Lunedì, 16 Settembre 2019

Ultimo aggiornamento04:59:36 PM

  • Twitter
  • Info

METROPOLI

Marino, importante riunione del Pd: "Bene Zingaretti"

sergioambrogiani“Nella giornata di ieri, presso la sede PD di via Silvia Pellico a Santa Maria delle Mole, si è svolta una riunione condivisa e partecipata tra iscritti e non del Partito Democratico di Marino. Un incontro importante, durante il quale tutti insieme abbiamo fatto il punto sulla situazione politica nazionale. In maniera unanime è stato sottolineato il buon lavoro, svolto dal segretario nazionale Nicola Zingaretti, capace di tenere il nostro partito unito e forte nonostante il contesto politico delicato e complicato. Abbiamo espresso sostegno e appoggio al neo governo del Conte Bis che, adesso, ci aspettiamo adotti politiche e provvedimenti realmente vicini alle istanze della comunità. Inoltre, abbiamo esplicitato la nostra preoccupazione verso il comportamento delle destre, in particolare della Lega di Salvini che, andando oltre il legittimo diritto di critica e della libertà di espressione, continua a fomentare odio e disprezzo verso le istituzioni: un comportamento, quello di Salvini, pericoloso e deleterio. In questo senso, quindi, tutti siamo stati d’accordo nell’intenzione di spenderci sul territorio contro ogni forma di demagogia, populismo ed estremismo. Quella di ieri è stata solamente una delle numerose riunioni che il Partito Democratico intende concretizzare sul territorio di Marino, nella convinzione che dialogo e confronto sia le vere e uniche “armi” per il radicamento tra la gente”.

Così, in una nota, il segretario Pd Marino, Sergio Ambrogiani.

Marino, cdq Due santi: “Comune affronti questione divieto sosta su ss 140”

palazzocolonna345“Nella seconda metà di agosto nel tratto marinese della strada statale 140 è stato inserito un divieto di parcheggio e zona rimozione.

Una situazione che ha creato e sta creando malumori tra i residenti di Due Sant, da diversi anni abituati

a posteggiare su quella porzione di asfalto senza che nessuna istituzioni abbia trovato nel tempo una soluzione alternativa

più comoda e sicura. Una realtà viaria che si inserisce in un contesto viario di per sé complicato se è vero, come è vero,

che sulla SS 140 le autovetture sfrecciano a fortissima velocità, mettendo a rischio l’incolumità fisica di pedoni e residenti. Per questa ragione chiediamo al Comune di Marino di farsi promotore delle istanze cittadine presso la Città Metropolitana di Roma Capitale, che è l’ente competente a decidere. Inoltre, teniamo a ricordare che il sindaco di Marino, Carlo Colizza, è anche consigliere metropolitano. Ci auguriamo dunque che Palazzo Colonna ascolti il nostro monito al fine di trovare insieme una soluzione definitiva e immediata in merito al divieto di sosta in oggetto”. Così, in una nota, il presidente del Comitato di Quartiere Due Santi, Romolo Silvi.

A sostenere la causa del cdq Due Santi il segretario del Pd Marino, Sergio Ambrogiani: “Comprendo perfettamente le ragioni del comitato e dei residenti della piccola ex circoscrizione di Marino. Ci spenderemo per avviare una interlocuzione istituzionale con l’amministrazione comunale e con il sindaco Colizza, nella consapevolezza che si prenderà carico della delicata questione viaria al fine di tutelare l'incolumità dei cittadini residenti di Due Santi”.

Dario Casani nuovo responsabile Comunicazione di Rivoluzione Animalista

casani2Il segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica,

ha conferito a Dario Casani l’incarico di responsabile nazionale della Comunicazione del partito.

“Si tratta di un ruolo importante, delicato, fondamentale, teso a promuovere e valorizzare sempre di più l’immagine e l’azione di Rivoluzione Animalista.

Per questa ragione – ha sottolineato il segretario nazionale Gabriella Caramanica – ho scelto la figura di Dario Casani, un professionista di assoluto livello e un uomo che ha sempre avuto a cuore la tutela dei diritti degli animali”.

