Venerdì, 03 Aprile 2020

Ultimo aggiornamento03:12:09 PM

  • Twitter
  • Info

Marino, Cambiamo sui Pua: “Amministrazione Colizza inefficiente”

DD15E4D2-A1BC-418B-846D-4B8581558701"In piena emergenza Coronavirus, i 5 Stelle di Marino aggiungono un altro tassello al loro già "luminoso" (si fa per dire) curriculum istituzionale: per la prima volta nella loro oramai consolidata vita pubblica la Giunta Comunale ha approvato un PUA, un piano urbanistico attuativo, richiesto da un residente marinese. Qualcuna potrà dire: cosa c’è di strano, un PUA fa parte della naturale azione amministrativa di un Comune. Questa osservazione, però, non tiene conto del fatto che oramai da anni quel privato cittadino aspettava l'ok al provvedimento da Palazzo Colonna. Quindi, ci chiediamo: perché questo PUA è stato approvato mentre ce ne sono una decina che giacciono dimenticati presso gli uffici municipali senza essere mai presi in considerazione? La risposta è semplice: perché quel legittimo proprietario, preso in giro negli ultimi quattro anni, oltre a fare una denuncia alla Procura della Repubblica ha promosso pure un ricorso al TAR. Pertanto, la giunta del Comune di Marino - pur di evitare querelle legali ed eventuali risarcimenti danni -, si sarebbe trovata sostanzialmente costretta ad approvare quel Pua. Immaginiamo il sindaco e l'assessore Trinca cosa potrebbero aver detto agli sbigottiti colleghi pur di giustificarsi: "cari colleghi assessori, siamo riusciti a bloccare tutta l’economia di questo paese, l’edilizia si è completamente fermata, abbiamo proposto vincoli a tutto il territorio esteso il parco dell’appia Antica, ma purtroppo non siamo riusciti a fermare tutto. Ma non vi preoccupate, per questo PUA non potevamo fare altrimenti, però per gli altri giacenti negli uffici faremo ogni azione possibile per fermare le legittime aspettative che la legge consente ai cittadini, ma per le quali la nostra "religione politica" non è d’accordo". Poveri 5 Stelle, avrebbero approvato una delibera che non volevano, richiamando degli spauriti assessori che onoravano al loro impegno attraverso una assidua presenza in Comune tramite lo Smart Working. E, sempre in tema di sviluppo territoriale: che dire dell'atteggiamento dell'amministrazione Colizza in merito all'approvazione del nuovo Piano del Governo del Territorio a consumo zero che impedirebbe a tutti i cittadini e definitivamente di legittimare le proprie aspettative? Purtroppo l'assessore Trinca ha girato solo nei paesi dell’America Latina e non sa che, se avesse copiato la legge regionale della Lombardia, saprebbe che lo "zero" non è assoluto ma contempera in maniera mirata lo sviluppo sostenibile del territorio e le legittime aspettative delle comunità locali. Ciò che stupisce è che i grillini di Marino, con le loro azioni illogiche e talebane, avrebbero ripetutamente calpestato le aspettative e le istanze dei residenti di Marino. Alla luce di questo contesto, se il sindaco Colizza avesse avuto un po' di lungimiranza politica, avrebbe dovuto subito cacciare gli assessori Trinca e Tammaro, che in questi mesi, con il loro modo di fare, hanno gettato la cittadinanza in una crisi economica senza precedenti: in questa fase emergenziale, infatti, serve una giunta di unità comunale, che possa sostenere il primo cittadino in questa sfida delicata e complicata. Sindaco Colizza, ci dica se riuscirà a farlo, altrimenti si dimetta".
Così, in una nota, il comitato promotore comunale "Cambiamo" della città di Marino.

