Domenica, 22 Aprile 2018

Ultimo aggiornamento07:38:16 PM

  • Twitter
  • Info

METROPOLI

Frascati, al teatro Villa Sora grande partecipazione al convegno “Giovani Violenti”

villasora“Giovani Violenti: Bullismo, Baby Gang e Violenza di genere” è il titolo di un convegno tenutosi ieri, sabato 14 aprile, al Teatro Villa Sora. Un evento estremamente attuale, un approfondimento da un punto di vista giuridico, psicologico e pedagogico dei comportamenti violenti di adolescenti in coppia e in gruppo. Sono state trattate e analizzate tematiche importanti come il bullismo, le baby gang, la violenza di genere e tutte le condotte adolescenziali diffuse tra strada, scuola e web.  Proprio per comprendere l’importanza di un approccio multidisciplinare alla problematica della violenza giovanile, l’Osservatorio Nazionale Adolescenza ha organizzato questo evento formativo rivolto a genitori, insegnanti, ragazzi e a tutti i professionisti del settore, per comprendere le dinamiche, le motivazioni e le strategie di intervento. Hanno sviscerato questi delicati temi: Maura Manca, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, Ciro Nutello, Coordinatore del Progetto “Scuole Sicure” della Questura di Roma, Andrea Labasi, Avvocato, Don Francesco Marcoccio e Gianni Torroni, Dirigenti scolastici, Marcella Ciapetti, Pedagogista, Chiara Antonini, Psicoterapeuta dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, Simone Barraco, il Direttore Artistico del Centro Internazionale “Il Girasole”. L’aspetto della violenza giovanile sembra sia un’emergenza sociale data da l’incremento dei comportamenti legati alla microcriminalità e la violenza rivolta verso le persone da parte di ragazzini sempre più piccoli. Infatti, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, su un campione di 11.500 adolescenti, dagli 11 ai 19 anni, che non vivono in condizioni di rischio: il 24% dei ragazzi ha partecipato a risse, il 22% ha commesso atti vandalici, il 6,5% fa parte di una gang e 1 su 10 dichiara di aver aggredito un coetaneo senza motivo.

Si tratta di comportamenti di una gravità estrema, apparentemente immotivati, un agire impulsivo, quasi in preda ai propri impulsi aggressivi in un apparente escalation di violenza. Il problema di questi adolescenti che agiscono in branco o in bande, è che non hanno più paura dell’autorità in generale, sia scolastica o genitoriale. Il fatto di non avere più timore delle conseguenze delle proprie azioni, delle sanzioni e di far del male, li fa sentire onnipotenti e li porta a sfidare, attraverso tutta una serie di comportamenti antisociali.  Ciò che, inoltre, è stato messo in luce dal convegno, è che non si deve fare l’errore di confondere questi comportamenti criminali con il bullismo, come purtroppo spesso accade. Il bullismo, infatti, prevede una ripetitività dei comportamenti rivolti intenzionalmente nei confronti di una vittima, bambino o adolescente che sia, presa di mira per alcune sue specifiche caratteristiche o fisiche o di personalità, in cui c’è una asimmetria di potere, ossia uno è più debole fisicamente e psicologicamente dell’altro. È emerso che, nella fascia tra i 14 e i 18 anni, il 28% dei ragazzi è stato vittima di bullismo mentre, nella fascia tra gli 11 e i 13 anni, i numeri salgono fino al 30%. Inoltre, è stato approfondito poco il tema della violenza di genere tra gli adolescenti, fenomeno troppo spesso sottovalutato, sebbene sia molto diffuso anche tra i più piccoli. Infine, durante l’evento, è stato sottolineato come la tecnologia, soprattutto all’interno delle coppie, sia diventata un amplificatore costante delle violenze che tanti ragazzi subiscono. Per tale ragione, non dobbiamo sottovalutare le violenze digitali perché le chat e i social network vengono usati come vere e proprie armi per soffocare l’altro: il 16% degli adolescenti è stato obbligato a cancellare amici/amiche su Facebook o su altri social network e 7 su 100 sono stati addirittura obbligati a dare la password, così da essere costantemente monitorati. Si tratta di persone che, per paura di essere tradite, lasciate e abbandonate, utilizzano queste modalità controllanti ed intrusive, violando la libertà e la privacy del partner, superando ogni limite.