Con una vasta e profonda esperienza nel settore del digital marketing e dei social media, Dario Casani è stato consulente di aziende pubbliche e imprese private: “Quello che mi attende – aggiunge il neo responsabile nazionale Comunicazione del partito, Dario Casani - è un incarico autorevole, del quale vado molto orgoglioso e che svolgerò col massimo dell’impegno e della trasparenza. Ci attende un futuro pieno di impegni, sul territorio e tra la gente, con l’unico e prioritario obiettivo di difendere e tutelare i nostri amici animali. Sono pronto alla nuova avventura"

Gallicano nel Lazio, Caratelli aderisce a "Cambiamo"

giovannitoti1"C'è bisogno di un nuovo progetto, partecipativo e meritocratico, che partendo dal basso dia la reale possibilità a noi amministratori locali ed a tutti i cittadini di impegnarsi in maniera efficace nella crescita del proprio territorio.

La sana e concreta politica, dimostrata con i fatti da Giovanni Toti ed Adriano Palozzi, è la strada maestra per dare risposte alle esigenze dei cittadini senza dover sottostare ai diktat verticistici ed ai capricci dei ras locali che stanno caratterizzando, soprattutto localmente, altri partiti. "Cambiamo" rappresenta certamente la novità di cui aveva bisogno un centrodestra ormai chiuso in se stesso e sempre più autoreferenziale."

Così, in una nota, il consigliere comunale,già candidato Sindaco di Gallicano nel Lazio, Gianluca Caratelli.

Da Fi a "Cambiamo", esodo degli amministratori di Roma e Provincia

cambiamo-totiE’ un vero e proprio esodo, quello di numerosi amministratori ed esponenti di Roma e provincia,

ormai ex Forza Italia e pronti a prendere parte alla nuova sfida politica, lanciata in queste ore dal presidente della Regione Liguria

e appoggiata dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. “Cambiamo” si chiama il neonato movimento politico e sta registrando grande

approvazione e partecipazione nella Capitale d’Italia e la sua area metropolitana. Ecco quale esempio

ANZIO, MARIGLIANI: “ADERISCO A “CAMBIAMO” PER VERA MERITOCRAZIA”

“Ho deciso di aderire con entusiasmo e convinzione al nuovo progetto politico, “Cambiamo”, voluto dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Si tratta di un movimento trasparente, aperto, meritocratico, composto da tante persone che voglio rilanciare con impegno e dedizione il centrodestra sui territori e tra la gente. E’ dunque un piacere entrare a far parte di questo gruppo umano e politico, sono a disposizione per operare per il bene della nostra comunità”. Così, in una nota, il consigliere comunale di Anzio, Massimiliano Marigliani.

CAPENA, PAGANELLI: “QUELLO DI TOTI E PALOZZI PROGETTO VINCENTE”

“Ho appreso con soddisfazione della recente costituzione di “Cambiamo”, il nuovo movimento politico del presidente Giovanni Toti e del consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Una bella novità nel panorama del centrodestra, alla quale aderisco con convinzione visto e considerato che vedrà protagonisti i territori e i cittadini, troppo spesso dimenticati da una politica chiusa nelle stanze dei bottoni. Gli elettori chiedono rinnovamento, facce e idee nuove: concetti fortemente rappresentati in “Cambiamo”, che sono convinta diventerà punto di riferimento per cittadini e amministratori, e propedeutico alla formazione di un nuovo centrodestra allargato ”. Così, in una nota, il consigliere comunale di Capena, Mirta Paganelli.

SAN CESAREO, ROMA-BIANCHI: “ADERIAMO A ‘CAMBIAMO’ CON TOTI E PALOZZI”

"Partecipiamo con piacere ed entusiasmo al nuovo percorso politico, intrapreso dal presidente Giovanni Toti e dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Nel centrodestra c’è bisogno di rinnovamento della classe dirigente, di rilancio e radicamento sui territori: principi e azioni non più rinviabili e che siamo convinti trovino concretezza in “Cambiamo”, il nuovo movimento di Toti e Palozzi. Siamo pronti, dunque, a lavorare per il bene dei territori e delle famiglie nella consapevolezza che un centrodestra meritocratico e aperto è adesso certamente possibile”. Così, in una nota, i consiglieri comunali di San Cesareo, Stefano Roma e Adriano Bianchi.

