzi del quartiere sarebbe non solo proseguita ma rafforzata. Tutto questo e' stato possibile grazie all'impegno dell'Asilo Savoia, istituzione pubblica regionale, e del suo presidente Massimiliano Monnanni , che con il suo programma 'Talento & Tenacia - crescere nella Legalita'' ha restituito il centro sportivo a tutto il quartiere. Il Montespaccato, storica squadra nata nel 1968 per offrire sport e socializzazione ai bambini della borgata e poi caduto nelle mani dei Gambacurta, era stato appena retrocesso in Promozione ed era a rischio di dissoluzione". Cosi' in un comunicato il Presidente dell'Osservatorio per la Sicurezza e la Legalita', Gianpiero Cioffredi.

La Virtus Roma chiude la campagna di Equity Crowdfunding

basket“Siamo costretti per il momento a rinunciare al progetto che avevamo immaginato per il futuro della Pallacanestro Virtus Roma“

La Virtus Roma comunica che la campagna di Equity Crowdfunding non ha raggiunto l’obiettivo

prefissato.

«Pur ringraziando tutti coloro che hanno aderito alla nostra iniziativa,», dichiarano i vertici della Società.

«Avremmo voluto allargare la partecipazione alla gestione del Club, coinvolgendo la Città e i principali stakeholder del basket iniziando da tifosi, appassionati, sportivi e, ovviamente, società sportive e organizzazioni e istituzioni che vivono e danno vita alla pallacanestro a Roma e nel Lazio. Qualcosa non ha funzionato. Forse lo strumento di equity crowdfunding è troppo nuovo e poco conosciuto. Forse questa Città ha difficoltà a credere nelle proprie potenzialità e nel proprio futuro, come si riscontra in tante attività economiche e industriali, e non solo nel mondo dello sport e dell’entertainment».

La Virtus Roma ringrazia The Best Equity per il supporto tecnico e professionale offerto, insieme a tutti i mezzi di comunicazione che l’hanno sostenuta con il loro impegno e con lo spazio che le hanno dedicato. Grazie a tutti i professionisti che hanno lavorato in questi mesi e grazie soprattutto ancora una volta a chi ha condiviso questo sogno con noi, dimostrando di credere in ciò che si è fatto.

Questo progetto è stato lanciato per sperimentare nuovi modelli di partecipazione alla vita di uno sport che a Roma ha avuto una grande storia e che si spera potrà avere un futuro ancora migliore, a patto però di riuscire a mettere in campo nuove formule di governance e funding. Formule che siano in grado di dare sostenibilità finanziaria a un progetto di crescita ambizioso per la pallacanestro e per l’intera Città.

La situazione non è semplice, ma la determinazione dei vertici della Società e della proprietà rimane immutata: «Vogliamo dare un futuro importante alla Pallacanestro Virtus Roma e quindi continueremo a lavorare per cercare le soluzioni migliori per realizzare un grande progetto».

«Prima di arrenderci all’idea della Capitale senza una Virtus in grado di competere con dignità in Italia e in Europa, percorreremo altre strade. Non vogliamo soluzioni di secondo piano per la Virtus Roma e per Roma. Questa Città e questo nobile sport meritano l’eccellenza»


Virtus Roma all’inaugurazione del playground nel Parco di Val Cannuta

raggivirtusromaMattinata di sport e sociale per la Virtus Roma che ha avuto il piacere,

su invito dell’amministrazione Comunale, di partecipare all’inaugurazione

del nuovo playground nel Parco di Val Cannuta cerimoniata della Sindaca Virginia Raggi,

alla presenza anche della Presidente del XIII Municipio Giuseppina Castagnetta e del rappresentante del CONI Regionale Lazio per il XIII Municipio, Antonio Ranalli.

La Virtus Roma, presente con una delegazione di staff e giocatori di prima squadra e settore giovanile, ha aderito con orgoglio all’iniziativa che va nella direzione degli ideali promossi

dal progetto VIRTUS WITH US: avvicinare il più possibile i giovani al nostro meraviglioso sport; proprio per questo l’apertura di playground che permettano ai ragazzi di divertirsi con la pallacanestro è una notizia da accogliere con grande entusiasmo.
I ragazzi della Virtus Roma

hanno poi fatto divertire gli alunni delle scuole “Papa Wojtyla” e “XXI Aprile” giocando insieme sul campo appena inaugurato.
 