Allarme La Barbuta, Gabriella Sisti scrive al Parlamento Europeo

campo nomadi“E’ di oggi l’articolo pubblicato dal Messaggero e da altri giornali locali sul bonus affitto a rom clandestini.

Centinaia di articoli, manifestazioni, raccolte di firme e sit in sotto il ministero dell’Interno non sono serviti a far sentire il dissenso e la preoccupazione sui roghi tossici che ogni giorno minano la nostra salute.

La notizia più sconfortante riportata oggi da Il Messaggero è lo slittamento della data di chiusura del campo nomadi La Barbuta ; non più 2020 ma Giugno 2021 per una serie di problemi burocratici e procedurali.

Nonostante i 3,8 milioni di Euro stanziati dall’Unione Europea per il superamento dei campi rom,  il bonus affitto per i rom, la faccenda appare ancora lunga e complicata, afferma Gabriella Sisti Esponente del Centrodestra ciampinese e Presidente della Consulta per la Tutela dei diritti del malato e del Disabile.

Per non parlare della beffa nei confronti dei tanti cittadini in attesa di un alloggio che osservano basiti come l’Unione Europea si sia dimenticata di chi da una vita è in attesa di una casa e dorme in situazioni o stalli di emergenza.

In queste ore, abbiamo come Consulta, afferma la Sisti, protocollato una lettera al Presidente Tajani affinchè si prenda a cuore la situazione dell’emergenza abitativa nel Lazio che è la terza regione per numero di sfratti e solleciti la chiusura dei campi in tempi brevi onde evitare i continui avvelenamenti a cui alcuni ignoti  residenti del campo ci sottopongono oramai quasi tutti i giorni”.

Pd Frascati su scritte antisemite: "Gesto assurdo"

frascati"Il Partito Democratico di Frascati esprime sgomento in merito alla scritta apparsa l’altra notte nella saracinesca di un esercizio nel centro della città. Assurdi quanto stupidi gesti di questo tipo devono allarmarci perché esprimono una chiara ignoranza riportando a pagine della nostra storia più buia. Gesti, già accaduti in passato, che condanniamo con forza e che ci fanno comprendere ancora oggi, quanto sia importante non abbassare la guardia verso i fascismi che rimangono una costante minaccia della democrazia e della nostra civiltà". Dichiara in una nota il Circolo del Partito Democratico di Frascati

Castel Romano, Massaro(FI): "Residenti ostaggi del campo nomadi"

castelromano400"I roghi tossici del 2 Aprile rappresentano l'ennesimo di una lunga serie di fenomeni di illegalità che si verificano, ormai da troppo tempo, a Castel Romano e negli altri quartieri limitrofi al campo nomadi interno alla Riserva di Decima Malafede - dichiara Pietrangelo Massaro, Coordinatore di Forza Italia del Municipio IX Roma Eur.

"Furti, rapine, auto bruciate, prostituzione per strada, cassonetti della spazzatura ribaltati: questo - spiega Massaro - è il contesto di criminalità e di degrado in cui sono costretti a vivere i residenti del quadrante di Roma Sud, ostaggi a casa propria".

"Ancora una volta - aggiunge il coordinatore locale azzurro - constatiamo con amarezza l'inerzia e l'incapacità del Sindaco Raggi e della giunta pentastellata di affrontare con soluzioni concrete la complessa questione delle periferie romane".

"Vista l'insostenibilità della situazione - conclude Massaro- chiediamo al Sindaco di non indugiare più e di attivarsi in tempi brevi per adottare, in collaborazione con gli organi istituzionali competenti e con le forze dell'ordine, tutte le misure necessarie a garantire ai cittadini sicurezza, salute pubblica e decoro urbano, finanche il trasferimento del campo nomadi".