Coronavirus, Palozzi: "Attivare subito rianimazione del Regina Apostolorum"

“Ssanitagenericaollecitiamo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ad autorizzare in tempi rapidi e certi l’attivazione del reparto di rianimazione del Regina Apostolorum, ospedale situato ad Albano Laziale e tra i più importanti del bacino sud della Provincia di Roma. In questo momento di grandissima emergenza, legata al Coronavirus, è quanto mai necessario che i nostri nosocomi siano nella possibilità di operare al massimo della loro efficienza e non essere limitati da inutile ritardi amministrativi. Ci auguriamo dunque che Zingaretti chiuda con tempestività tutte le procedure di autorizzazione per il reparto di rianimazione del presidio di Albano Laziale, così da mettere a disposizione un ulteriore tassello sanitario a contrasto della emergenza. In caso di reiterato silenzio istituzionale, sarà nostra cura depositare una interrogazione urgente”. 

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori nazionali di Cambiamo con Toti, Adriano Palozzi.

Comunali in Provincia di Roma, "Cambiamo" con proprie liste e candidati

comunali2017“Anche in Provincia di Roma numerosi Comuni andranno al voto e, in questa ottica, Cambiamo

si sta preparando per arrivare al meglio alla prossima tornata elettorale. Rivendicando con profondo orgoglio

il nostro ruolo fondamentale all’interno del centrodestra, abbiamo intenzione di lavorare con spirito di dialogo e

condivisione di intenti per la costituzione di coalizioni forti e stabili, che pongano il centrodestra quale alternativa credibile al populismo

dei Cinque Stelle e all’incompetenza della Sinistra. La convinzione è che le forze civiche e politiche del centrodestra sapranno trovare una sintesi su programma e candidatura in tutte le città alle urne: in questa direzione, auspichiamo l’apertura di un tavolo regionale e provinciale con gli alleati. Da parte nostra, la porta sarà sempre aperta. In questo contesto, annunciamo già da ora che “Cambiamo” sta lavorando per creare proprie liste in quei territori dell’area metropolitana di Roma, in cui sono previste elezioni amministrative”.

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori nazionali di “Cambiamo” con Toti, Adriano Palozzi, e il responsabile del comitato promotore “Cambiamo” Provincia di Roma, Massimiliano Giordani.

Cresce "Cambiamo" in Provincia di Roma: nuovo comitato ad Ardea

comitatoardealitoraleGrande entusiasmo per la costituzione del nuovo comitato

“Cambiamo” Litorale Ardea, che avrà come responsabile locale Stefano Bernardi.

All’inaugurazione, molto partecipata e apprezzata, hanno presenziato

il consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori nazionali di “Cambiamo” con Toti, Adriano Palozzi, e il responsabile comitato promotore “Cambiamo”

Provincia di Roma, Massimiliano Giordani. “Per me e tutto il nostro gruppo - ha sottolineato Bernardi - è un piacere far parte della grande famiglia del presidente Toti. Crediamo molto in questo movimento politico e abbiamo deciso di metterci la faccia in un territorio difficile, come quello di Ardea, mal governato e messo in ginocchio dal Movimento 5 Stelle”. Queste, invece, le parole di Adriano Palozzi e Massimiliano Giordani: “E’ bello vedere come la fiducia e la stima in “Cambiamo” crescano naturalmente, giorno dopo giorno, e con grande slancio su tutto il territorio provinciale. E’ il segno tangibile che c’è grande interesse sul nostro progetto, al quale hanno aderito e stanno aderendo tanti cittadini, esponenti locali e amministratori”.

Cambiamo sbarca in provincia di Roma. Entusiamo e partecipazione


“Grande entusiasmo e forte partecipazione per la presentazione

del Comitato Promotore della Provincia di Roma di “Cambiamo!”,

andata in scena sabato 9 novembre, presso l'hotel Simon in via Calvi 9, a Pomezia.