Francesco Totti: un diamante da tutelare

francesco tottiFrancesco Totti: un diamante da tutelare

Un campione senza età, un fuoriclasse che indipendentemente dal tifo ha fatto innamorare tutti gli appassionati di sport, questo è Francesco Totti, l’uomo che forse più di tutti rappresenta il calcio in Italia.
Dopo la vittoria del Mondiale nel 2006 con la maglia azzurra e le tante prodezze con la sua Roma il numero 10 per eccellenza ha voluto stupire tutti un’altra volta, dando il nome ad una squadra e partecipando con la sua solita competitività e passione al campionato dilettantistico di Serie A Lega Calcio a 8.
L’episodio che ha visto coinvolto Totti lunedi sera nella sfida tra il suo Totti Sporting Club e il Frosinone può essere condannato soltanto da chi non ha mai vissuto di calcio; una manata/gomitata involontaria del capitano che si è immediatamente scusato con il diretto interessato Iannuccillo, uscendo abbracciato allo stesso capitano del Frosinone subito dopo il fischio finale del direttore di gara.
“Mettere in discussione la sportività di Totti è qualcosa di crudele ed ingiusto; un campione senza età che dopo aver calcato i campi più prestigiosi del mondo sceglie di realizzare il sogno di tutti, giocando nelle periferie della città con ragazzi che da sempre hanno visto il lui un idolo, un eroe.
Chi ha diffuso queste notizie false è da condannare. Francesco Totti è di tutti, la sua umiltà e la sua leggenda rappresentano i veri valori dello sport.
A mia opinione questa è un’azione volta a danneggiare l’immagine della Lega e quella di Francesco Totti; sarà impossibile causare questo effetto per la grande professionalità che contraddistingue il presidente della Lega Fabrizio Loffreda e della grande lealtà,trasparenza e umanità che caratterizza la persona di Francesco Totti.
Ricordiamo a chiunque avesse fatto tali diffusione di mendacità che può essere perseguibile a norma di reato per calunnie e diffamazioni a mezzo stampa.”

Cosi in una nota il presidente della Roma Calcio a 8 Michel Emi Maritato e il co-presidente Francesco Staibano esprimono la loro opinione sull’episodio che sta facendo il giro del web, mostrando vicinanza e stima verso il numero 10.

Al circolo Canottieri Aniene evento B2B della Virtus Roma

basketanieneSi è tenuto alle ore 12:00 di ieri il primo grande evento B2B della Virtus Roma nella splendida cornice del circolo Canottieri Aniene.

L’evento, organizzato per presentare il progetto di Equity Crowdfunding, partito il 12 gennaio, ai Soci del Circolo Aniene e a tutti i partner commerciali della Virtus Roma,

è stato condotto dal giornalista Massimo Caputi, con la partecipazione di Claudio Toti, Alessandro Toti presidente della Virtus Roma,

del Prof. Costabile ordinario alla Università LUISS e di Nicola Tolomei responsabile marketing della Virtus. Un’occasione speciale anche per permettere

