Lunedì, 16 Settembre 2019

Ultimo aggiornamento04:59:36 PM

  • Twitter
  • Info

Articoli

Sabina Cuccaro: "Il sesso a Roma non è più un tabù"

sabina cuccaro
Il rapporto tra Roma e il sesso? Fatevelo raccontare dall'affascinante Sabina Cuccaro, la donna che confida elegantemente on line confessioni, segreti, opinioni e gossip legati a piacere carnali e platonici della Città Eterna. Un blog seguitissimo, nato per soddisfare le curiosità femminili ma subito catturato dall'occhio maschile che del mondo rosa vuole conoscerne vita, morte e miracoli. Sexandrome.it, così si chiama il sito, è per tutte “quelle donne della capitale, ironiche, iperattive, che ottimizzano i tempi, approfittano del traffico per truccarsi in macchina. Vanno da Zara e fanno l’aperitivo al Salotto 42. Cercano di capire, inutilmente, l’universo maschile passando ore tra Wikipedia e i siti femminili. Parlano di sesso. In Only sex lo facciamo no limits e lo fanno The others: una libertina, una calabrese e l’uomo medio (quello che incontriamo al supermercato, per intenderci). Se è vero che il punto G si trova in fondo alla parola shopping, dai un’occhiata a Chip and Chip, come essere glamour cogliendo le occasioni in giro per negozi. Food and Friends per il brunch e l’aperitivo più cool del momento. City style perchè una sex donna è sempre informata sulle tendenze”. Parola di Sabina Cuccaro...

 Ciao Sabina, una domandina per scaldare i muscoli: chi sei?
“Sono una giornalista, ho cominciato a scrivere tanti anni fa per poi approdare a Libero e lavorare come ufficio stampa in un assessorato presso la Regione Lazio. E da giugno di quest'anno ho dato vita al nuovo sito”

Il tuo blog, che sta riscuotendo tanto successo, è nato da una idea condivisa o tu sei l'unica fervida mente che l'ha ideato?
“No, è venuto tutto da una mia idea. È comunque un progetto editoriale che qui mancava e ho deciso di metterlo in campo”.

Ho letto che ti ispiri apertamente a Sex and The city. Che rapporto c'è tra Roma e il sesso?
“Si, assolutamente. Credo che Sex and the City abbia coinvolto da morire migliaia di donne, per cui ho voluto riproporre anche a Roma e in Italia un qualcosa che ancora non c'era. Chiaramente la Capitale è più chiusa rispetto a New York, questo è palese, ma la città eterna ha tantissime sfaccettature nascoste che sono parecchio interessanti...”.

Per esempio?
“Io ho una mission ed è quella di sdoganare il sesso. Credo che del sesso se ne possa parlare in modo ironico, leggero, divertente. Sta proprio qui la mia sfida”.

Nel tuo blog mi ha colpito un inciso in cui dici: “Siamo stufe di fare le brave ragazze che simulano orgasmi, vogliamo farci trovare in guepiere e reggicalze, e amoreggiare tutta la notte”. A Roma sono tante le donne che vogliono urlare le proprie fantasie sessuali?
“Diciamo che a Roma c'è molto pudore nel senso che molte donne fanno sesso liberamente pero hanno difficoltà a dirlo, a raccontarlo. Il mio blog è dunque un invito ad aprirsi e a evitare di considerare il sesso come un taboo”.

Tra i maschietti c'è un buon seguito sul blog?
“Sebbene il mio sia un sito pensato maggiormente per le donne, devo dire che gli internauti che seguono sexandrome.it si dividono equamente tra uomini e donne. Questo perchè al maschio incuriosisce moltissimo il mondo femminile e soprattutto il mondo sessuale e le abitudini delle femminucce”.

Ti aspettavi un successo così grande per il tuo blog? In fin dei conti è nemmeno un mese che siete divenuti una testa registrata
“Nasciamo come testata da poco, da fine settembre, ma il sito è on line già da giugno. Devo dire che non mi aspettavo assolutamente questo seguito, però ovviamente va benissimo così (ride, ndr). Sono contenta che la gente recepisca alla grande il messaggio, che voglio lanciare, e spero che si possa continuare su questa strada”.

Lo scorso fine settimana siete stati con un vostro stand alla nuova Fiera di Roma con un evento chiamato Weekend donna. Ce ne parli?
“Sono stati tre giorni dedicati in toto al mondo femminile, dove abbiamo tirato fuori la sensualità e le passioni delle donne. Lo abbiamo fatto con un “colpo di trucco”, con il parrucchiere delle dive e con la sessual gurù, una nuova figura professionale, che ha dispensato consigli e curiosità a tante donne, che sono venute nel nostro stand. Infine abbiamo mostrato come camminare sui tacchi a spillo con molta no chalance. È stato un weekend fantastico”.

Domanda sfiziosa: che rapporto c'è tra politica e sesso?
"Questa è una domanda divertente. Le pagine degli ultimi mesi sembrerebbero parlare di una connessione fortissima tra le donne in politica e il sesso. Posso aggiungere che ho scoperto che alcuni politici hanno parecchie perversioni. Poi ne parleremo in seguito...”.

Che pensiero ti sei fatta sul sfilata in costume del consigliere regionale Minetti? Voi avete pubblicato anche un articolo controcorrente definendola “una che ci mette la faccia”.
“Allora, in realtà io ho ospitato sul blog il pensiero di un ragazzo, essendo il sito democratico e aperto a tutte le analisi. La mia opinione della Minetti è decisamente più severa”.

Tu hai fatto l'amore per la prima volta solo a 23 anni. Come mai così “tardi”?
“Il fatto di aver avuto un rapporto a quell'età è stato un caso. Diciamo che come ogni ragazza romantica, volevo farlo con la persona giusta”.

Quale il futuro prossimo di Sexandrome.it? Ci sono novità all'orizzonte?
“Intanto a fine mese avremo una nuova veste grafica, più accattivante. Inoltre sta partendo una linea gioielli e presto saremo in giro per Roma con interessanti aperitivi itineranti”.


Marco Montini e Daniele Priori