All'evento hanno preso parte cittadini, attivisti, amministratori ed esponenti locali,

alla presenza di Adriano Palozzi, consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori nazionali di 'Cambiamo', Pasquale Ciacciarelli, consigliere regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, ex presidente del Consiglio regionale del Lazio e attuale responsabile regionale del comitato promotore "Cambiamo" Lazio, e Massimiliano Giordani, consigliere comunale di Ardea e responsabile del comitato promotore "Cambiamo" Provincia di Roma. “Il comitato promotore “Cambiamo” Provincia di Roma è composto da trenta membri, espressione di tutti i quadranti territoriali della area metropolitana ed è a totale disposizione - spiegano Palozzi, Abbruzzese, Ciacciarelli e Giordani - di tutti coloro che intendono difendere e tutelare le istanze delle famiglie e credono in un centrodestra inclusivo, meritocratico e trasparente: Castelli Romani, litorale, Territori a Nord di Roma, Area tiburtina e sublancense fino al versante casilino e tuscolano, tutti i territori sono rappresentati in maniera efficace e concreta. A tutti loro dunque vogliamo rivolgere i migliori auguri di buon lavoro. Ci aspetta un impegno importante, complesso ma siamo convinti che tutti insieme riusciremo a fare grandi cose per il progetto ambizioso e innovativo, fortemente voluto dal presidente Giovanni Toti”. Di seguito i nomi dei componenti, oltre a Massimiliano Giordani: Attilio Arnese, Manrico Berti, Massimo Cacciotti, Gianluca Caratelli, Giancarlo Coltella, Umberto Crivellone, Roy Fawas Deiana, Anna Delle Chiaie, Mirko Di Buò, Gabriella Di Tommaso, Silvia Fidanza, Mara Fortuna, Luigi Galdiero, Romano Giovannetti, Roberto Grossi, Riccardo Iannuzzi, Gianluca Lauri, Francesco Lopez, Salvatore Orsomando, Mirta Paganelli, Giuliani Peretti, Giuseppe Pezzuto, Fausto Pietroni, Flavio Pucci, Joe Recchia, Stefano Roma, Mario Russo, Enzo Sparviero, Anna Maria Tarantino, Roberto Trinca. cambiamoprovroma

Riparte di slancio la nuova stagione de Il Tulipano Bianco

giordani2E’ ripartita con entusiasmo, professionalità e passione la nuova stagione de “Il Tulipano Bianco”,

associazione di promozione sociale che da tanti anni lavora al fianco e in sostegno

dei soggetti socialmente ed economicamente svantaggiati. Un percorso di solidarietà che si rinnova nel tempo e conferma

il buon lavoro e il grande impegno dell’associazione e dei suoi operatori.

Nelle ultime settimane, ad esempio, sono ripartiti due importanti progetti: “Orti e Rapporti” e “RealizzArti”. Anche quest’anno “Orti e Rapporti” si svolgerà presso l’istituto Ic Fidenae, nel III Municipio di Roma, dove i ragazzi, sulla scia dei mesi precedenti, saranno parte integrante di un percorso dalla grande valenza sociale, formativa e assistenziale: “Con l’obiettivo prioritario - sottolinea il presidente de “Il Tulipano Bianco”, Francesco Giordani - di accrescere nei ragazzi le competenze emotive ed affettive, attraverso la sinergia fra il fare - con l’orto - e il pensare - anche attraverso l’aiuto delle psicologhe che partecipano ai laboratori e coadiuvano l’esperto agronomo nelle attività legate alla creazione e alla cura dell’orto”.

Al via di slancio anche “RealizzArti”, il progetto fortemente voluto dall’associazione “Il Tulipano Bianco” e che si articola in laboratori gratuiti di musica, teatro e motricità, per minori e adulti con diverse abilità. Per l’espletamento delle attività formative c’è la splendida location all'interno del plesso G.G. Badini presso l’I.C. Regina Margherita, in zona Aventino, in I Municipio a Roma: “Siamo molto contenti per la riuscita di “Realizzarti” e sono convinto che il lavoro di squadra, quello vero basato su impegno, volontariato e solidarietà, potrà portare davvero a grandissimi risultati”, afferma il presidente Giordani. Che, poi, ricorda, come siano tanti altri i progetti in atto a Roma ma anche in altre Regione d’Italia: “Voglio innanzitutto sottolineare che per la realizzazione di questi due progetti è fondamentale la collaborazione con il Primo e il Terzo Municipio e i docenti delle strutture scolastiche coinvolte: persone ed istituzioni a cui rivolgiamo il nostro ringraziamento. Infine, questi e altri percorsi solidali sono possibili – conclude Giordani – soprattutto grazie a tutti quei cittadini che, destinando il loro5x1000 alla nostra associazione, ci permettono quotidianamente di aiutare il prossimo e regalare momenti di serenità a tanti ragazzi e alle loro famiglie”.

