Domenica, 17 Novembre 2019

Ultimo aggiornamento02:00:36 PM

  • Twitter
  • Info

Frascati, al teatro Villa Sora grande partecipazione al convegno “Giovani Violenti”

villasora“Giovani Violenti: Bullismo, Baby Gang e Violenza di genere” è il titolo di un convegno tenutosi ieri, sabato 14 aprile, al Teatro Villa Sora. Un evento estremamente attuale, un approfondimento da un punto di vista giuridico, psicologico e pedagogico dei comportamenti violenti di adolescenti in coppia e in gruppo. Sono state trattate e analizzate tematiche importanti come il bullismo, le baby gang, la violenza di genere e tutte le condotte adolescenziali diffuse tra strada, scuola e web.  Proprio per comprendere l’importanza di un approccio multidisciplinare alla problematica della violenza giovanile, l’Osservatorio Nazionale Adolescenza ha organizzato questo evento formativo rivolto a genitori, insegnanti, ragazzi e a tutti i professionisti del settore, per comprendere le dinamiche, le motivazioni e le strategie di intervento. Hanno sviscerato questi delicati temi: Maura Manca, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, Ciro Nutello, Coordinatore del Progetto “Scuole Sicure” della Questura di Roma, Andrea Labasi, Avvocato, Don Francesco Marcoccio e Gianni Torroni, Dirigenti scolastici, Marcella Ciapetti, Pedagogista, Chiara Antonini, Psicoterapeuta dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, Simone Barraco, il Direttore Artistico del Centro Internazionale “Il Girasole”. L’aspetto della violenza giovanile sembra sia un’emergenza sociale data da l’incremento dei comportamenti legati alla microcriminalità e la violenza rivolta verso le persone da parte di ragazzini sempre più piccoli. Infatti, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, su un campione di 11.500 adolescenti, dagli 11 ai 19 anni, che non vivono in condizioni di rischio: il 24% dei ragazzi ha partecipato a risse, il 22% ha commesso atti vandalici, il 6,5% fa parte di una gang e 1 su 10 dichiara di aver aggredito un coetaneo senza motivo.

Si tratta di comportamenti di una gravità estrema, apparentemente immotivati, un agire impulsivo, quasi in preda ai propri impulsi aggressivi in un apparente escalation di violenza. Il problema di questi adolescenti che agiscono in branco o in bande, è che non hanno più paura dell’autorità in generale, sia scolastica o genitoriale. Il fatto di non avere più timore delle conseguenze delle proprie azioni, delle sanzioni e di far del male, li fa sentire onnipotenti e li porta a sfidare, attraverso tutta una serie di comportamenti antisociali.  Ciò che, inoltre, è stato messo in luce dal convegno, è che non si deve fare l’errore di confondere questi comportamenti criminali con il bullismo, come purtroppo spesso accade. Il bullismo, infatti, prevede una ripetitività dei comportamenti rivolti intenzionalmente nei confronti di una vittima, bambino o adolescente che sia, presa di mira per alcune sue specifiche caratteristiche o fisiche o di personalità, in cui c’è una asimmetria di potere, ossia uno è più debole fisicamente e psicologicamente dell’altro. È emerso che, nella fascia tra i 14 e i 18 anni, il 28% dei ragazzi è stato vittima di bullismo mentre, nella fascia tra gli 11 e i 13 anni, i numeri salgono fino al 30%. Inoltre, è stato approfondito poco il tema della violenza di genere tra gli adolescenti, fenomeno troppo spesso sottovalutato, sebbene sia molto diffuso anche tra i più piccoli. Infine, durante l’evento, è stato sottolineato come la tecnologia, soprattutto all’interno delle coppie, sia diventata un amplificatore costante delle violenze che tanti ragazzi subiscono. Per tale ragione, non dobbiamo sottovalutare le violenze digitali perché le chat e i social network vengono usati come vere e proprie armi per soffocare l’altro: il 16% degli adolescenti è stato obbligato a cancellare amici/amiche su Facebook o su altri social network e 7 su 100 sono stati addirittura obbligati a dare la password, così da essere costantemente monitorati. Si tratta di persone che, per paura di essere tradite, lasciate e abbandonate, utilizzano queste modalità controllanti ed intrusive, violando la libertà e la privacy del partner, superando ogni limite.