MENTANA, COLTELLA: “CON PALOZZI E TOTI PER CENTRODESTRA MERITOCRATICO”

“E’ un piacere entrare a far parte della nuova famiglia di “Cambiamo”, il progetto politico fortemente voluto dal presidente Toti e dal consigliere Palozzi, con i quali mi uniscono profonda stima e amicizia. Sono dell’opinione che questo movimento rappresenti una assoluta novità nel panorama politico attuale, un percorso rilevante per costruire un centrodestra finalmente rinnovato, meritocratico e vicino alle istanze delle famiglie e dei territori. Noi siamo pronti, da settembre lavoreremo duramente per farci conoscere e soddisfare le esigenze della gente”. Così, in una nota, il consigliere comunale di Mentana, Giancarlo Coltella.

ROMA, PEZZELLA: “BENE CAMBIAMO. AVANTI CON PALOZZI E TOTI”

“Aderisco al progetto di Toti Palozzi perché credo nella meritocrazia, nella presenza sul territorio e soprattutto credo nella sana politica che si deve costantemente rivolgere alle attività produttive e ai lavoratori. Palozzi è un eccellente consigliere regionale mentre Toti ha dimostrato con la sua presidenza della Regione Liguria che si può governare bene e incentivare il territorio mantenendo costantemente il rapporto con le realtà produttive”. Così, in una nota, l’ex presidente del Parco regionale Di Veio, Massimo Pezzella.

ANZIO, PLACIDI: “AVANTI CON TOTI E PALOZZI PER RINNOVARE CENTRODESTRA”

“Rinnovamento, spirito democratico e meritocrazia. Tutto questo mi ha spinto ad aderire con grandissima convinzione al nuovo movimento politico di Giovanni Toti e Adriano Palozzi, con i quali da tempo vogliamo un centrodestra più inclusivo, aperto e reale alternativa di governo. “Cambiamo”, infatti, rappresenta il presente e il futuro del centrodestra, un progetto credibile, importante, che sta vivendo numerose adesioni su tutto il territorio italiano. Personalmente metto a disposizione la mia presenza e il mio impegno, sono pronto a questa nuova avventura politica”. Così, in una nota, l’ex assessore comunale di Anzio, Patrizio Placidi

CARPINETO ROMANO, CACCIOTTI: “PRONTO A NUOVA AVVENTURA CON TOTI E PALOZZI”

“Voglio rivolgere tutto il mio sostegno a Giovanni Toti e Adriano Palozzi, fondatori del neonato movimento “Cambiamo”, contenitore politico ambizioso e innovativo al quale ho deciso di prendere parte con passione e dedizione. Nel panorama del centrodestra è necessario infatti un nuovo percorso politico, fondato su principi di meritocrazia e rinnovamento. Insieme diverremo il nuovo punto di riferimento del centrodestra”. Così, in una nota, l’ex consigliere comunale di Carpineto Romano ed ex presidente dell’Ater Provincia di Roma, Massimo Cacciotti.

MARINO, GROSSI: “INSIEME A TOTI E PALOZZI PER RILANCIO CENTRODESTRA”

“Aderisco con entusiasmo al movimento “Cambiamo”, il nuovo progetto politico fortemente voluto dal presidente Giovanni Toti e dal consigliere regionale Adriano Palozzi. Si tratta di un percorso innovativo e ambizioso, in cui credo fortemente, che punta ai territori, alla gente, e al reale rinnovamento del centrodestra. Un movimento nato dal basso, aperto e inclusivo. Io ci sono!". Così, in una nota, l'esponente territoriale di Marino, Roberto Grossi.