Da Fi a "Cambiamo", esodo degli amministratori di Roma e Provincia

cambiamo-totiE’ un vero e proprio esodo, quello di numerosi amministratori ed esponenti di Roma e provincia,

ormai ex Forza Italia e pronti a prendere parte alla nuova sfida politica, lanciata in queste ore dal presidente della Regione Liguria

e appoggiata dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. “Cambiamo” si chiama il neonato movimento politico e sta registrando grande

approvazione e partecipazione nella Capitale d’Italia e la sua area metropolitana. Ecco quale esempio

ANZIO, MARIGLIANI: “ADERISCO A “CAMBIAMO” PER VERA MERITOCRAZIA”

“Ho deciso di aderire con entusiasmo e convinzione al nuovo progetto politico, “Cambiamo”, voluto dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Si tratta di un movimento trasparente, aperto, meritocratico, composto da tante persone che voglio rilanciare con impegno e dedizione il centrodestra sui territori e tra la gente. E’ dunque un piacere entrare a far parte di questo gruppo umano e politico, sono a disposizione per operare per il bene della nostra comunità”. Così, in una nota, il consigliere comunale di Anzio, Massimiliano Marigliani.

CAPENA, PAGANELLI: “QUELLO DI TOTI E PALOZZI PROGETTO VINCENTE”

“Ho appreso con soddisfazione della recente costituzione di “Cambiamo”, il nuovo movimento politico del presidente Giovanni Toti e del consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Una bella novità nel panorama del centrodestra, alla quale aderisco con convinzione visto e considerato che vedrà protagonisti i territori e i cittadini, troppo spesso dimenticati da una politica chiusa nelle stanze dei bottoni. Gli elettori chiedono rinnovamento, facce e idee nuove: concetti fortemente rappresentati in “Cambiamo”, che sono convinta diventerà punto di riferimento per cittadini e amministratori, e propedeutico alla formazione di un nuovo centrodestra allargato ”. Così, in una nota, il consigliere comunale di Capena, Mirta Paganelli.

SAN CESAREO, ROMA-BIANCHI: “ADERIAMO A ‘CAMBIAMO’ CON TOTI E PALOZZI”

"Partecipiamo con piacere ed entusiasmo al nuovo percorso politico, intrapreso dal presidente Giovanni Toti e dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Nel centrodestra c’è bisogno di rinnovamento della classe dirigente, di rilancio e radicamento sui territori: principi e azioni non più rinviabili e che siamo convinti trovino concretezza in “Cambiamo”, il nuovo movimento di Toti e Palozzi. Siamo pronti, dunque, a lavorare per il bene dei territori e delle famiglie nella consapevolezza che un centrodestra meritocratico e aperto è adesso certamente possibile”. Così, in una nota, i consiglieri comunali di San Cesareo, Stefano Roma e Adriano Bianchi.

MENTANA, COLTELLA: “CON PALOZZI E TOTI PER CENTRODESTRA MERITOCRATICO”

“E’ un piacere entrare a far parte della nuova famiglia di “Cambiamo”, il progetto politico fortemente voluto dal presidente Toti e dal consigliere Palozzi, con i quali mi uniscono profonda stima e amicizia. Sono dell’opinione che questo movimento rappresenti una assoluta novità nel panorama politico attuale, un percorso rilevante per costruire un centrodestra finalmente rinnovato, meritocratico e vicino alle istanze delle famiglie e dei territori. Noi siamo pronti, da settembre lavoreremo duramente per farci conoscere e soddisfare le esigenze della gente”. Così, in una nota, il consigliere comunale di Mentana, Giancarlo Coltella.