Pd Frascati su scritte antisemite: "Gesto assurdo"

frascati"Il Partito Democratico di Frascati esprime sgomento in merito alla scritta apparsa l’altra notte nella saracinesca di un esercizio nel centro della città. Assurdi quanto stupidi gesti di questo tipo devono allarmarci perché esprimono una chiara ignoranza riportando a pagine della nostra storia più buia. Gesti, già accaduti in passato, che condanniamo con forza e che ci fanno comprendere ancora oggi, quanto sia importante non abbassare la guardia verso i fascismi che rimangono una costante minaccia della democrazia e della nostra civiltà". Dichiara in una nota il Circolo del Partito Democratico di Frascati

Il Leo Club raccoglie 1400 euro per il Saharawi!

LEOFIUGGIGrande successo per l’evento di raccolta fondi da destinare al “Saharawi Project”, organizzato dal Leo Club Colleferro Fiuggi Hernicus nella splendida cornice del ristorante “La Tenuta di Bacco” venerdì 23 marzo. Sala gremita, con oltre 70 partecipanti e 1410 euro raccolti in favore del service che vedrà impegnati i giovani del Distretto Leo 108 L nel finanziamento della ristrutturazione del Centro della Gioventù nel campo profughi di Dakhla, nel deserto del Sahara. Tale risultato è stato possibile anche grazie alla generosità dei proprietari del ristorante “La Tenuta di Bacco” che hanno voluto donare interamente la cena di venerdì, in segno di reale sostegno ai giovani Leo e al progetto. La serata si è aperta con i saluti istituzionali del presidente del Leo Club Colleferro Fiuggi Hernicus William Sebastiani. A seguire il saluto del presidente del Lions Club Palestrina Ager Praenestinus Fabrizio Scaramella e del presidente del Distretto Leo 108 L Francesco Perrella. Ha concluso Alessandro Verrelli, coordinatore del “Saharawi Project”,che ha spiegato agli ospiti le finalità del service. Ad intervenire con lui anche l’On. Alessandro Battilocchio, che da circa un anno collabora con i giovani Leo per la realizzazione del progetto.

Regionali, Palozzi: "Nella Marino grillina, M5S in calo"

adriano-palozzi-4“I risultati delle recenti elezioni del 4 marzo testimoniano che, in molti importanti comuni governati dai grillini, il Movimento Cinque Stelle perde consensi. E’ accaduto a Roma e Torino, guidati dagli inefficienti sindaci Raggi e Appendino, ma anche nella città di Marino, dove il voto regionale parla chiaro: il centrodestra ha sfondato il muro del 40%, mentre il centrosinistra si ferma al 29% e M5S chiude al 27%, ben al di sotto del dato nazionale. Insomma, laddove i cittadini toccano con mano la cialtroneria dialettica e l’incompetenza politico-amministrativa degli amministratori a 5 stelle, il Movimento viene bocciato dagli elettori. Evidentemente, il “vero” reddito di cittadinanza non è quello di cui si vanta tanta la giunta grillina, ma lo stipendio che prendono per mal governare il Comune di Marino, giorno dopo giorno sempre più nell’oblio più totale”. Così, in una nota, l’ex sindaco di Marino e consigliere regionale FI, Adriano Palozzi. 

Fenomenale successo di Forza Italia a Civitella San Paolo

civitellasanpaoloSe su scala nazionale Forza Italia si è classificato come secondo partito all'interno della coalizione del centrodestra, il vero traguardo elettorale si è registrato nella provincia di Roma. Nel comune di Civitella San Paolo Forza Italia è diventato un punto cardine per la politica locale. È quanto dichiara il coordinatore FI Domenico Ercole in una sua nota:

“In media, tra Camera e Senato, Forza Italia ha costituito il 25% di tutta la coalizione di Centrodestra e si è imposto come primo partito tra gli alleati centristi. Malgrado la potente crescita nazionale della Lega sotto la guida di Salvini, il polo sovranista di matrice settentrionale si è fermato sotto la fazione di Silvio Berlusconi. Addirittura, a seguito di un’analisi delle urne regionali, a Civitella Forza Italia ha rappresentato quasi il 50% di tutta la coalizione. Rispetto alle ultime elezioni (Europee 2014), la percentuale del partito è aumentata del 35%. Per finire coi dati, la somma di tutte le preferenze forziste dei candidati al Consiglio Regionale è stata di gran lunga superiore a quella degli altri schieramenti, oltreché determinante ai fini della rispettive elezioni.

