Giovedì, 15 Novembre 2018

Ultimo aggiornamento10:47:41 PM

  • Twitter
  • Info

La straordinaria arte del basic closet

basic closet
di Valentina Carboni

L’importante non è la quantità ma la qualità. Passiamo ore davanti ad un armadio pieno di vestiti senza sapere cosa indossare. Più abiti compriamo e più la scelta ogni mattina sarà difficile. Bisogna conoscere il proprio corpo, cosa ci si addici di più e iniziare lo shopping comprando dai basici, quegli indumenti che ci salvano da ogni tipo di situazione.  Nell’armadio di una donna ci sono capi che non devono mai mancare, come un semplicissimo abito nero corto, sempre elegante e si abbia con qualsiasi cosa; un cardigan beige serve per i look della primavera e dell’autunno è semplice, casual e sofisticato, altri colori necessari sono il nero, il rosso e il blu, importante è sceglierne uno con una buona vestibilità, ne troppo stretto ne troppo largo; Un elegante cappotto nero; Un pantalone a sigarette in stile classico; una camicia bianca, considerata la regina dell’armadio grazie alla sua versatilità, si possono creare look casual per il giorno come quelli chic per la sera;  Un blazer da abbinare sia sui jeans che su un pantalone o su una gonna;  Una serie di T-shirt colorate;  Una blusa o camicia in seta adette sia ad occasione formali che informali; Un sueter con collo a V considerato uno dei scolli più sexy; Un jeans dritto di modo da potertlo combinare sia con i tacchi che senza. Ovviamente questa era solo la base per costruire un armadio, di ogni basico si possono cambiare i colori o modificare un pò le forme, ma quello che distingue ogni outfit sono gli accessori, i veri protagonisti della moda. Scarpe, borse, collane, orecchini, sciarpe occhiali, gioielli, orologi, in questo caso la quantità conta...