ROMA, PEZZELLA: “BENE CAMBIAMO. AVANTI CON PALOZZI E TOTI”

“Aderisco al progetto di Toti Palozzi perché credo nella meritocrazia, nella presenza sul territorio e soprattutto credo nella sana politica che si deve costantemente rivolgere alle attività produttive e ai lavoratori. Palozzi è un eccellente consigliere regionale mentre Toti ha dimostrato con la sua presidenza della Regione Liguria che si può governare bene e incentivare il territorio mantenendo costantemente il rapporto con le realtà produttive”. Così, in una nota, l’ex presidente del Parco regionale Di Veio, Massimo Pezzella.

ANZIO, PLACIDI: “AVANTI CON TOTI E PALOZZI PER RINNOVARE CENTRODESTRA”

“Rinnovamento, spirito democratico e meritocrazia. Tutto questo mi ha spinto ad aderire con grandissima convinzione al nuovo movimento politico di Giovanni Toti e Adriano Palozzi, con i quali da tempo vogliamo un centrodestra più inclusivo, aperto e reale alternativa di governo. “Cambiamo”, infatti, rappresenta il presente e il futuro del centrodestra, un progetto credibile, importante, che sta vivendo numerose adesioni su tutto il territorio italiano. Personalmente metto a disposizione la mia presenza e il mio impegno, sono pronto a questa nuova avventura politica”. Così, in una nota, l’ex assessore comunale di Anzio, Patrizio Placidi

CARPINETO ROMANO, CACCIOTTI: “PRONTO A NUOVA AVVENTURA CON TOTI E PALOZZI”

“Voglio rivolgere tutto il mio sostegno a Giovanni Toti e Adriano Palozzi, fondatori del neonato movimento “Cambiamo”, contenitore politico ambizioso e innovativo al quale ho deciso di prendere parte con passione e dedizione. Nel panorama del centrodestra è necessario infatti un nuovo percorso politico, fondato su principi di meritocrazia e rinnovamento. Insieme diverremo il nuovo punto di riferimento del centrodestra”. Così, in una nota, l’ex consigliere comunale di Carpineto Romano ed ex presidente dell’Ater Provincia di Roma, Massimo Cacciotti.

MARINO, GROSSI: “INSIEME A TOTI E PALOZZI PER RILANCIO CENTRODESTRA”

“Aderisco con entusiasmo al movimento “Cambiamo”, il nuovo progetto politico fortemente voluto dal presidente Giovanni Toti e dal consigliere regionale Adriano Palozzi. Si tratta di un percorso innovativo e ambizioso, in cui credo fortemente, che punta ai territori, alla gente, e al reale rinnovamento del centrodestra. Un movimento nato dal basso, aperto e inclusivo. Io ci sono!". Così, in una nota, l'esponente territoriale di Marino, Roberto Grossi.

FIESOLE E “ROMA SEI TU”: “CAMBIAMO” PROGETTO INNOVATIVO. NOI CI SIAMO”

“Tutto il mio appoggio e quello dell’associazione “Roma sei tu” al presidente Toti per un progetto che vede protagonista i territori, la meritocrazia e non le poltrone. Forza Italia ha dimostrato ancora una volta, con tutto il rispetto del presidente Berlusconi, di stare fuori tempo, pensando solo alle loro poltrone e ai salotti buoni bene. Siamo dunque accanto al presidente Toti e al consigliere regionale Adriano Palozzi". Così, in una nota, il presidente dell'associazione "Roma sei Tu", Fabio Fiesole

ARDEA, PERETTI: “LASCIO FI E ADERISCO A CAMBIAMO CON TOTI E PALOZZI”

“A lavoro per un centrodestra rinnovato, trasparenze e partecipativo. Con questi principi ho deciso di lasciare Forza Italia, ormai al capolinea, e aderire con assoluta convinzione al nuovo progetto politico di Giovanni Toti e Adriano Palozzi, due leader e due amministratori sempre in prima linea per le istanze del territorio. “Cambiamo” è un movimento innovativo, che si basa su principi meritocratici e democratici, valori in cui mi riconosco e spingono il mio agire politico. Parte oggi una nuova avventura, fatta di radicamento sui territori e rinnovamento della classe dirigente”. Così, in una nota, l’ex coordinatore Fi Ardea e membro del coordinamento Fi Provincia di Roma, Giuliano Peretti.