Il coordinamento locale ha ritrovato la sua linfa vitale: erano anni, infatti, che Forza Italia non raggiungesse risultati simili. Soprattutto, si è trattato di una vittoria maturata progressivamente . Gli attivisti e tutti i vicini al partito nel territorio non si sono adoperati alla ricerca di voti soltanto nell’ultimo mese di campagna elettorale ma l’elettorato è cresciuto con gradualità nel tempo. La campagna elettorale per molti è l’unico momento in cui “fare politica”, mentre per altri è puramente una grande raccolta. A giudicare dai risultati, si può affermare che a Civitella San Paolo Forza Italia ha raccolto molti frutti. Dopo la nomina del nuovo coordinatore, tanti esponenti sono venuti a visitare il borgo e a lasciare chiare testimonianze politiche. Fra i molti, è da menzionare la doppia visita –  in poco più di due mesi –  dell’uscente vicepresidente del Senato sen. Maurizio Gasparri, accolto tanto per l’inaugurazione quanto per un incontro con gli elettori. Lo stesso Gasparri ha manifestato gratitudine per l’accoglienza e ha confessato di adorare la storia e l’architettura della cittadina, con particolare riguardo all’imponente castello medievale.

La speranza è di proseguire con il lavoro fatto finora, verso futuri traguardi. Nel frattempo, gli attivisti e l’elettorato locale si godono la meritata vittoria, nata da un lavoro ad personam, come la  politica di una volta insegnava. È chiaro che l’impegno raddoppierà, affinché si consolidi ancora di più la situazione politica e la bandiera tricolore possa sventolare più alta nel cielo.

Certamente, da ora in poi, cambierà l’assetto partitico del territorio e Forza Italia sarà protagonista di ogni scelta riguardante la cosa pubblica che, fortunatamente, dal 5 marzo è diventata sempre più pubblica, in senso stretto”.

Francesco Vullo

“Star bene a scuola! Ambiente-Didattica-Relazione”

CopialocandinaconvegnoDove, come, quando e con chi si sta bene a scuola: questi sono gli spunti di riflessione sui quali la Rete di Scuole RES Castelli Romani ha voluto porre l’accento per organizzare il V° Convegno Nazionale dal titolo: “Star bene a scuola! Ambiente – Didattica – Relazione” che si terrà il 9 e il 10 marzo presso Villa Cavalletti a Grottaferrata.

“Il benessere – ha dichiarato Loredana Di Tommaso, dirigente dell’I.C. Paolo Borsellino scuola capofila della RES CASTELLI – è un aspetto di notevole importanza per gli alunni che devono essere accompagnati e sostenuti durante il processo educativo, di apprendimento e di crescita personale, ma è un tema che non può escludere i docenti e i dirigenti parte integrante della comunità scolastica”.

Si partirà venerdì 9 marzo alle ore 14.30 con i saluti delle autorità e gli interventi di Elena Ferrara, Senatrice promotrice della legge 71/17, Simona De Stasio, Docente di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione del Dipartimento Scienze Umane, Lumsa, ONSBI, Maria Cinque, professore associato di Didattica e Pedagogia Speciale Lumsa e si proseguirà sabato 10 marzo alle ore 9.30 con le relazioni di Lidia Cangemi, dirigente del Liceo J. F. Kennedy-Roma, Filippo Pergola, Psicoterapeuta-Docente Universitario, Lucia Suriano, docente di Scuola Secondaria di Primo Grado, Marcella Vaccari, Educatrice specializzata in disturbi dello spettro autistico, Valerie Bernarde, docente di Italiano presso il Lycée Professionnel Léon Blum – Draguignan e nel pomeriggio con i workshop guidati da Danilo Vicca, Formatore Ufficio Studi - E.I.P. Italia,, Marcella Vaccari, Emanuele Faina, regista teatrale e consulente familiare, Filippo Pergola, Rossella Cipollina, Perla Colono, Stefania Poletti (Istruttrici MISP), Patricia Tozzi, docente – Formatrice, Catia Fierli, formatore Ufficio Studi - E.I.P. Italia.

COME ISCRIVERSI AL CONVEGNO – Il convegno e i workshop sono aperti a tutti i docenti. Per partecipare è necessario compilare il seguente MODULO e versare la quota di 30 euro attraverso la carta docente accedendo alla piattaforma S.O.F.I.A oppure tramite bonifico.

MODALITA’ DI PAGAMENTO – E’ possibile pagare la quote di partecipazione tramite la Carta del Docente seguendo la procedura sulla piattaforma S.O.F.I.A (Codice identificativo del convegno: 12308), oppure tramite bonifico bancario intestato a I.C. PAOLO BORSELLINO MONTE COMPATRI – IBAN IT 42 Y 03599 01800 000000139163 con la CAUSALE: NOME_COGNOME ISCR. CONVEGNO 2018.