Asl Roma 5, REMS: nasce il Tavolo Tecnico Permanente. Prima esperienza in Italia

aslroma5La Asl Roma 5 ospita tre REMS: quella di “valutazione e stabilizzazione” “Castore” a Subiaco e le due Residenze di “mantenimento” a Palombara Sabina, “Merope” e “Minerva”. Ciascuna REMS può ospitare fino a 20 pazienti uomini inviati dalla Magistratura di Sorveglianza e di Cognizione e residenti nel territorio della Regione Lazio per un totale di 60 posti per ospiti di sesso maschile sottoposti a misura di sicurezza detentiva nella Regione Lazio.

Vista l’importanza del processo messo in atto che ha dato vita alle REMS, la Asl Roma 5 ha deciso di istituire un Tavolo Tecnico Permenente, prima esperienza in Italia, “di confronto – si legge nella Delibera istitutiva – che possa configurarsi come strumento attraverso il quale promuovere e avviare una collaborazione interistituzionale, mediante la quale garantire in maniera sinergica sia la tutela della salute che iniziative di inclusione sociale dei pazienti, garantendo al contempo il diritto dei pazienti e dei loro familiari alla partecipazione (della verifica della qualità dei servizi erogati), avviando in seno al Tavolo di confronto anche delle forme di consultazione con entrambi le componenti".

Tra i componenti del Tavolo Tecnico anche due rappresentanti degli ospiti (compatibilmente con le autorizzazioni alla partecipazione da parte della Magistratura competente), ai quali si aggiungono tra gli altri rappresentanti della Asl Roma 5, del Garante Regionale dei detenuti, del Garante Nazionale dei soggetti privati della libertà personale, un magistrato indicato dalla Procura della Repubblica di Tivoli, un magistrato indicato dal Tribunale di Sorveglianza di Roma, il Presidente della Consulta della Salute Mentale ASL Roma 5.

“La costituzione del Tavolo Permanente delle REMS – spiega il Commissario Straordinario, Giuseppe Quintavalle - rappresenta un passo avanti nel rendere proficuo il lavoro finora svolto, nasce per un’attenta osservazione delle questioni emergenti in una logica di condivisione e sinergia tra le parti chiamate in causa. La Direzione Generale, la Direzione Sanitaria e la Direzione Amministrativa ringraziano al riguardo tutti gli organi istituzionali coinvolti”.

Maria Spena (FI): “buon lavoro a Mariastella Gelmini.”

spena“I migliori auguri di buon lavoro a Mariastella Gelmini, neo capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati. Mariastella è una donna di grandissima esperienza e capacità, che ha già ricoperto importanti ruoli istituzionali e politici e che ha costruito la sua carriera partendo dal rapporto con i cittadini e con il territorio.

Rapporto che è anche alla base della mia azione politica, che mi vede al servizio dei del mio collegio, che parte dai Castelli Romani fino a un tratto della Valle del Sacco e dei Monti Lepini.

Proprio per questo, a breve, ricomincerò una serie di incontri programmatici per ascoltare le istanze del territorio e rappresentarle al meglio nelle istituzioni.” Così in una nota l’On. Maria Spena, Deputato della Repubblica.

Il Leo Club raccoglie 1400 euro per il Saharawi!

LEOFIUGGIGrande successo per l’evento di raccolta fondi da destinare al “Saharawi Project”, organizzato dal Leo Club Colleferro Fiuggi Hernicus nella splendida cornice del ristorante “La Tenuta di Bacco” venerdì 23 marzo. Sala gremita, con oltre 70 partecipanti e 1410 euro raccolti in favore del service che vedrà impegnati i giovani del Distretto Leo 108 L nel finanziamento della ristrutturazione del Centro della Gioventù nel campo profughi di Dakhla, nel deserto del Sahara. Tale risultato è stato possibile anche grazie alla generosità dei proprietari del ristorante “La Tenuta di Bacco” che hanno voluto donare interamente la cena di venerdì, in segno di reale sostegno ai giovani Leo e al progetto. La serata si è aperta con i saluti istituzionali del presidente del Leo Club Colleferro Fiuggi Hernicus William Sebastiani. A seguire il saluto del presidente del Lions Club Palestrina Ager Praenestinus Fabrizio Scaramella e del presidente del Distretto Leo 108 L Francesco Perrella. Ha concluso Alessandro Verrelli, coordinatore del “Saharawi Project”,che ha spiegato agli ospiti le finalità del service. Ad intervenire con lui anche l’On. Alessandro Battilocchio, che da circa un anno collabora con i giovani Leo per la realizzazione del progetto.