ROCCA PRIORA, PUCCI: “BENE TOTI E PALOZZI. ADERISCO A “CAMBIAMO””

“Sono molto soddisfatto di aderire al nuovo percorso politico, ideato e promosso dal presidente Toti e dal consigliere regionale Palozzi. Sono dell’opinione che, allo stato attuale, “Cambiamo” rappresenti un vero e proprio punto di riferimento per il centrodestra locale e nazionale, una ventata di freschezza in un panorama politico troppo cristallizzato e preistorico nelle idee e nelle proposte. Per questa ragione mi metto a disposizione di Toti e Palozzi per un progetto che veda finalmente i territori protagonisti nel segno del rinnovamento, del radicamento e della vicinanza alle famiglie”.

Così, in una nota, il consigliere comunale di Rocca Priora, Flavio Pucci.

 

Marino, polemica sui servizi pubblici nelle frazioni

sergioambrogiani“Siamo molto preoccupati per quanto sta accadendo alla casa dei servizi di Frattocchie, i cui uffici comunali hanno dovuto subire l’ennesima chiusura (il lunedì e il mercoledi, ndr) a causa della carenza di personale. Una realtà allarmante, che suona come una beffa per i residenti delle ex circoscrizioni e che non vorremmo sia l’inizio di un silenzioso smantellamento dei servizi municipali a servizio del territorio della pianura di Marino. Invitiamo, dunque, l’amministrazione di Palazzo Colonna a fare una seria riflessione su questo pericoloso ridimensionamento nella speranza si possa invertire immediatamente la rotta. Come? In primis, predisponendo concorsi pubblici per l’assunzione di nuovo personale dipendente, in grado di mantenere la qualità e la quantità delle prestazioni pubbliche. Inoltre, invitiamo il sindaco e la maggioranza comunale a ragionare su nuove ipotesi di localizzazione della Casa dei Servizi di Frattocchie che, lo ricordiamo, è collocata lontano dai centri abitati, è di difficile raggiungimento per gli anziani ed insiste su una strada pericolosa e ad alto scorrimento come la Nettunense. Dopo tre anni di immobilismo istituzionale, sarebbe il caso che il governo comunale cominci seriamente a lavorare per soddisfare le istanze della comunità marinese”.

Così, in una nota, il segretario Pd Marino, Sergio Ambrogiani.

Multiservizi di Marino tra polemiche, botta e risposta

marino2“Dopo il consiglio comunale straordinario sulla situazione finanziaria della Multiservizi dei Castelli di Marino,

prendiamo atto che l’amministrazione pentastellata scappa dal confronto, censura il dialogo dietro cavilli amministrativa

e dimostra zero trasparenza sul presente e sul futuro della municipalizzata. Lunedi, infatti,

abbiamo vissuto una delle pagine più brutte della storia politica di Marino: una pagina in cui sono state sminuite le opposizione

e la comunità, accorsa a Palazzo Colonna. Il top dell’ambiguità a 5 stelle lo si è raggiunto con la "Questione pregiudiziale", disciplinata dall’articolo 44 dello Statuto Comunale e usata a proprio piacimento dai grillini, al fine di non dibattere un punto fondamentale in questione, quello sulla Multiservizi, dei suoi conti economici e degli orizzonti futuri. Insomma il Movimento 5 Stelle ha gettato la maschera e ha mostrato il suo vero volto. Esprimendo ancora una volta solidarietà agli operatori della Multiservizi,il PD continuerà a combattere e pretendere chiarezza sul futuro della municipalizzata”.

Così, in una nota, il segretario cittadino Pd Marino, Sergio Ambrogiani.