FIESOLE E “ROMA SEI TU”: “CAMBIAMO” PROGETTO INNOVATIVO. NOI CI SIAMO”

“Tutto il mio appoggio e quello dell’associazione “Roma sei tu” al presidente Toti per un progetto che vede protagonista i territori, la meritocrazia e non le poltrone. Forza Italia ha dimostrato ancora una volta, con tutto il rispetto del presidente Berlusconi, di stare fuori tempo, pensando solo alle loro poltrone e ai salotti buoni bene. Siamo dunque accanto al presidente Toti e al consigliere regionale Adriano Palozzi". Così, in una nota, il presidente dell'associazione "Roma sei Tu", Fabio Fiesole

ARDEA, PERETTI: “LASCIO FI E ADERISCO A CAMBIAMO CON TOTI E PALOZZI”

“A lavoro per un centrodestra rinnovato, trasparenze e partecipativo. Con questi principi ho deciso di lasciare Forza Italia, ormai al capolinea, e aderire con assoluta convinzione al nuovo progetto politico di Giovanni Toti e Adriano Palozzi, due leader e due amministratori sempre in prima linea per le istanze del territorio. “Cambiamo” è un movimento innovativo, che si basa su principi meritocratici e democratici, valori in cui mi riconosco e spingono il mio agire politico. Parte oggi una nuova avventura, fatta di radicamento sui territori e rinnovamento della classe dirigente”. Così, in una nota, l’ex coordinatore Fi Ardea e membro del coordinamento Fi Provincia di Roma, Giuliano Peretti.

ROCCA PRIORA, PUCCI: “BENE TOTI E PALOZZI. ADERISCO A “CAMBIAMO””

“Sono molto soddisfatto di aderire al nuovo percorso politico, ideato e promosso dal presidente Toti e dal consigliere regionale Palozzi. Sono dell’opinione che, allo stato attuale, “Cambiamo” rappresenti un vero e proprio punto di riferimento per il centrodestra locale e nazionale, una ventata di freschezza in un panorama politico troppo cristallizzato e preistorico nelle idee e nelle proposte. Per questa ragione mi metto a disposizione di Toti e Palozzi per un progetto che veda finalmente i territori protagonisti nel segno del rinnovamento, del radicamento e della vicinanza alle famiglie”.

Così, in una nota, il consigliere comunale di Rocca Priora, Flavio Pucci.

 

Palozzi con Toti: "Nasce a Roma "Cambiamo". Pronti a fare il bene dell'Italia"

totitciacciapalo“Ieri a Roma, insieme al presidente Giovanni Toti, abbiamo costituito in sede notarile il comitato promotore dell'associazione

“Cambiamo”, che nelle prossime settimane diventerà un vero e proprio movimento politico. Una casa di vetro, un aggregatore

di anime che vuole continuare a riconoscersi in un centrodestra riformista, liberale ed europeo, e che si ponga reale alternativa

alla demagogia grillina e alla incompetenza del centrosinistra. Dopo un lungo percorso, dunque, ci siamo: veder nascere dal

basso questo movimento è un grande motivo di orgoglio ma anche una grande responsabilità: insieme al presidente Toti abbiamo programmato una tabella di marcia serrata e intensa, che ci vedrà protagonisti su tutto il territorio nazionale già da settembre. Ci rapporteremo quotidianamente con i territori e i suoi rappresentanti, elaborando e raccogliendo soluzioni e proposte per un centrodestra realmente aperto, partecipato, meritocratico e radicato, quindi più vicino ai bisogni delle famiglie”.

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori, insieme al presidente Giovanni Toti, di “Cambiamo”.

Marino/Stefano Petrini: “Sull ‘Urbanistica la grande Bugia dei Cinque Stelle”

stefanopetriniRiceviamo e pubblichiamo la lettera di Stefano Petrini, ex dirigente comunale del Servizio “Urbanistica e Pianificazione del Territorio” del Comune di Marino

“Questi signori hanno detto tante menzogne in campagna elettorale, non consapevoli di ciò che predicavano e ora sono prigionieri di una realtà differente da ciò che avevano sostenuto.