a tutti i componenti della famiglia degli sponsor Virtus Roma di conoscersi per trovare punti di convergenza tra le loro aree di interesse. A introdurre l’evento è stato il Presidente del circolo Canottieri Aniene, Massimo Fabbricini: «Sono molto felice di poter ospitare la Virtus Roma: perché l’Aniene è un circolo che fa grande sport e sa quanto è difficile farlo in Italia e a Roma in particolare. La Virtus è parte importante dello sport romano per la propria storia, ed è una realtà che esiste perché da venti anni Claudio Toti e la sua famiglia hanno dato generosamente disponibilità per sostenerla; e con l’occasione festeggiamo anche i venti anni di Claudio Toti in questo circolo. Il mecenatismo nello sport è un meccanismo superato, sono quindi curioso di conoscere meglio questa soluzione dell’equity crowdfunding per continuare ad avere la grande pallacanestro che Roma merita». A presentare il progetto il Prof. Michele Costabile, advisor Virtus Roma: «È un progetto straordinariamente innovativo che apre alla partecipazione finanziaria, e in qualche misura anche alla governance, della Virtus Roma a tutti coloro i quali hanno un interesse che sia economico o sociale. Se un bene è comune, deve avere aperti finanza e governance: lo sport, e il basket in particolare, è bene comune per eccellenza perché è ancorato all’identità del territorio; è sociale perché fa sì che si creino relazioni allo stadio o al palazzetto; ed è un bene meritorio perché fa bene alla salute di chi lo pratica e crea equità di relazioni sociali; inoltre apporta migliorie all’urbanistica perché riqualifica le aree urbane più degradate. L’equity crowdfunding della Virtus Roma è il primo che viene fatto nel basket in Italia e credo possa diventare un caso esemplare per tutti gli sport perché in questo periodo storico ne hanno disperatamente bisogno». L’Ing. Claudio Toti ha poi esposto gli argomenti che hanno spinto la Virtus al progetto: «Dopo venti anni di investimenti a sostegno della Società abbiamo voluto provare a creare un modello di Società sostenibile aperta alla Città, ai tifosi, agli appassionati, ai sportivi. Un modo anche per testare quanto amore c’è realmente per la squadra di basket della Capitale. Se si vuole crescere bisogna creare nuovi modelli, che siano innovativi, che allarghino la partecipazione. Non una Società in mano a pochi, ma la Squadra di Roma. La Virtus Roma può crescere con un modello diverso rispetto a quanto si è fatto fino ad ora nel basket e per lo più si continua a fare, e che possa traguardare al futuro. Grandi imprenditori e grandi aziende sono passati in questo sport, ma dopo qualche stagione si sono disimpegnati perché il basket non riesce a trovare soluzioni per essere in equilibrio finanziario. Con questo progetto vogliamo allargare la base creando nuovi stimoli e risorse che possano dare forza alla Società; un progetto che vuole essere anche sociale, che faccia e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. della Virtus una bandiera cittadina. È una opportunità che abbiamo voluto lanciare alla città, ai cittadini e tifosi amanti dello sport, che possano essere insieme proprietari della squadra del cuore». Il Presidente Alessandro Toti ha illustrato gli obiettivi che la Virtus Roma si è posta attraverso il progetto di equity crowdfunding: «L’obiettivo nel breve termine è rendere la squadra più competitiva perché ovviamente i risultati sono il motore di una società sportiva; successivamente la fidelizzazione di tutte le società sportive del territorio con un progetto, VIRTUS WITH US, partito quest’anno che sta ottenendo già ottimi risultati; infine la costruzione di una Casa Virtus che crei senso di appartenenza per tutto il mondo virtussino. Ringrazio a proposito la Smit Roma Centro e il centro Tellene che ci stanno facendo sentire a casa in queste stagioni. Infine il grande obiettivo è realizzare un impianto di proprietà, un asset fondamentale per raggiungere un alto livello di competitività, come già ampiamente dimostrato. Vogliamo tornare ai livelli dei grandi del basket e pensiamo che con il sostegno di tutti, dal semplice appassionato alle aziende, questo possa essere un obiettivo raggiungibile». Il saluto finale del Direttore marketing, Nicola Tolomei: «Ringrazio tutte le aziende qui presenti, finora abbiamo stipulato 35 accordi di sponsorizzazione e siamo ancora alla ricerca del title sponsor. Chi è qui oggi ha creduto in noi sin dall’inizio, così come i nostri media partner. Abbiamo tanti accordi in divenire, vorrei che questo progetto rappresenti un modo alternativo di partecipare alla vita della Società. Ogni azienda deve trovare nella Virtus un partner con cui crescere. La Virtus deve trovare in ogni azienda un partner per crescere. Domenica esporremo il progetto anche alle società sportive, con le quali abbiamo stabilito delle relazioni importanti già da inizio stagione grazie a VIRTUS WITH US, per la realizzazione del quale è stata fondamentale la collaborazione di FIP Lazio nella persona del Presidente Francesco Martini che ringrazio».