Elezioni, FI Provincia Roma: "Premiato lavoro su territorio"

forzaitaliabandierasingola“Ieri si è svolta la riunione del coordinamento FI Provincia di Roma per analizzare i dati, relativi alle elezioni politiche e regionali, andate in scena lo scorso 4 marzo. Vogliamo esprimere tutta la nostra soddisfazione per il risultato raggiunto da Forza Italia che, nell’area metropolitana di Roma, si conferma primo partito del centrodestra. Un risultato assolutamente rilevante, arricchito dalla elezione in Consiglio regionale di quattro autorevoli personalità, tra cui due provenienti dal territorio provinciale: il coordinatore FI Adriano Palozzi, più votato della coalizione con oltre 14mila preferenze, e Laura Cartaginese, consigliera comunale di Tivoli che ha ottenuto oltre 9mila preferenze. Anche a livello nazionale, i risultati si sono rivelati lusinghieri: i candidati al collegio uninominale per la Camera, sostenuti da FI e dal centrodestra, infatti, sono stati eletti. Tra loro pure Alessandro Battilocchio, espressione di spicco della Provincia di Roma ed esponente sempre attento all’attività di questo coordinamento provinciale. Tutto ciò non è altro che la vittoria di un gruppo forte, strutturato, costruito nel tempo, che ha saputo operare con impegno e concretezza per il radicamento di Forza Italia sul territorio. Un’azione basata su rappresentatività e meritocrazia che, in costante collaborazione con il coordinamento FI Regione Lazio, intendiamo accrescere in termini di consenso e proposta politica. Ripartiamo, adesso, con rinnovato slancio in proiezione delle imminenti sfide elettorali. In primavera, infatti, ci attenderanno elezioni amministrative complesse e delicate: una competizione in cui, se il centrodestra si dimostrerà unito e forte, avrà tutte le carte in regola per vincere e ben governare”. Così, in una nota, il coordinamento FI Provincia di Roma.

Marcellina, intervento riparazione alloggi Ater. Parla Marco Bottani

bottaniC'è chi allude a chissà quali meccanismi riguardo le tantissime preferenze prese alle elezioni regionali appena trascorse. 
Teniamo a ribadire con fermezza che la nostra politica è stare vicino alle persone in ogni periodo dell' anno, quotidianamente, cercando di risolvere le problematiche 
anche laddove non saremo tenuti a farlo poiché dovere di enti sovracomunali.
Oggi, l'ennesima dimostrazione di assistenza e vicinanza alle famiglie degli alloggi Ater siti in Via Monte Gennaro 55 A. 
Un intervento imminente da parte nostra ha permesso ai residenti di ottenere il ripristino delle problematiche idriche per la rottura dell' autoclave e delle pompe in meno di 12 h.
Tempestivo ancora una volta l'intervento dei tecnici dell' Ater grazie al dott. Bussi ed agli amici Massimo Cacciotti, Palozzi e Cartaginese che si sono subito adoperati affinché si risolvesse in breve tempo l'urgenza.
La nostra politica del fare ha ripagato con un risultato storico ed eccezionale alle scorse elezioni regionali e non intendiamo cambiare regime di marcia. C'è chi si riempie la bocca con parole poco eleganti nei nostri confronti ma non si è mai visto in campo a tutela dei cittadini. 
Siamo convinti che la nostra politica sia vicina al cittadino ed i risultati elettorali ci danno sempre più ragione. Quella da tastiera la lasciamo agli altri. Lo dichiara in una nota il consigliere comunale di Marcellina e coordinatore di Forza Italia - Marco Bottani.