Veniamo a fatti più locali, l’allegra combriccola dei 5 stelle si è insediata a Palazzo Colonna,

pervasa da una autentica follia moralista. Tutto ciò che era stato concepito apparteneva alla più cruenta forza distruttrice della

corruzione e del degrado territoriale, l’urbanistica marinese per il Popolo dei 5 stelle, rappresentava un pianeta da mettere in quarantena, per evitare l’ulteriore contagio con le forze del male che si dedicavano al consumo del suolo e della corruttela. Per dare forza a questa loro convinzione al momento del loro insediamento conferivano incarico ad un tecnico di verificare gli standard sul territorio nel periodo di sviluppo del PRG, tra gli anni 2006 e 2016 periodo in cui  le forze del male si erano accanite contro gli interessi della comunità e del pensiero 5 Stelle. Nel mese di Maggio del corrente anno 2019, una rispettabile signora residente nel comune di Marino, mi raggiunge e mi dice: Stefano guarda un po’ questa relazione consegnata al Comune di Marino e datata Gennaio 2019”. Devo dire che non ci feci molto caso e a distanza di due mesi in un momento di maggiore libertà dalla mia attività, in un ridente venerdì pomeriggio, prima di chiudere la mia attività per il consueto riposo settimanale, ho portato la mia attenzione alle note dell’arch. Gianluca Lella.

La sintesi che l’arch. offre all’ufficio, ma che a me risultava abbastanza chiara avendola vissuta è la seguente.

Permessi di costruire rilasciati   n. 585

Cubatura rilasciata mc 1.110.154

Standard Ceduti dai privati con il rilascio del titolo 224.344 mq pari ad oltre  a 22 ettari.

L’arch. Lella diversifica la propria sintesi tra zone B, zone di espansione, zone per programmi integrati, ma mediamente riporta un dato significativo che gli standard attualmente si attestano a seconda dei casi tra i 15 ed i 16 mq/ab. Un ulteriore dato esce in maniera eclatante. Gli abitanti insediati sono dati dal rapporto tra i metri cubi rilasciati e 120 la densità abitativa

Gli abitanti sono quindi 1.110.154/120= 9250 abitanti

Lo standard per ogni abitante è quindi pari a

Mq 224344/9250 abitanti= mq 24,25 per ogni abitante, superiore al minimo di legge pari a 18 mq/ab. 

Cari cittadini decade tutta la demagogia di questi “SCIENZIATI che ci hanno raccontato in questi tre anni

Il PRG aveva uno scopo e questo scopo lo scrivente lo aveva colto AUMENTARE GLI STANDARD.

Con il Divino Amore qualora gli SCIENZIATI PURI ED ONESTI  non avessero messo a Rischio le casse comunali per cifre vertiginose  da capogiro  (si sentono in giro richieste  di danni di oltre i 300 milioni di euro) a questo standard si sarebbero aggiunti ulteriori 50 ha di proprietà comunale che avrebbero portato lo standard territoriale oltre i 30mq /ab. Si deve precisare che gli standard acquisiti per la convenzione Ecovillage, già nella disponibilità del Comune per circa 10 ettari oltre alla proprietà dei casali “Negroni” non sembrerebbero essere  sono stati conteggiati dal tecnico incaricato, in quanto probabilmente frutto del male e della corruttela e non di una semplice convenzione urbanistica. A ciò aggiungiamo che questa amministrazione non sta chiedendo alla convenzione Mugilla gli euro 1,65 milioni che la stessa Mugilla deve al Comune per oneri extra Standard e che il parco medesimo in tre anni non è stato messo nella disponibilità della cittadinanza. ANCHE QUESTO FRUTTO DEL MALE ASSOLUTO.

Per non parlare della ulteriore convenzione sottoscritta con Ecovillage  ora apparentemente fermata, dall’ampliamento del Parco dell’Appia Antica, che doveva portare nelle casse comunali come  oneri Extra Standard euro 18 milioni e che renderà per contro un saldo negativo di circa 300 milioni di euro di danni. E questi signori ci vogliono insegnare l’onesta; io direi che emerge tutta la loro incapacità  di amministratori, i quali avrebbero potuto rinegoziare una plusvalenza che a suo tempo in mancanza di un quadro normativo si attesto al 30%, ma che oggi per legge è del 50%.