Maritato(As Roma 5): "Divisione convochi tavolo su sicurezza strutture! Garantire atleti e società"

michelmaritato"Il primo tempo non inizia al meglio, i giallorossi dopo solo 2’ subiscono la rete dell’1-0. I ragazzi di mister Di Vittorio provano a reagire ma subiscono il gol del 2-0 al minuto 13’53 e il 3-0 un minuto dopo. Da qui scatta la grande reazione della A.S. Roma C5: bomber Cardone segna la rete del 3-1 a 16’16, Da Silva piazza all’angolo no io tiro libero dopo aver guadagnato il sesto fallo, Di Scala mette la firma segnato il 3-3 dopo un grande scambio con Colletta e poi il sigillo del 3-4 firmato ancora da Cardone, un gioiellino che manda i giallorossi negli spogliatoi in vantaggio dopo aver ribaltato in pochi minuti la gara.Una gara condizionata da una struttura carente delle minime basi per la sicurezza,un rettangolo di gioco,in condizioni al limite,ciò nonostante la Roma non si rassegna e,nella seconda frazione di gioco la reazione dei padroni di casa della Buldog Lucrezia era inevitabile, arriva il gol del pareggio, risponde Cardone riportando nuovamente la Roma C5 in vantaggio ma da lì in poi arrivano i gol dei padroni di casa fino al risultato finale di  12-6 con l’ultimo gol giallorosso firmato da Batata al 18’24”. Su un campo decisamente impraticabile dove i giocatore delle due squadre fanno fatica a rimanere in piedi la A.S. Roma C5 esce sconfitta.Resta da augurarsi e di questo ne fa appello al presidente della Divisione Calcio a 5 Montemurro,Michel Emi Maritato uomo dell as Roma c5,che la Lega imponga regole più ferree per l adozione dei centri sportivi,da parte delle società sia per la sicurezza degli atleti stessi che per il rispetto di società come la nostra che investono la vita in questo sport.Chiediamo un tavolo urgente di confronto con lega,un tavolo non critico ma costruttivo,volto a tutelare tutti,oggi si è consumata Un immagine del calcio a 5 che non è quella che vogliamo,chiosa Maritato.Questo non vuole essere un giustificativo al risultato,infatti la Roma ha fatto richiesta di interrompere il match in pieno vantaggio durante il primo tempo".
Così, in una nota, MIchel Emi Maritato.

Roma calcio a5 u19 vola in vetta. La soddisfazione del ds Di Vittorio

palloneBig match al Palakilgour di Ariccia, la formazione Under 19 giallorossa affronta la Cioli Feros, entrambe capolista del girone N.
La partita si gioca fin da subito su alti ritmi, i ragazzi di mister Di Vittorio impongono il loro gioco fino alla rete che sblocca la gara firmata da Teramo. La Roma
Non vuole di certo accontentarsi e prova a più riprese a trovare il doppio vantaggio. Ma come sempre questo sport regala sorprese e su una palla inattiva sono i padroni di casa a trovare la rete del pareggio. Sullo scadere della prima frazione di gioco i giallorossi subisco la rete del 2-1 che li porta in svantaggio nello spogliatoio.
Il secondo tempo fa emergere le importanti caratteristiche della formazione della A.S. Roma Calcio a 5. Teramo trova di nuovo la rete del pareggio e poco dopo arriva anche la firma di Mariani che con caparbietà segna il gol del vantaggio giallorosso. C’è tempo anche per la trasformazione di Colletta che su punizione piega le mani del portiere della Cioli. Annulla serve il portiere di movimento messo in campo dalla Cioli: gli attacchi trovano un attento Caique Rodriguez a chiudere la porta. Il 2-4 finale per la Roma C5 regala ai giallorossi la vetta solitaria.Il duro lavoro ci premia,queste le parole cariche di emozione del ds Di Vittorio.