COME RAGGIUNGERE LA SEDE DEL CONVEGNO: (Villa Cavalletti) – E’ possibile raggiungere la sede di Villa Cavalletti in macchina da Via XXIV Maggio, 73; in treno scendere alla stazione di Frascati e prendere il taxi chiamando 06 9422500.

Di seguito il programma completo:

Venerdì 9 Marzo, ore 14.30-19.30

Grottaferrata – Villa Cavalletti – Via XXIV Maggio, 73

Registrazione dei partecipanti

Welcome coffee
Presiede Loredana Di Tommaso – Dirigente Scolastico

Video introduttivo “Star bene a scuola”

Saluti delle Autorità

  • Luciano Andreotti – Sindaco Comune di Grottaferrata

  • Mirko Di Bernardo – Assessore alle Politiche Scolastiche Comune di Grottaferrata

  • Damiano Pucci – Presidente XI Comunità Montana

  • Tiziana Torelli – Villa Cavalletti

  • Loredana Di Tommaso – RES Castelli Roman
RELAZIONI

Cortometraggio “Vieni a prendermi”

  • Elena Ferrara (Senatrice promotrice della legge 71/17) “Prevenzione e contrasto del cyberbullismo. Facciamo rete per una rete più sicura!”

  • Simona De Stasio (Docente di Psicologia dello sviluppo e dell'educazione Dip. Scienze Umane, Lumsa, ONSBI) "Aspetti emotivi e relazionali nel benessere degli insegnanti a scuola"

Coro “Gli Eufonici”

  • Maria Cinque (Professore Associato di Didattica e Pedagogia Speciale Lumsa) “Oltre l'aula". Allenare le competenze trasversali con il Service Learning”
DIBATTITO

Sabato 10 Marzo, ore 9.30-13.30

Grottaferrata – Villa Cavalletti – Via XXIV Maggio, 73

Welcome coffee
Presiede Giovanni Torroni – Dirigente Scolastico

LE BUONE PRATICHE

Intermezzo di Marco Passiglia

  • Lidia Cangemi (Dirigente Scolastica Liceo J. F. Kennedy-Roma) “Sviluppare resilienza, la competenza del futuro”

  • Filippo Pergola (Psicoterapeuta-Docente Universitario) “Educhiamo alla comprensione, al sorriso e ai beni relazionali”

  • Lucia Suriano (Docente di Scuola Secondaria di Primo Grado) “La relazione che fa star bene a scuola”

Coro “Diapason”

  • Marcella Vaccari (Educatrice specializzata in disturbi dello spettro autistico) “Letture fuoriclasse”

Valerie Bernarde (Docente Italiano Lycée Professionnel Léon Blum – Draguignan) “Il benessere nella scuola francese”



Coro “Ambito 14”

Pausa pranzo
Sabato 10 marzo, ore 14.30-18.15

Grottaferrata – Villa Cavalletti – Via XXIV Maggio, 73

WORKSHOP

Ore 14.30 – 16.15

  • Danilo Vicca (Formatore Ufficio Studi - E.I.P. Italia) “La verità debole ai tempi dei social: verso il Curricolo di Educazione Civica Digitale"

  • Marcella Vaccari (Educatrice specializzata in disturbi dello spettro autistico) “Letture fuoriclasse”

  • Emanuele Faina (Regista teatrale e consulente familiare) “Comunicare ed entrare in relazione: io e l’altro”
Ore 16.30 – 18.15

  • Filippo Pergola (Psicoterapeuta-Docente Universitario) “A scuola d'incertezze per sentire diversa-mente. Metodologie di gruppo per metabolizzare il controtrasfert manifesto dell'insegnante”

  • Rossella Cipollina, Perla Colono, Stefania Poletti (Istruttrici MISP) “Star bene a scuola con il MISP, il Programma Internazionale di Massaggi nelle Scuole. Il contatto positivo, il rispetto, la gratitudine”

  • Patricia Tozzi (Docente – Formatrice) “Didattica laboratoriale e certificazione delle competenze” 

  • Catia Fierli (Formatore Ufficio Studi - E.I.P. Italia) "Le relazioni educative: il metodo integrato di Gordon”