NO. NO. NO assolutamente incapaci, ma d'altronde si sono scomodate le più illustri professionalità Universitarie anche provenienti dalle Americhe, oltre ad eminenti competenze giuridiche provenienti dalla Lontana Via del Montano nell’Omonimo Stato americano. Caro Sindaco, cari assessori alla Urbanistica ed ai LL.PP, con 24 mq per abitante potevate allargare perlomeno Via Aldo Moro, il  Commissario Straordinario aveva posto a bilancio delle somme sul 2013 e dato incarico ad un Vs illustre sostenitore, avreste potuto completare l’allargamento di Viale Kennedy fatto quasi integralmente dai costruttori in regime di PdC e PUA. Ma insomma cosa avete fatto oltre il nulla, scusate una cosa la avete senz’altro fatta, bloccato lo sviluppo edilizio perché aveva portato troppi standard come da VOI anche certificato.

P.S. in questo siete stati identici anche se in chiave contrapposta a quegli illustri politici degli anni del 1980 che nella applicazione del Primo Piano regolatore fecero passare una norma che grida vendetta rilasciare i titoli senza standard con l’indice di salvaguardia, nella attesa della approvazione dei  PUA che a Santa Maria delle Mole non è mai avvenuta (vedi carenza di Standard e strade strette), accipicchia anche  questo appurato dal Vs tecnico incaricato) perché dalle lontane Americhe questo non potevate saperlo. Buona Variante di Piano Signori che Dio Vi assista, mi raccomando attenzione al PTPG… scusate, ricordatevi del PTPR, e vabbè la VAS, ma questo lo sapete e se votate una salvaguardia a scatola chiusa, per bloccare come dite  con tanta ONESTA’, attenti alle cifre superiori ai 300 milioni di euro già in cassa.


Marino, polemica sui servizi pubblici nelle frazioni

sergioambrogiani“Siamo molto preoccupati per quanto sta accadendo alla casa dei servizi di Frattocchie, i cui uffici comunali hanno dovuto subire l’ennesima chiusura (il lunedì e il mercoledi, ndr) a causa della carenza di personale. Una realtà allarmante, che suona come una beffa per i residenti delle ex circoscrizioni e che non vorremmo sia l’inizio di un silenzioso smantellamento dei servizi municipali a servizio del territorio della pianura di Marino. Invitiamo, dunque, l’amministrazione di Palazzo Colonna a fare una seria riflessione su questo pericoloso ridimensionamento nella speranza si possa invertire immediatamente la rotta. Come? In primis, predisponendo concorsi pubblici per l’assunzione di nuovo personale dipendente, in grado di mantenere la qualità e la quantità delle prestazioni pubbliche. Inoltre, invitiamo il sindaco e la maggioranza comunale a ragionare su nuove ipotesi di localizzazione della Casa dei Servizi di Frattocchie che, lo ricordiamo, è collocata lontano dai centri abitati, è di difficile raggiungimento per gli anziani ed insiste su una strada pericolosa e ad alto scorrimento come la Nettunense. Dopo tre anni di immobilismo istituzionale, sarebbe il caso che il governo comunale cominci seriamente a lavorare per soddisfare le istanze della comunità marinese”.

Così, in una nota, il segretario Pd Marino, Sergio Ambrogiani.

Droga nelle piazze di Roma dall'Olanda: 17 arresti

polizia5980DIRE) Roma, 1 ago. - Dalle prime ore di questa mattina e' in corso una vasta operazione antidroga denominata 'Aquila nera',

condotta dalla Squadra Mobile di Roma e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale.

Sono in corso di esecuzione nove ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip presso il Tribunale a carico di altrettanti soggetti responsabili, a vario titolo, di traffico internazionale di cocaina ed armi.
Diciassette gli arresti complessivi effettuati nel corso delle indagini, sequestrati quasi 200 kg di cocaina, pistole ed un fucile d'assalto. La droga, proveniente dall'Olanda, era destinata alle piazze della Capitale attraverso i centri di smistamento di Tor Bella Monaca e San Basilio.