Ciampino: Comella interviene sul caso Natali: “Pd torni con i piedi per terra

ciampinogenericaIn seguito all’uscita dalla maggioranza della Consigliera Natali, avvenuta in contemporanea all’uscita dalla maggioranza del Presidente del Consiglio Muzi, ancora non si placano le polemiche sulla Presidenza della Commissione Economico-finanziaria che il PD chiede alla Natali di lasciare. “Noi vorremmo - dichiara Alberto Comella - che il PD tornasse con i piedi per terra e iniziasse a lavorare per i cittadini invece di perdere tempo in inutili romanzi di gossip. Invece di un romanzo a Ciampino, se continua così, si potranno raccontare solo i drammi. I drammi di un comune che al 25 gennaio 2018 non porta in consiglio il Peg, non approva il bilancio consolidato con conseguente blocco delle assunzioni, non porta la famosa e decantata azienda speciale”. Comella continua: “Un comune tutte buche e rattoppi fatto con estrema improvvisazione; un comune, forse l’unico, a cui viene bocciato dalla Città Metropolitana il dimensionamento scolastico e ancora non ne conosce le motivazioni.  Un comune amministrato da un Partito Democratico che invece di programmare è troppo impegnato e affannato dalle lotte intestine di correnti e correntucce che sperano di decidere il dopo Terzulli”, chiosa l’esponente di Forza Italia.

Velletri, Greci: “Bene tutte le forze opposizione contro impianto a Lazzaria’

velletri comune“In questi anni da consigliere comunale e da presidente della Commissione speciale sui rifiuti mi sono sempre battuto in prima linea affinché nella nostra città non fossero realizzati impianti sovradimensionati ed in contrasto con la vocazione agricola - turistica di Velletri e che non fossero in conflitto con il nostro paesaggio: un bene da tutelare e difendere sempre e comunque. Fa quindi piacere rilevare che sul tema della costruzione di impianti di smaltimento rifiuti abnormi rispetto alle esigenze di Velletri c’è finalmente una ampia convergenza tra tutte le forze dell’opposizione”.

Inizia così la nota stampa di Giorgio Greci, all’indomani del Consiglio comunale in cui si è tornato a discutere dell’impianto che la Volsca Ambiente e Servizi vuole edificare in zona Lazzaria per lo smaltimento della frazione organica dei rifiuti.

“Abbiamo già evitato la costruzione della centrale di biogas – ricorda Greci -, centrale che ora appare come un lontano spauracchio ma che è stata un pericolo reale, sventato grazie al mio lavoro e a quello di quanti hanno sposato la causa dell’agricoltura e dell’ambiente contro quella degli affari rapidi e per nulla rispettosi di Velletri e della sua gente. 

Proprio per questi motivi non posso che essere contento delle dichiarazioni arrivate ieri in aula dal consigliere Alessandro Priori contro la realizzazione di impianti di smaltimento rifiuti sovradimensionati e a grande impatto ambientale. 

Le dichiarazioni di Alessandro Priori mi fanno piacere per due motivi. Primo, perché confermano in pieno la bontà della linea da me seguita durante questi anni di costante impegno nella difesa del territorio veliterno, dalla sua agricoltura e della salute dei suoi cittadini. Secondo, perché se c’è convergenza di intenti e di vedute su temi importanti come quello della difesa del territorio da affaristi senza scrupoli interessati solo al business dei rifiuti la si può sicuramente trovare su tutti molti altri temi cruciali per il futuro della nostra città”

Rifiuti organici: garantita la raccolta a Rocca di Papa

rocca di papaNegli ultimi mesi, si è assistito alla progressiva chiusura di tutti gli impianti di trattamento della frazione organica dei rifiuti (il cosiddetto “umido”) del Lazio, alcuni dei quali sequestrati per motivi giudiziari. Tale situazione, ha reso difficile effettuare il servizio di smaltimento dei rifiuti da parte delle società incaricate da 55 Comuni del Lazio, tra cui Roma e anche Rocca di Papa. “L’Amministrazione ha partecipato a un bando regionale per rendere autonome le scuole e una parte del territorio comunale tramite compostiere di comunità – illustra l’assessore all’ambiente e vicesindaco, Veronica Cimino – ma ora, per fronteggiare l’emergenza di questi giorni, ha richiesto l’accesso presso altri impianti di trattamento presenti in regioni limitrofe, anche se questa soluzione comporta dei costi superiori per il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti. Il servizio di raccolta dell’umido potrebbe subire delle irregolarità, ma stiamo cercando di garantire la continuità del servizio, per tutelare i cittadini e preservare il decoro urbano del nostro paese. Ci stiamo impegnando nel trovare soluzioni a lungo termine, insieme agli altri enti comunali e la Regione Lazio. Nel frattempo, sarà nostra cura informare la cittadinanza in merito ad aggiornamenti sulla situazione.”